annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

2CLF CAMPING - LIDO DI SPINA - La prima seggiovia biposto in Italia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • AGUDIO
    Curioso
    • Sep 2003
    • 192

    2CLF CAMPING - LIDO DI SPINA - La prima seggiovia biposto in Italia

    Da alcuni miei "sondaggi" ,ma soprattutto da quanto mi disse il figlio di Ugo Carlevaro , Nanni , la prima seggiovia biposto in Italia è stata costruita dalla ditta Nascivera nel 1968 nei pressi della località di mare(!!!!!! )Lido di Spina in provincia di Ferrara.
    Dal mio solito elenco Oitaf in effetti è in ordine temporale la prima biposto costruita.Vi metto qui i dati in mio possesso:

    Seggiovia CAMPING - LIDO DI SPINA
    Costr. Nascivera - 1968
    Quota stazione sup: 0,75m
    Dislivello: circa 0 m
    Lunghezza inclinata: 1006 m
    Pendenza max.:15.88%
    N°piloni di sostegno:10
    N° piloni di ritenuta:2
    127 seggiolini biposto
    equidistanza seggiole:15.75 m
    velocità: 1.5 m/s
    portata oraria: 685 p/h
    diametro fune: 26 mm

    questo è tutto quello che so.Non credo esista più.

    QUALCUNO HA UNA FOTO?
  • henrydew
    * Utente GOLD *
    • Sep 2003
    • 110
    • A tre anni rimanevo ipnotizzato a guardare le "seggiole che volano"

    La seggiovia di Lido di Spina era al servizio di un camping e portava i clienti in spiaggia, i miei ricordi sono legati a quando i miei genitori (io abitavo a Ravenna) mi raccontavano di questa seggiovia pianeggiante.
    Poi su qualche rivista ho letto che e' stata smantellata quasi subito per i problemi di corrosione legati all'ambiente marino.
    Non ho immagini, mi ricordo solo che era riportata sui vecchi atlanti del touring al 200.000.
    Ciao

    Enrico

    Commenta

    • campolino
      * Utente GOLD *
      • Feb 2004
      • 1537
      • Firenze Le Regine (PT)

      Naturalmente intendiamo per prima seggiovia biposto, una seggiovia ad
      ammorsamento fisso, perchè altrimenti dobbiamo considerare come prima
      seggiovia quella del Vesuvio ad ammorsamento automatico, costruita
      dalla svizzera Von Roll.
      Campolino

      Commenta

      • campolino
        * Utente GOLD *
        • Feb 2004
        • 1537
        • Firenze Le Regine (PT)

        La prima biposto a morse fisse d'Italia: Lido di Spina (FE)

        Finalmente dopo lunga ricerca sono lieto di presentarvi una rara cartolina raffigurante la prima seggiovia biposto a morse fisse costruita in Italia.
        Si tratta della più volte citata seggiovia camping Lido di Spina in provincia di Ferrara. Anomala la sua collocazione, infatti l'impianto anzichè in montagna venne realizzato al mare, in prossimità della spiaggia.
        La seggiovia come potrete notare venne realizzata nel 1968 dalla ditta F.lli Nascivera di Rovereto. Era lunga mt. 1006 (non pochi quindi) aveva 10 piloni di appoggio e naturalmente due di ritenuta (partenza e arrivo).
        L'impianto era praticamente in orizzontale senza alcun dislivello. In linea c'erano 127 seggiole biposto colorate. Non sono a conoscenza fino a quale anno questo impianto è rimasto in funzione.

        Commenta

        • Sciatore Misterioso
          Sciatore Misterioso
          * Utente GOLD *
          Sciatore Misterioso
          * Utente GOLD *
          • Oct 2005
          • 175
          • Poggio Rusco (Mantova)

          Beh un'altra caratteristica particolare ce l'ha: è l'impianto alla minore quota tra tutti... sarà 0,5 mt sul livello del mare..
          Comunque è davvero singolare non pensavo esistesse un impianto a Lido di Spina. Tra l'altro è piuttosto lungo, ora le abitazioni arrivano fin a ridosso della sabbia della spiaggia.

          Commenta

          • Giovanni Moretti
            Curioso
            • Feb 2005
            • 141
            • Ferrara, Fodom

            Io ho sempre saputo che a Spina c'era una seggiovia, ma non vi so dire quando l'hanno tolta. Se non ricordo male, e la foto di Campolino lo confermerebbe, collegava il campeggio alla spiaggia così non bisognava attraversare la pineta a piedi.

            Commenta

            • malagutista
              Curioso
              • Jan 2004
              • 307
              • Alpi centrali
              • Non esistono problemi. Esistono solo soluzioni.

              Originariamente inviato da Sciatore Misterioso
              Beh un'altra caratteristica particolare ce l'ha: è l'impianto alla minore quota tra tutti... sarà 0,5 mt sul livello del mare..
              Ti smentisco, perché la funivia di Masada in Israele arriva sotto il livello del mare.

              Ho sentito dire che la seggiovia fosse stata smantellata dopo pochi anni perché ha avuto grandissimi problemi di corrosione a causa della salsedine, che a quanto pare i progettisti si sono dimenticati di considerare.

