annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

CLUSONE Pianone: la Seggiovia San Lucio che visse 2 giorni

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • skydancer
    Curioso
    • Dec 2008
    • 17

    CLUSONE Pianone: la Seggiovia San Lucio che visse 2 giorni

    Buon giorno a tutti, ieri festeggiando il ferragosto al Rifugio San Lucio sopra Clusone val Seriana ho scoperto per caso i resti di questo impianto dalla storia un po particolare, come dicevo per caso sono dovuto tornare al parcheggio perché a mia moglie era caduto il portafoglio sotto il sedile, tornando noto un sostegno in cemento armato (di cui allego foto scattata con cellulare) con le rulliere arrugginite incuriosito tornando al rifugio chiedo informazioni e mi spiegano che questo impianto funziono solo 2 giorni per fare i collaudi durante i quali le leggi in materia di impianti a fune cambiarono e l'impianto non fu più in regola con le nuove normative entrate in vigore proprio in quei giorni la costruzione risale alla fine degli anni 50 del secolo scorso su iniziativa di un privato che abbandono tutto cosi come era e sono stato informato che esistono ancora le stazioni a valle ed a monte , in quella a valle ci sono ancora tutti i seggiolini ammonticchiati emi hanno spiegato che si trova proprio all'inizio della strada che sale al rifugio che è sterrata 20 metri prima dello sterrato a sinistra c'è uno spiazzo che doveva essere il parcheggio della seggiovia.

    Se per caso tornerò in zona cercherò di scattare delle foto anche dalla stazione valle e dei seggiolini. Se invece qualche esploratore Funi-storico passa da quelle parti può cercare ulteriori notizie.
  • polianto
    * Utente GOLD *
    • Jun 2004
    • 400
    • S.Donato Milanese

    Questa è la stazione a valle (nel 1997), in puro stile edile orobico, tanto calcestruzzo e pignatte in vista, i seggiolini erano tutti accumulati nel piccolo locale seminterrato sotto alla puleggia.









    Ciao Antonio

    Commenta


    • Il palo l'ho trovato http://goo.gl/maps/ODhio ma non si capisce mica che linea facesse...cos'è un Leitner? Mi sembra cosi strana la storia....

      Commenta

      • Max120l
        Sostenitore sito
        • May 2004
        • 224
        • Woodbury, TN (USA)
        • Massimo

        un altro palo e' qua, piu' a monte, vicino al laghetto.. sembrano quasi non allinati...
        https://maps.google.com/?ll=45.85775...02411&t=h&z=19

        e poco piu' a sud credo si veda la stazione di monte

        Commenta

        • Ami
          Curioso
          • Oct 2009
          • 445

          zoomando indietro sembra di vedere una linea nel bosco in direzione nord-sud (ma è leggermente più a est dell'ipotetica linea di congiunzione dei sostegni.... non è che sono pali della luce e basta?)

          Commenta

          • Max120l
            Sostenitore sito
            • May 2004
            • 224
            • Woodbury, TN (USA)
            • Massimo

            possibile o troppo lunga?

            Commenta

            • Kronplatz
              * Utente GOLD *
              • May 2004
              • 487
              • Sospirolo / Agordo / Lodi

              Ciao diego.
              Perché sarebbe meglio se si smantellasse il tutto?
              Se veramente è stata aperta 2 giorni questa seggiovia (non do ancora niente per certo: infatti sto seguendo questo topic con attenzione per capire meglio il tutto) potrebbe essere una grande scoperta di archeologia funiviaria e anziché smantellare il tutto si potrebbe tentare di recuperare alcune cose.

              Nel caso in cui le ricerche diano un risultato positivo e vi serva poi una mano, sono qui.

              Ciao.

              Commenta


              • Magari il sostegno potrebbe essere valorizzato come un monumento con una targa esplicativa storica, ma per le stazioni la demolizione è l'unica soluzione...

                Commenta

                • Kronplatz
                  * Utente GOLD *
                  • May 2004
                  • 487
                  • Sospirolo / Agordo / Lodi

                  Messe troppo male Paolo ?

                  Potrebbero esser pericolanti o cosa?
                  Vorrei capire meglio.

                  Grazie mille.
                  Ciao.

                  Commenta


                  • Eh cosa vuoi farci...al massimo un pollaio :D
                    il pilone invece ha la sua particolarità, una sua linea, che può portare ad una curiosità nel visitatore

                    Commenta

                    • Kronplatz
                      * Utente GOLD *
                      • May 2004
                      • 487
                      • Sospirolo / Agordo / Lodi

                      Ah ok!
                      Io pensavo che si potesse anche valorizzare un pochino la stazione.
                      Grazie comunque delle info!

