annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Funivia Torre de' Busi - Coldara

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • sniek
    Curioso
    • Jan 2005
    • 79
    • Imbersago (Lecco)
    • Matteo

    Funivia Torre de' Busi - Coldara

    Una piacevole sorpresa durante una passeggiata in provincia di Lecco. La funivia dismessa Torre de'Busi - Coldara. Una guida dice che risale al 1928 ed è stata la prima funivia del genere in Italia e la seconda nel mondo...ma non so a cosa si riferisca.
    La stazione di partenza è ora irriconoscibile, il primo pilone è stato adibito ad altra funzione.



    Questa è la linea vista dal piazzale della stazione di valle



    Il secondo pilone appare invece misteriosamente completamente immerso in un intricatissimo bosco.





    Sono ben evidenti gli altri piloni della linea (secondo me ne manca uno all'appello).



    Dettaglio del III (o IV) traliccio





    Avrei voluto salire fino in cima, ma l'allergia mi ha costretto a un rapido rientro...

    Qualcuno ha foto storiche?
  • krisu
    MODERATORE
    • Mar 2004
    • 970
    • Innsbruck / Austria
    • * Progetto Cestovie: Tutte le cestovie del mondo --> www.retrofutur.org

    ^ #2
    Molto interessante sniek, bella ricerca. La tipologia dei piloni mostra bene l'arte della costruziona in c.a. di quei tempi, oggi scomparsa. Arte che era caratterizzata da strutture assai sottili difficili da costruire. Un po come i vecchi viadotti dell'atocamionale (autostrada A?) per Genova, oppure i "tralicci" alta tensione in c.a. che si trovono ancora al Sud qui e la (dove il gelo e meno distruttivo).

    Commenta

    • sniek
      Curioso
      • Jan 2005
      • 79
      • Imbersago (Lecco)
      • Matteo

      ^ #3
      Grazie Krisu!
      La cosa che mi ha colpito di più, infatti, è quanto sia tozzo il secondo pilone e quanto siano "leggeri" gli altri...o meglio...come stiano in piedi se sono esili nella parte inferiori e massicci in quella superiore! Non c'è nessuno che ha foto storiche di questo impianto?

      Commenta

      • Freya
        Curioso
        • Apr 2006
        • 198
        • Ladinia
        • "La funivia evoca un concetto che si potrebbe definire demiurgico. E' come se i passeggeri stipati in quella cabina sospesa mettessero la loro vita nelle mani di un gigante buono, invisibile, servizievole e, nella maggior parte dei casi, molto efficiente" (Frank Ferrand, "L'età d'oro degli sport invernali")

        ^ #4
        Bellissime foto !!

        Commenta

        • krisu
          MODERATORE
          • Mar 2004
          • 970
          • Innsbruck / Austria
          • * Progetto Cestovie: Tutte le cestovie del mondo --> www.retrofutur.org

          ^ #5
          hm...google non trova niente.
          ...aparte... http://www.funivie.org/pagine/funiga...torre_busi.htm
          :-)

          Commenta

          • Freya
            Curioso
            • Apr 2006
            • 198
            • Ladinia
            • "La funivia evoca un concetto che si potrebbe definire demiurgico. E' come se i passeggeri stipati in quella cabina sospesa mettessero la loro vita nelle mani di un gigante buono, invisibile, servizievole e, nella maggior parte dei casi, molto efficiente" (Frank Ferrand, "L'età d'oro degli sport invernali")

            ^ #6
            Che foto suggestive.... però la cabina dietro la rete dà un po' di tristezza...

            Commenta

            • andmann
              * Utente GOLD *
              • Aug 2003
              • 619
              • Roma

              ^ #7
              Ho trovato su internet un documento pdf, dal quale ho estrapolato questa immagine, con foto della cabina e tariffe dell'epoca.


              Commenta

              • Giovanni Moretti
                Curioso
                • Feb 2005
                • 141
                • Ferrara, Fodom

                ^ #8
                Originariamente inviato da sniek
                Grazie Krisu!
                La cosa che mi ha colpito di più, infatti, è quanto sia tozzo il secondo pilone e quanto siano "leggeri" gli altri...o meglio...come stiano in piedi se sono esili nella parte inferiori e massicci in quella superiore! Non c'è nessuno che ha foto storiche di questo impianto?
                Veramente molto interessanti. Vedere strutture reticolari in CA ormai è molto raro. Bisogna tenere conto però che lo spessore della parte superiore sarà sicurmente inferiore che quello delle travi che compongono la truttura reticolare sottostante.

                Commenta

                • Paolo
                  ADMIN
                  • Jul 2003
                  • 23118
                  • FVG

                  ^ #9

                  > Linea disponibile in Mondo Funiviario <

                  Chi era il costruttore?

                  Commenta

                  NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                  La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                  Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                  Sto operando...
                  X