              Commenta

              • campolino
                * Utente GOLD *
                • Feb 2004
                • 1537
                • Firenze Le Regine (PT)

                Grave dimenticanza in fondo di impianti a fune al mare in quegli anni ne erano già stati realizzati molti, basti pensare all' Isola d'Elba, Ischia, Capri, la stessa funivia di Rapallo

                Commenta

                • Werner
                  * Utente GOLD *
                  • Aug 2004
                  • 2763
                  • Ortisei (BZ)

                  Originariamente inviato da pistopadova
                  Sarà anche inutile come dite voi, ma sai in quante località risolverebbe l'annoso problema di dove parcheggiare al mare la domenica quando si ha "brutta" idea di tentare di fare una gita sotto l'ombrellone nel fine settimana....Quoto una soluzione simile nel tratto Padova...Sottomarina!!! ah ah ah ah
                  Confrontiamo un misero nudo pedone con un passeggero di una seggiovia biposto che devono entrambi andare al mare da un parcheggio distante 1 km.

                  Passeggero:
                  parcheggia l auto e passeggia 3 minuti in direzione trasversale rispetto alla meta finale per raggiungere la stazione seggioviaria.

                  perde 2 minuti per decidere chi dei 2 paga, tirare fuori il portafogli dalla borsa mare, mettersi in fila e fare il biglietto.

                  c' è magari una coda di "soli" 2 minuti per fare il biglietto.

                  c' è magari una coda di solo 1 minuto per imbarcarsi.

                  viaggio (1 km, 1.5 m/sec) 11 minuti.

                  sbarco e attendere il compagno 1 min.

                  marcia trasversale rispetto all asse della seggionvia perchè la meta finale è una spiaggia poco distante ma non esattamente in prossimità dell arrivo.
                  5 min.

                  Totale: minimo 14 min., massimo 25 min.


                  Pedone (5 km/h) 12 min.

                  Indipendentemente dagli orari
                  anche di notte , la domenica, e quando non c' è la corrente, in inverno.

                  Non è un problema portarsi dietro il windsurf (2 pers)

                  gratis

                  fà bene alla salute

                  Commenta


                  • Cosa c'è ora al posto dell'impianto? Sarebbe interessante una foto attuale dallo stesso posto...

                    Commenta

                    • RICK
                      Curioso
                      • Feb 2005
                      • 826
                      • ROMAGNA
                      • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                      Mo noooo!!!!

                      Originariamente inviato da Paolo Visualizza il messaggio
                      Cosa c'è ora al posto dell'impianto? Sarebbe interessante una foto attuale dallo stesso posto...
                      MO NOOOO!!!!! C'ero ieri lii!!!! :-( di passaggio x un gelato dopo 400 e spicci Km di rientro dalla Croazia.... Se sapevo non avrei sicuramente mancato un accurata perlustrazione con foto.... di solito sono bravo a scovare plinti ed ex- stazioni...
                      Alla prima gita al mare mi allunghero' fin li' e cerchero'

                      Cmq. stupenda la cartolina e direi molto avanti la realizzazione Nascivera per quel tempo.
                      Frequento occasionalmente i lidi Ferraresi fin da bambino ma MAI avevo sentito parlare di una seggiovia per la spiaggia!

                      Indubbiamente una bella iniziativa per il campeggio, anche se immagino che difficilmente l' impianto (a meno ke nn collegasse distanze di almeno alcuni KM) riuscisse a ripagarsi i costi di gestione.. i campeggi son noti per offrire vacanze a bassi costi e di conseguenza i clienti son piu' inclini ad arrangiarsi pur di risparmiare.

                      Commenta

                      • dexter
                        Curioso
                        • Jul 2007
                        • 143
                        • Carpi (MO)

                        si ma era un modo di arrivare al mare con una splendida visuale, dai è bellissima!

                        Commenta

                        • AleLiz
                          New entry
                          • Feb 2005
                          • 41
                          • Ferrara
                          • Ale

                          Ciao a tutti...
                          Dopo un'estate passata al Camping Spina vi posso assicurare che ogni volta che percorrevo quell'infinito chilometro per arrivare alla spiaggia maledicevo chi e cosa hanno permesso la demolizione dell'impianto... peccato veramente che non ci sia più!!
                          Pensavo anche io fosse inutile, ma quel km in seggiovia sarebbe stato molto più comodo...
                          La strada è accessibile alle automobili ma pochi la sfruttano perchè poi viene chiusa dalle 12 alle 15, nessun parcheggio, quindi la maggior parte dei campeggiatori usa le bici (che poi si accumulano una sopra l'altra in spiaggia perchè non c'è altro posto per metterle) o quell'odioso autobus che fa una puzza infernale di gasolio fuori e di sudore dentro... il viale per fortuna è alberato, almeno chi se la fa a piedi o in bici è all'ombra, ora è all'interno della riserva naturale della sacca di bellocchio e ai lati c'è solo acqua e sabbia/fango...
                          l'autobus fa avanti e indietro ogni 5 min, con un rapido conto sono 12 km all'ora, 96 km al giorno (dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 19) per metà maggio, giugno, luglio, agosto e metà settembre sono più o meno 10000km all'anno considerato che a volte rallenta le corse e altre volte ne fa di più... mica male per stare in una riserva naturale a fare puzza, rumore, suona 74 volte il clacson ogni volta e solleva sempre la sabbia perchè fa inversione in spiaggia...
                          Appena ci rivado faccio un paio di foto anche se purtroppo della seggiovia non è rimasta nessuna traccia...
                          Ultima modifica di AleLiz; 23-08-2007, 01:04.