                      Commenta

                      • AGUDIO
                        Curioso
                        • Sep 2003
                        • 192

                        Originariamente inviato da skydancer Visualizza il messaggio
                        Buon giorno a tutti, ieri festeggiando il ferragosto al Rifugio San Lucio sopra Clusone val Seriana ho scoperto per caso i resti di questo impianto dalla storia un po particolare, come dicevo per caso sono dovuto tornare al parcheggio perché a mia moglie era caduto il portafoglio sotto il sedile, tornando noto un sostegno in cemento armato (di cui allego foto scattata con cellulare) con le rulliere arrugginite incuriosito tornando al rifugio chiedo informazioni e mi spiegano che questo impianto funziono solo 2 giorni per fare i collaudi durante i quali le leggi in materia di impianti a fune cambiarono e l'impianto non fu più in regola con le nuove normative entrate in vigore proprio in quei giorni la costruzione risale alla fine degli anni 50 del secolo scorso su iniziativa di un privato che abbandono tutto cosi come era e sono stato informato che esistono ancora le stazioni a valle ed a monte , in quella a valle ci sono ancora tutti i seggiolini ammonticchiati emi hanno spiegato che si trova proprio all'inizio della strada che sale al rifugio che è sterrata 20 metri prima dello sterrato a sinistra c'è uno spiazzo che doveva essere il parcheggio della seggiovia.

                        Se per caso tornerò in zona cercherò di scattare delle foto anche dalla stazione valle e dei seggiolini. Se invece qualche esploratore Funi-storico passa da quelle parti può cercare ulteriori notizie.
                        Buongiorno a tutti.
                        La storia di questa seggiovia è abbastanza strana. 25 anni fa feci alcune indagini e mi venne riferita la stessa conclusione. L'impianto fu costruito ma non superò la fase dei collaudi, mi venne anche detto che era soggetto a continui scarrucolamenti.
                        La seggiovia non fu mai aperta al pubblico .
                        Un amico tempo fa è salito a fotografare la stazione motrice che si trova a lato della Baita "Romelli", sopra il Pianone, appunto
                        chiamato ex-Rifugio pianone. La stazione esiste ancora tutta, la puleggia motrice, con il riduttore posto superiormente con il motore eletrico ed un motore di riserva 8 cilindri a V che ingranava su una corona dentata sulla puleggia motrice. Molti piloni, credo tutti in cemento armato, riportano stranissime rulliere a 3 o a 5 rulli , del tipo Trojer/Holzl e molti sono ormai nascosti nella fitta vegetazione. La motrice è classicamente Carlevaro & Savio con il freno di emergenza a volano e fascia freno solidale alla puleggia con funzionamento a vite senza fine. I seggiolini sono C&S , morsetti con scritta FMT, tutti accatastati nella cantina
                        sotterranea alla stazione inferiore. E' senza dubbio un impianto da salvare perchè è immacolato, seppur in molti punti la ruggine abbia preso il sopravvento.
                        Saluti a tutti

                        Commenta


                        • Ho caricato qui le foto gentilmente inviate da [MENTION=32]AGUDIO[/MENTION]
                          http://www.funivie.org/funigallery/t...php?album=1298

                          - - - Aggiornato - - -
                          Linea
                          http://www.funivie.org/mondofuniviar....php?pid=14655

                          Commenta

                          • FN8
                            Curioso
                            • Feb 2018
                            • 1
                            • bergamo

                            Originariamente inviato da AGUDIO Visualizza il messaggio
                            Buongiorno a tutti.
                            La storia di questa seggiovia è abbastanza strana. 25 anni fa feci alcune indagini e mi venne riferita la stessa conclusione. L'impianto fu costruito ma non superò la fase dei collaudi, mi venne anche detto che era soggetto a continui scarrucolamenti.
                            La seggiovia non fu mai aperta al pubblico .
                            Un amico tempo fa è salito a fotografare la stazione motrice che si trova a lato della Baita "Romelli", sopra il Pianone, appunto
                            chiamato ex-Rifugio pianone. La stazione esiste ancora tutta, la puleggia motrice, con il riduttore posto superiormente con il motore eletrico ed un motore di riserva 8 cilindri a V che ingranava su una corona dentata sulla puleggia motrice. Molti piloni, credo tutti in cemento armato, riportano stranissime rulliere a 3 o a 5 rulli , del tipo Trojer/Holzl e molti sono ormai nascosti nella fitta vegetazione. La motrice è classicamente Carlevaro & Savio con il freno di emergenza a volano e fascia freno solidale alla puleggia con funzionamento a vite senza fine. I seggiolini sono C&S , morsetti con scritta FMT, tutti accatastati nella cantina
                            sotterranea alla stazione inferiore. E' senza dubbio un impianto da salvare perchè è immacolato, seppur in molti punti la ruggine abbia preso il sopravvento.
                            Saluti a tutti
                            Qualcuno saprebbe di che colore erano i seggiolini e di che marca era la seggiovia?? Potrebbe essere MEB??
                            Grazie!!