                          Commenta

                          • RICK
                            Curioso
                            • Feb 2005
                            • 826
                            • ROMAGNA
                            • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                            Foto attuale Camping Spina

                            Originariamente inviato da Paolo Visualizza il messaggio
                            Cosa c'è ora al posto dell'impianto? Sarebbe interessante una foto attuale dallo stesso posto...
                            Paolo, ogni tua richiesta...va esaudita.... :-P

                            Dopo una estenuante ricerca online durata qualche nottata (qui non nascondo una morbosa passione per la caccia al tesoro), sono riuscito ad individuare sia il campeggio che il corridoio di accesso alla spiagga al fianco della quale era (al 99% direi) montata la seggiovia CLF/2 Nascivera.


                            Come e' possibile vedere l' accesso alla spiaggia e' inserita all' interno dell' Oasi Naturale del Bellocchio, all' interno del parco del Delta.
                            Qui sotto ho evidenziato il tracciato verso la spiaggia e l' area del Camping Spina (oggi "Spina Camping Village")



                            Resta inteso che una di queste domeniche non manchero' di telefonare & recarmi la' per raccogliere foto, testimonianze, bulloni arrugginiti ecc.
                            Ultima modifica di RICK; 04-09-2007, 22:26.

                            Commenta

                            • AleLiz
                              New entry
                              • Feb 2005
                              • 41
                              • Ferrara
                              • Ale

                              Ecco un paio di foto:

                              Qua c'è il piazzale adibito a raccolta differenziata e fermata bus dove probabilmente vi sorgeva la vecchia stazione di partenza...

                              E qua il viale che porta alla spiaggia...

                              La seggiovia era a sinistra, dove adesso ci sono solo alberi come si può vedere dalla prima foto di RICK.

                              Commenta

                              • Nickfe
                                Curioso
                                • Dec 2007
                                • 24
                                • bolzano

                                ciao a tutti, io sono di ferrara e il caso vuole che i miei vicini di casa fossero i gestori del campeggio....la seggiovia è stata completamente smantellata (causa corrosione) e non ne rimane neanche un traccia...ci sono stato un sacco di volte in quel campeggio da piccolo (logicamente gratis) ma l'avevano gia rimpiazzata con quell'autobus puzzolente e vecchio(una volta mi sono preso la briga di lavarlo durante la pausa, fate un pò voi la puzza di ascella che c'era dentro, non ci si stava!!!!)
                                la seggiovia credo abbia funzionato fino ai primissimi anni novanta ma non sono sicuro anzi forse è stata chiusa alla fine degli 80...
                                voci metropolitane dicono che la stazione di arrivo sia stata convertita nel bar da spiaggia che tutt'ora esiste

                                nick

                                Commenta

                                • Prealpino
                                  Curioso
                                  • Mar 2007
                                  • 58
                                  • Lecco

                                  Qualcuno saprebbe dirmi se il fatto che la seggiovia non avesse da affrontare praticamente alcun dislivello comportasse una struttura a livello di stazione di rinvio o tensione o di stazione motrice o altrove tecnicamente diversa rispetto ad altri impianti di risalita che affrontano un dislivello vero e proprio?

                                  Commenta


                                  • Non credo...unica differenza sostegno di ritenuta in entrambe le stazioni...

                                    Commenta

                                    • kaonashi
                                      Curioso
                                      • Jul 2004
                                      • 66
                                      • Milano

                                      Credo comunque che non sia durata molto, ero tornato nel 1975 al Lido degli Estensi e mi dicevano allora che l'avevano già tolta...ma non mi avevano portato sul posto a controllare....

                                      Commenta

                                      • massimo grecchi
                                        Curioso
                                        • Sep 2008
                                        • 1506
                                        • Piani Resinelli (LC)
                                        • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                                          DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                                        Fronte mare (soprattutto) la salsedine non perdona. Per sopravvivere gli impianti del tipo vanno manutenuti e trattati (oltre che costruiti) in modo particolare con gran dispendio di vernici (e controlli catodici).
                                        Ultima modifica di massimo grecchi; 15-01-2011, 21:23.

                                        Commenta

                                        • carlo depi
                                          * Utente GOLD *
                                          • Nov 2008
                                          • 1262
                                          • Leit

                                          Ahhhh che bei ricordi... quando ero piccolo usavo la stazione in spiaggia come " boa di riferimento" per le mie gite in barca a vela dal Lido Estensi... poi hanno preferito il bus, adesso mi pare che non ci sia neanche più quello..

                                          Commenta

                                          • RICK
                                            Curioso
                                            • Feb 2005
                                            • 826
                                            • ROMAGNA
                                            • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                            Originariamente inviato da kaonashi
                                            Adesso provo a caricare delle foto della seggiovia medesima dove avevo viaggiato e che ben mi ricordo
                                            Grazie Kaonashi per le bellissime foto!

                                            In una si intravede la stazione d' arrivo i cui resti visibili sono oggi sul bagnasciuga.
                                            Peccato nessuno abbia una foto della stazione di partenza:chissa' come era fatta... magari come questa?

                                            Tu Kaonashi ti ricordi?

                                            Ultima modifica di piri229; 18-01-2011, 02:19.

                                            Commenta

                                            • piri229
                                              MODERATORE
                                              • Jan 2008
                                              • 373

                                              Dubito, la bus de tofana mi sembra che sia una poma...

                                              Commenta

                                              • carlo depi
                                                * Utente GOLD *
                                                • Nov 2008
                                                • 1262
                                                • Leit

                                                Per Piri 229: la bus tofana è una Nascivera, da un paio d'anni sono comparse le targhette della Doppel sui sostegni.
                                                Per quanto riguarda Spina (FE), la partenza era costituita da un edificio bianco in muratura.

                                                Commenta

                                                • RICK
                                                  Curioso
                                                  • Feb 2005
                                                  • 826
                                                  • ROMAGNA
                                                  • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                                  Originariamente inviato da carlo depi Visualizza il messaggio
                                                  Per quanto riguarda Spina (FE), la partenza era costituita da un edificio bianco in muratura.
                                                  Azz..mi piacerebbe tanto vedere una foto della stazione, magari dentro e fuori.
                                                  Nessuno ne ha una da pubblicare qui?
                                                  Oggi,da quel che ho potuto vedere, non ne esiste più traccia.
                                                  Strano che (una volta svuotato dai macchinari) non si sia riuscito a riutilizzare l' edificio (come successo altrove) per qualche uso in servizio al campeggio.
                                                  Ultima modifica di RICK; 21-01-2011, 22:19.

                                                  Commenta

                                                  • RICK
                                                    Curioso
                                                    • Feb 2005
                                                    • 826
                                                    • ROMAGNA
                                                    • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                                    Già che ci sono ho riesumato le foto che avevo fatto qualche anno fa quando andai alla ricerca della seggiovia perduta dei lidi ferraresi ...che condivido volentieri con voi

                                                    Qui sopra siamo all'inizio del viottolo che porta in spiaggia, la seggiovia scorreva parallela a questo e approssimativamente all' altezza del primo bidone giallo a sx

                                                    Forse l' edificio bianco che ricordava Carlo sorgeva in questo piazzale...?

                                                    ...o forse subito alle spalle, dentro al confine segnato dalla rete; magari nel 75 questi alberi qui ancora non c'erano...Carlo..Kaonashi aiutatemi voi.

                                                    L'unico referto trovato sul piazzale è questo che sembra il plinto in calcestruzzo di un palo segato...solo che e' cilindrico, mentre abbiamo visto che i sostegni erano di sezione rettangolare.

                                                    Dettaglio

                                                    altro piccolo indizio è questo palo di media tensione situato sempre in zona partenza



                                                    Nel campeggio ci sono parecchie decine di bungalow di questo tipo,dallo stile decisamente nordico e alquanto pittoreschi:D;l' autista dell' autobus mi ha raccontato che furono portati dal trentino prima dei lavori della seggiovia e montati dagli stessi operai che montarono la seggiovia e che l' utilizzavano come alloggio.

                                                    Incamminandomi verso la spiaggia, percorro alcuni tratti nella pineta che al tempo era la linea della seggiovia, cercando di individuare qualche plinto tra l' erba alta.. ahime' senza risultati.

                                                    Questo e' l' autobus che sostituisce il servizio della seggiovia

                                                    proseguendo verso la spiaggia mi guardo attorno:Il panorama sulle valli e' suggestivo e ben si inserisce nel contesto di questo campeggio immerso nel verde della riserva naturale della Sacca di Bellocchio..chissà la visuale dalla seggiovia!

                                                    Siamo in prossimita' della spiaggia, la seggiovia nella sua tratta terminale prima della stazione di arrivo,passava ove ora si trovano questi alberi

                                                    Vista dall'altra parte (guardando il viottolo verso il campeggio)

                                                    qui vediamo le cabine del bagno che nel frattempo sono state costruite...... fino poi ad arrivare al "pezzo forte"


                                                    ..ovvero l'unica testimonianza certa rimasta della seggiovia:UN PLINTO DELLA STAZIONE DI ARRIVO RIMASTA VISIBILE!!!:D

                                                    notate come il livello sia sensibilmente piu' basso della battigia soprastante, segno forse di un importante rimpascimento di sabbia che si è reso necessario per proteggere il campeggio dalle mareggiate

                                                    d'altronde e' impressionante vedere come in realtà se oggi la seggiovia esistesse ancora, senza poderosi interventi di arginazione,durante le maree sarebbe inesorabilmente immersa in acqua





                                                    L' autista del bus mi ha anche raccontato che l'idea della seggiovia per collegare la spiaggia al campeggio venne da uno dei soci del campeggio: Raul Gardini, in quanto lo stesso era anche entrato a far parte della compagine sociale della Nascivera.
                                                    Spero che la condivisione di queste foto (che in realtà non ritrae nessun impianto) non vi abbiano tediato oltremodo.
                                                    L' intento è ovviamente quello di ricostruire il piu' possibile la storia e l' originale collocazione dell'impianto attraverso le testimonianze visive di quel che resta visibile oggi, e quelle raccontate da coloro che ricordano.
                                                    Ultima modifica di RICK; 22-01-2011, 02:55.

                                                    Commenta

                                                    • Paolo67
                                                      Curioso
                                                      • Dec 2007
                                                      • 18

                                                      Originariamente inviato da RICK Visualizza il messaggio
                                                      Spero che la condivisione di queste foto (che in realtà non ritrae nessun impianto) non vi abbiano tediato oltremodo.
                                                      L' intento è ovviamente quello di ricostruire il piu' possibile la storia e l' originale collocazione dell'impianto attraverso le testimonianze visive di quel che resta visibile oggi, e quelle raccontate da coloro che ricordano.
                                                      Molto interessante, grazie.

                                                      Commenta

                                                      • massimo grecchi
                                                        Curioso
                                                        • Sep 2008
                                                        • 1506
                                                        • Piani Resinelli (LC)
                                                        • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                                                          DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                                                        Ottima indagine (stile madmax): fotografie, interviste, deduzioni... Peccato non poter recuperare i disegni (magari ancora presenti in Comune). E, chissà, l'autografo del grande Raul, patito d'avventura come pochi. Avventura come questa seggiovia. Estemporanea, tagliata seguendo la geometria di un ambiente privo di memoria, di giorno in giorno diverso fino a far dubitare di un'esistenza. Come successo a Raul...