                            Commenta

                            • AGUDIO
                              Curioso
                              • Sep 2003
                              • 192

                              Dunque: la seggiovia di Clusone venne progettata dallo studio Paganoni di Bergamo avvalendosi di forniture di varie aziende: per motrice e seggiolini fu la Carlevaro & Savio di Torino. Piloni e rulliere la Troyer o la Holzl. I seggiolini rimanenti ammassati sotto la stazione inferiore risulterebbero essere colorati di argento ... ( lo presumo da alcune tracce in quanto la ruggine la fa da padrone ). La seggiovia ebbe problemi in fase di collaudo: si rivelò sbagliato il progetto. La collocazione dei piloni in cemento in linea non era tale da assicurare la giusta aderenza tra fune e rulliere per cui si verificavano spesso scarrucolamenti per la vibrazione della fune , da tener presente che mancava l'effetto stabilizzante dei seggiolini in quanto molto distanziati e quindi c'erano tratti molto lunghi di fune nuda soggetti a oscillazioni e fenomeni di risonanza. Non si riuscì a risolvere il problema e l'impianto rimase fermo e poi fu abbandonato.

                              - - - Aggiornato - - -

                              Probabilmente vera anche la questione sulle normative. Penso alle sicurezze delle rulliere che non avevano anti-scarrucolanti nè raccoglifune....

                              - - - Aggiornato - - -

                              La linea è esattamente quella rossa segnata da Paolo. Un impianto molto lungo con ancora tutti i sostegni in cemento nascosti nel bosco. Una rarità assoluta è il numero di rulli per rulliera: rulliere da 2, da 3 e da 5 ( bilancere con gruppo da 2 più uno da 3 ),
                              frutto, secondo me, di una progettazione eclettica ai primordi delle seggiovie . Comunque questa seggiovia è davvero unica e testimone di un periodo industriale d'Italia in cui potevano prevalere dei tentativi isolati di costruzione di seggiovie senza la supervisione di una sola ditta costruttrice.

                              Commenta


                              • Probabilmente sarebbe bastato cambiare la fune con una più pesante

                                Commenta

                                • Marco mix
                                  Curioso
                                  • Aug 2015
                                  • 363
                                  • Bormio

                                  Sarebbe molto bello recuperare uno di quei seggiolini per salvarlo dalla ruggine e tenerlo come reperto storico

                                  Commenta

                                  • dani
                                    Curioso
                                    • Mar 2013
                                    • 27

                                    Una cosa mi risulta strana piú di tutte: guardando la parte meccanica si nota il sistema di recupero completamente indipendente dall’argano principale proprio come negli impianti moderni (tiro sdoppiato, innesto sul mozzo della puleggia e sistema pignone corona), cosa che non ho mai visto su un impianto di quest’epoca. Ora, mi sbaglio io e questa soluzione c’é sempre stata anche se utilizzata raramente oppure i progettisti hanno inconsapevolmente utilizzato una tecnica che decenni dopo sarebbe diventata la norma?

                                    Commenta


                                    • Si condivido sembra una novità per l'epoca

                                      Commenta

                                      • TomBer
                                        Curioso
                                        • Jan 2014
                                        • 767
                                        • Ravenna
                                        • Gli impianti a fune sono come la musica. Sono tutti uguali... per chi non li capisce!

                                        Ho rinvenuto un altro sostegno, in mezzo al bosco.
                                        https://www.google.com/maps/@45.8601.../data=!3m1!1e3

                                        Commenta

                                        • Fraggo
                                          Utente Sapiens
                                          • Jun 2015
                                          • 700
                                          • Lombardia


                                          Credevo di riuscire a recuperare dei disegni del progetto ma sono arrivato troppo tardi... comunque ci ho provato

                                          Commenta

                                          NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                                          La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                                          Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                                          Sto operando...
                                          X