                                                        Complimenti ancora, Rick.

                                                        Commenta

                                                        • kaonashi
                                                          Curioso
                                                          • Jul 2004
                                                          • 66
                                                          • Milano

                                                          Originariamente inviato da RICK Visualizza il messaggio
                                                          Grazie Kaonashi per le bellissime foto!
                                                          In una si intravede la stazione d' arrivo i cui resti visibili sono oggi sul bagnasciuga.
                                                          Peccato nessuno abbia una foto della stazione di partenza:chissa' come era fatta... magari come questa?
                                                          Tu Kaonashi ti ricordi?
                                                          Ma ricordo vagamente un piazzale dove si posteggiava che mi sembrava abbastanza grande ...e che prima di raggiungerla si trovavano diverse strade cieche, e un edificio bianco , ma siccome avevo 4 anni non immaginavo che sarebbe durata poco:-(...stupisce vedere tutta quella vegetazione nelle foto di oggi che allora sembrava di volare su una steppa...

                                                          Commenta

                                                          • kaonashi
                                                            Curioso
                                                            • Jul 2004
                                                            • 66
                                                            • Milano

                                                            altra foto


                                                            come si diceva era così


                                                            e ancora


                                                            e poi


                                                            e infine

                                                            Commenta

                                                            • RICK
                                                              Curioso
                                                              • Feb 2005
                                                              • 826
                                                              • ROMAGNA
                                                              • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                                              Bravissimo Kaonashi!
                                                              Ho notato che sulle stampe c'e' scritto Settembre 1969...allora avevo 7 mesi!! ..mentre la Nascivera aveva circa 1 anno e mezzo

                                                              Commenta

                                                              • kaonashi
                                                                Curioso
                                                                • Jul 2004
                                                                • 66
                                                                • Milano

                                                                In effetti le foto sono state scattate nell'Agosto e sviluppate tornati in città a Settembre, e non era la prima volta che c'ero stato ricordo...e allora avevo 4 anni^^''

                                                                Commenta

                                                                • RICK
                                                                  Curioso
                                                                  • Feb 2005
                                                                  • 826
                                                                  • ROMAGNA
                                                                  • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                                                  Originariamente inviato da Paolo67 Visualizza il messaggio
                                                                  Molto interessante, grazie.
                                                                  Originariamente inviato da massimo grecchi Visualizza il messaggio
                                                                  Ottima indagine (stile madmax): fotografie, interviste, deduzioni...
                                                                  Complimenti ancora, Rick.
                                                                  Grazie Paolo...grazie Massimo son felice che il mio mini reportage abbia risollevato interesse per questa seggiovia estinta dalla collocazione veramente singolare :D
                                                                  Ultima modifica di RICK; 18-09-2013, 23:47.

                                                                  Commenta

                                                                  • Rgancho
                                                                    Curioso
                                                                    • Oct 2008
                                                                    • 215
                                                                    • Roma

                                                                    se ho capito bene in quelle foto questa seggiovia aveva un anno e mezzo?
                                                                    e i piloni gia erano cosi arrugginiti!

                                                                    Commenta

                                                                    • massimo grecchi
                                                                      Curioso
                                                                      • Sep 2008
                                                                      • 1506
                                                                      • Piani Resinelli (LC)
                                                                      • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                                                                        DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                                                                      La salsedine (aggressione del cloro in aerosol) e una zincatura non ottimale (o verniciatura antiox non termica) portano a scoprire facilmente l'acciaio non trattato: avrebbero dovuto velare con olio di vaselina la superficie dei piloni almeno ogni 7-10 gg. Problema comune a tutti gli impianti (anche di distibuzione elettrica) fronte mare. Capitava anche ai vecchi relé telefonici... Quelli installati sulla Michelangelo e la Raffaello venivano ripuliti (anche sostituiti) ogni 30 gg. dalla Siemens (anni '60).

                                                                      Commenta

                                                                      • Rgancho
                                                                        Curioso
                                                                        • Oct 2008
                                                                        • 215
                                                                        • Roma

                                                                        si..si....capisco la salsedine...ma giustamente una verniciatura un po piu consistente ci voleva

                                                                        Commenta

                                                                        • Leonardo
                                                                          Curioso
                                                                          • Jan 2011
                                                                          • 4

                                                                          Ciao a tutti, è il mio primo messaggio qui sul forum e volevo contribuire con una foto della seggiovia di Spina scattata a giugno (svliluppata a luglio) del 69 da mio papa' a me che avevo 3 anni e mia mamma, non eravamo ospiti del campeggio ma di un hotel e un giorno andammo alla seggiovia perchè io ruppi parecchio per farci un giro !!
                                                                          Ciao a tutti
                                                                          Leonardo
                                                                          [IMG][/IMG]

                                                                          Commenta

                                                                          • carlort
                                                                            Curioso
                                                                            • Aug 2006
                                                                            • 168
                                                                            • Bergamo-Pila Valsesia

                                                                            Da bambino con la mia famiglia sono stato in vacanza al Lido di Spina; la prima volta nel 1977, ho chiesto ai miei genitori che sono assolutamente sicuri che in quell' anno non c'era traccia di nessuna seggiovia.

                                                                            Commenta

                                                                            • Paolok2
                                                                              MODERATORE
                                                                              • Mar 2004
                                                                              • 312
                                                                              • Genova
                                                                              • Upega, ormai è Imperia, la conoscete?
                                                                                Torrenti stretti e natura selvaggia, trote cattive. Secondo me è il posto più bello del mondo

                                                                              Qui trovate una foto di parte della linea datata 14 agosto 1968

                                                                              saluti, paolo

                                                                              Commenta

                                                                              • RICK
                                                                                Curioso
                                                                                • Feb 2005
                                                                                • 826
                                                                                • ROMAGNA
                                                                                • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                                                                Originariamente inviato da Paolok2 Visualizza il messaggio
                                                                                Qui trovate una foto di parte della linea datata 14 agosto 1968

                                                                                saluti, paolo
                                                                                Foto interessante..l'unica (finora) dove in fondo si intravede (seppure minuscola) la stazione di partenza apparentemente in muratura.

                                                                                Nessuno si ritrova delle foto con le stazioni di partenza e arrivo?

                                                                                Commenta


                                                                                • Le foto sono finite qui https://www.facebook.com/photo.php?f...type=1&theater

                                                                                  Commenta


                                                                                  • Commenta

                                                                                    • Fourclaz
                                                                                      Curioso
                                                                                      • Apr 2015
                                                                                      • 242
                                                                                      • Milano

                                                                                      Grazie mille a Francesco Nascivera per questo tesoretto!

                                                                                      Commenta

                                                                                      • franco.tollardo@gmail.com
                                                                                        Curioso
                                                                                        • Nov 2016
                                                                                        • 13
                                                                                        • Treviso

                                                                                        Qualche rettifica.....

                                                                                        Originariamente inviato da Werner Visualizza il messaggio
                                                                                        Confrontiamo un misero nudo pedone con un passeggero di una seggiovia biposto che devono entrambi andare al mare da un parcheggio distante 1 km.

                                                                                        Passeggero:
                                                                                        parcheggia l auto e passeggia 3 minuti in direzione trasversale rispetto alla meta finale per raggiungere la stazione seggioviaria.

                                                                                        perde 2 minuti per decidere chi dei 2 paga, tirare fuori il portafogli dalla borsa mare, mettersi in fila e fare il biglietto.

                                                                                        c' è magari una coda di "soli" 2 minuti per fare il biglietto.

                                                                                        c' è magari una coda di solo 1 minuto per imbarcarsi.

                                                                                        viaggio (1 km, 1.5 m/sec) 11 minuti.

                                                                                        sbarco e attendere il compagno 1 min.

                                                                                        marcia trasversale rispetto all asse della seggionvia perchè la meta finale è una spiaggia poco distante ma non esattamente in prossimità dell arrivo.
                                                                                        5 min.

                                                                                        Totale: minimo 14 min., massimo 25 min.


                                                                                        Pedone (5 km/h) 12 min.

                                                                                        Indipendentemente dagli orari
                                                                                        anche di notte , la domenica, e quando non c' è la corrente, in inverno.

                                                                                        Non è un problema portarsi dietro il windsurf (2 pers)

                                                                                        gratis

                                                                                        fà bene alla salute

                                                                                        Rispondo a Werner
                                                                                        1
                                                                                        In quegli anni i "bagnanti" si portavano da mangiare e da bere al mare, oltre sedie, sdraio, ombrelloni etc. etc.
                                                                                        Provi lei a piedi a farsi 1 km a piedi, sotto il sole, sovraccarico (magari anche con un bambino piccolo in braccio) e poi mi racconti.....
                                                                                        2
                                                                                        La seggiovia era riservata "prevalentemente" ai clienti del camping, che avevano accesso diretto senza pagare il biglietto
                                                                                        3
                                                                                        La seggiovia arrivava a poche decine di metri dal mare (così come oggi sono i bagni odierni), quindi nessuna camminata supplementare, né longitudinale né trasversale

                                                                                        L'idea era straordinaria per funzionalità ed originalità: purtroppo non esisteva la tecnologia per proteggerla dalla corrosione marina, per cui dopo solo sei anni la gestione fu costretta a smantellarla per non incorrere in costi insostenibili di manutenzione

                                                                                        L' autista del bus mi ha anche raccontato che l'idea della seggiovia per collegare la spiaggia al campeggio venne da uno dei soci del campeggio: Raul Gardini, in quanto lo stesso era anche entrato a far parte della compagine sociale della Nascivera.
                                                                                        Spero che la condivisione di queste foto (che in realtà non ritrae nessun impianto) non vi abbiano tediato oltremodo.
                                                                                        L' intento è ovviamente quello di ricostruire il piu' possibile la storia e l' originale collocazione dell'impianto attraverso le testimonianze visive di quel che resta visibile oggi, e quelle raccontate da coloro che ricordano.
                                                                                        Rispondo a Rick.
                                                                                        Assolutamente non vero.
                                                                                        Io ho progettato questa seggiovia ed ho lavorato per anni con Nascivera di Rovereto, di proprietà di Fulvio Nascivera.
                                                                                        Raul Gardini non ebbe nessun ruolo. L'impianto fu finanziato da Mario Dell'EVA.
                                                                                        Per dovere di cronaca.
                                                                                        Franco Tollardo

                                                                                        Commenta


                                                                                        • [MENTION=13376]franco.tollardo@gmail.com[/MENTION] Ma non esistevano tecniche di zincatura negli anni 70? Direi decisamente di si...

                                                                                          Commenta

                                                                                          • franco.tollardo@gmail.com
                                                                                            Curioso
                                                                                            • Nov 2016
                                                                                            • 13
                                                                                            • Treviso

                                                                                            Non tutto si può zincare.......e la corrosione marina non attacca solo le parti esterne, ne' solo quelle metalliche/meccaniche, ma distrugge(va) anche legno, plastica, gomma.....ed anche materiali inossidabili (avete mai visto un cuscinetto esposto al salmastro per lungo tempo?)
                                                                                            Specialmente in un impianto fermo e sottoposto a intemperie atmosferiche per almeno sei mesi all'anno!

                                                                                            - - - Aggiornato - - -

                                                                                            Nessuno di quelli menzionati arrivava direttamente sul mare ed era al servizio dei bagnanti!

                                                                                            Commenta

                                                                                            • Fulviodavis
                                                                                              Curioso
                                                                                              • Oct 2008
                                                                                              • 236
                                                                                              • Roma

                                                                                              Oggi, forte di quell'esperienza, come l'avresti fatto?

                                                                                              Commenta

                                                                                              • franco.tollardo@gmail.com
                                                                                                Curioso
                                                                                                • Nov 2016
                                                                                                • 13
                                                                                                • Treviso

                                                                                                Originariamente inviato da Fulvio Gazzani Visualizza il messaggio
                                                                                                Oggi, forte di quell'esperienza, come l'avresti fatto?


                                                                                                Oggi non si potrebbe più fare, per ragioni ambientalistico-burocratiche e finanziarie: investimento iniziale (che a suo tempo invece fu modesto) e costi di gestione sarebbero proibitivi nel 99% dei casi.
                                                                                                Forse in Medio oriente....dove hanno già buttato soldi realizzando piste da sci innevate! (al coperto però)

                                                                                                Commenta

                                                                                                • IlSommo
                                                                                                  Curioso
                                                                                                  • Sep 2020
                                                                                                  • 73
                                                                                                  • Pianura

                                                                                                  Buongiorno, ho visto adesso che si e' parlato della seggiovia del Camping Spina.
                                                                                                  Aggiungo qualcosa: Io sono stato al Camping Spina per la prima volta nel 1975 e l'impianto era fermo ma ancora completo.
                                                                                                  Mi fu raccontato che la seggiovia aveva funzionato fino all'anno prima, il 1974.
                                                                                                  Poi, negli anni successivi sono stati gradualmente rimossi seggiolini, cavo, piloni e, infine, la stazione di arrivo verso la spiaggia (ma mai nessun lavoro venne eseguito durante la stagione balneare).
                                                                                                  La stazione di partenza era una struttura a "ponte" in CLS armato. Non fu demolita.
                                                                                                  Verso il 1980 circa, fu trasformata in "servizio igienico" (WC, docce e lavabi) e cosi' rimase, almeno fino al 1989.
                                                                                                  La stazione di partenza e' ben visibile in questo video:
                                                                                                  https://www.youtube.com/watch?v=1la77xfRoYM

                                                                                                  Commenta

                                                                                                  • franco.tollardo@gmail.com
                                                                                                    Curioso
                                                                                                    • Nov 2016
                                                                                                    • 13
                                                                                                    • Treviso

                                                                                                    1967, secoli fa......fu un azzardo che non ebbe seguito, per ragioni tecniche e finanziarie. Ma Lido di Spina ne trasse comunque un grande beneficio pubblicitario. Da zona sconosciuta e semi-paludosa emerse alla ribalta nazionale grazie alla prima ed unica seggiovia mai costruita letteralmente sulla spiaggia. Il coraggioso cui va riconosciuto il merito si chiamava Mario Dell'Eva (qualche male informato ipotizza che ci fosse dietro Raoul Gardini, ma non è vero): Io ho progettato la seggiovia, ho partecipato a tutte le fasi negoziali e realizzative - lavoravo con Nascivera - e parlo con cognizione di causa.

                                                                                                    Commenta

                                                                                                    • franco.tollardo@gmail.com
                                                                                                      Curioso
                                                                                                      • Nov 2016
                                                                                                      • 13
                                                                                                      • Treviso

                                                                                                      Lei provi a lasciare, ancora oggi, un qualsiasi manufatto metallico zincato a regola d'arte fermo per sette-otto mesi ogni anno in riva al mare e poi ripassi a vedere i risultati: Senza contare i danni procurati dalla salsedine a tutti gli altri materiali non zincabili, quali ad esempio impianti e motori elettrici, gomma e legno........

                                                                                                      Commenta

                                                                                                      • IlSommo
                                                                                                        Curioso
                                                                                                        • Sep 2020
                                                                                                        • 73
                                                                                                        • Pianura

                                                                                                        Sicuramente un Personaggio, il Sig. Dell'Eva!
                                                                                                        Al Tempo (1975) era ancora Direttore del Camping Spina.
                                                                                                        Un giorno racconto' ai miei genitori che, appena acquistato il terreno, vi lascio' razzolare liberi alcune dozzine di tacchini per liberare la pineta dalle Vipere.
                                                                                                        Capito? Niente veleni! Ha usato il nemico naturale, in anni nei quali si usava ancora il DDT!
                                                                                                        Mi scuso per l'off Topic, era solo per fare capire quanto questo personaggio fosse geniale ed avanti, tanto da pensare di installare una seggiovia in pianura, al mare!

                                                                                                        Commenta


                                                                                                        • Lei provi a lasciare, ancora oggi, un qualsiasi manufatto metallico zincato a regola d'arte fermo per sette-otto mesi ogni anno in riva al mare e poi ripassi a vedere i risultati: Senza contare i danni procurati dalla salsedine a tutti gli altri materiali non zincabili, quali ad esempio impianti e motori elettrici, gomma e legno........
                                                                                                          Ora ci sono altri tipi di resine e materiali, soprattutto plastici, resistenti alla salsedine, ma in ogni caso è richiesta manutenzione continua giornaliera, si vede benissimo con l'impianto di Hong Kong, che anche se manutenuto continuamente, evidenzia chiaramente i segni di corrosione dati dalla salsedine.
                                                                                                          Semplicemente era proprio da non fare, soprattutto per un uso stagionale e lunghi periodi di fuori esercizio senza manutenzione.

                                                                                                          Commenta

                                                                                                          • RICK
                                                                                                            Curioso
                                                                                                            • Feb 2005
                                                                                                            • 826
                                                                                                            • ROMAGNA
                                                                                                            • Ebbene si'..son proprio io quello nella foto :O) - Misurina 1975 - ski lift *La Loita*

                                                                                                            (qualche male informato ipotizza che ci fosse dietro Raoul Gardini, ma non è vero)
                                                                                                            il male informato è da riferirsi all'autista del campeggio che guida la navetta sostitutiva della seggiovia, io mi sono limitato a riportare il suo racconto.

                                                                                                            Personalmente credo che l'impiego di vernici navali e quadristica stagna (tipo atex usata anche ai tempi nelle miniere) avrebbe dato maggiori chances di durata (fune a parte ovvio)

                                                                                                            Sarebbe curioso immaginarla oggi realizzata COMPLETAMENTE in acciaio inox (costi a parte)
                                                                                                            Ultima modifica di RICK; 14-06-2021, 16:00.

                                                                                                            Commenta

                                                                                                            • Werner
                                                                                                              * Utente GOLD *
                                                                                                              • Aug 2004
                                                                                                              • 2763
                                                                                                              • Ortisei (BZ)

                                                                                                              Generalmente, le funi a trefoli come si comportano? Avrei qualche dubbio ull inneficacia della zincatura, specie nelle zone di contatto, ma anche dell ingrassatura.
                                                                                                              La fune é piena di cavitá e fossette raccogliacqua. Non é una fune in pendenza.
                                                                                                              E la brina?
                                                                                                              I vari impianti al mare come fanno? Singapur, Hong Kong, ...

                                                                                                              Commenta

                                                                                                              • IlSommo
                                                                                                                Curioso
                                                                                                                • Sep 2020
                                                                                                                • 73
                                                                                                                • Pianura

                                                                                                                Divagazioni sul tema "una seggiovia al mare".

                                                                                                                Materiali - Acciaio inox: In ambito marittimo, inox significa AISI316.
                                                                                                                Al costo del materiale va aggiunto quello della lavorazione: L'AISI316 e' durissimo e le lavorazioni costano una fortuna in termini di utensileria.
                                                                                                                Posso immaginare la faccia di un fornitore di materiale funiviario che si vedesse arrivare i disegni dei componenti in AISI316: !
                                                                                                                Gli inox meno pregiati (e piu' lavorabili, 304 ad esempio) non fanno ruggine ma si ossidano (ed assottigliano) lo stesso. Non sono molto adatti all'uso marittimo (bulloneria, perni etcc).
                                                                                                                Inglesi e Tedeschi chiamano l'inox piu' propriamente "senza macchia" (Stainless / rostfrei).

                                                                                                                Remuneratività Impianto: Oggi la tendenza (leggi: esigenza) e' di avere impianti utilizzati sia in inverno che in estate, specie nelle localita' con pochi impianti. La montagna si e' attrezzata in tal modo: bike, "funbob", escursioni facilitate, etcc..
                                                                                                                Al mare... di fianco alla strada... La vedo piu' difficile.

                                                                                                                Una seggiovia in riva al mare e' stata e sarebbe anche oggi un sogno bellissimo, ma temo che tale rimarra'.​

                                                                                                                Commenta


                                                                                                                • Come fanno? Cambiano continuamente i componenti con piani di manutenzione ordinaria preventiva, anche se è buono si butta e si cambia prima che si rovini.

                                                                                                                  Ma siamo sinceri, non è che gli impianti Nascivera brillassero per resistenza alla corrosione anche in ambiente montano... soprattutto se verniciati.

                                                                                                                  Commenta

                                                                                                                  • gigiotto98
                                                                                                                    * Utente GOLD *
                                                                                                                    • Sep 2003
                                                                                                                    • 4295
                                                                                                                    • QUEBEC , Trento

                                                                                                                    Nel legno trattati non si possono usare viti zincate perché il legno trattato e’ troppo corrosivo. Infatti si usano viti in acciaio inossidabile oppure viti trattate con una resina eposissidica. Mi chiedo se lo stesso tipo di trattamento possa essere utile per evitare la corrosione in ambiente marino.
                                                                                                                    altro tipo di cosa fattibile, magri in congiunzione con quanto sopra sarebbe usare anodi sacrificali o protezione a corrente impressa.

                                                                                                                    Commenta

                                                                                                                    • faustodossi
                                                                                                                      Curioso
                                                                                                                      • Feb 2005
                                                                                                                      • 36
                                                                                                                      • Brentonico


                                                                                                                      be che dire una seggiovia made in Rovereto in tutto e per tutto...

                                                                                                                      Commenta

                                                                                                                      NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                                                                                                                      La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                                                                                                                      Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                                                                                                                      Sto operando...
                                                                                                                      X