annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Prima funivia nel mondo e in italia

Comprimi
Questa è una discussione evidenziata.
X
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • Ski Civetta
    * Utente GOLD *
    • Sep 2004
    • 885
    • Bologna - Selva di Cadore
    • Ski Civetta

    Prima funivia nel mondo e in italia

    quale è stato il primo impianto in Italia
  • gigiotto98
    * Utente GOLD *
    • Sep 2003
    • 4006
    • QUEBEC , Trento

    ^ #2
    Il primo al mondo! E' stato a Bolzano. Però era ancora impero asburgico.

    Commenta

    • Paolo
      ADMIN
      • Jul 2003
      • 23118
      • FVG

      ^ #3
      Funivia del Colle a Bolzano, seguita dalla funivia del san vigilio a lana 1912

      Commenta

      • Ski Civetta
        * Utente GOLD *
        • Sep 2004
        • 885
        • Bologna - Selva di Cadore
        • Ski Civetta

        ^ #4
        e la funivia di bolzano di che anno è

        Commenta

        • krisu
          MODERATORE
          • Mar 2004
          • 970
          • Innsbruck / Austria
          • * Progetto Cestovie: Tutte le cestovie del mondo --> www.retrofutur.org

          ^ #5
          Ed il primo impianto nel italia italiano quale fu?

          Commenta


          • ^ #6
            Originariamente inviato da krisu
            Ed il primo impianto nel italia italiano quale fu?

            Sai dirmi qual' è il primo impianto austriaco (per il trasporto di persone)? e dov' è situato

            Danke!

            Commenta

            • krisu
              MODERATORE
              • Mar 2004
              • 970
              • Innsbruck / Austria
              • * Progetto Cestovie: Tutte le cestovie del mondo --> www.retrofutur.org

              ^ #7
              Quello di Luis Zuegg a Bozen e stato il primo impianto austriaco......

              Commenta

              • Paolo
                ADMIN
                • Jul 2003
                • 23118
                • FVG

                ^ #8
                Il primo del mondo è il Colle; il primo italiano mah...qualcosa nel ventennio?

                Commenta

                • Paolo
                  ADMIN
                  • Jul 2003
                  • 23118
                  • FVG

                  ^ #9
                  Inaugurazioni:

                  - Funivia del Colle 29/06/1908
                  - Lana – San Vigilio sistema Ceretti e Tanfani+Zuegg 31 agosto del 1912
                  - Rinnovo Colle sistema Bleichert 15 luglio 1914
                  - Trento – Sardagna sistema Othmar Haas 6 agosto 1925
                  - Zambiana – Fai sistema Wisniska 1 ottobre 1925
                  - Cortina – Pocol sistema Ceretti e Tanfani 2 settembre 1926.
                  - Oropa-Mucrone ditta Zuegg di Merano 15 settembre 1926

                  Ispezione delle funi della funivia Finestrelle Depot-Prà Catinat, 1929

                  Commenta

                  • gigiotto98
                    * Utente GOLD *
                    • Sep 2003
                    • 4006
                    • QUEBEC , Trento

                    ^ #10
                    Però a me risultano impianti per scopi militari misti giòà dalla fine dell'800.

                    Commenta

                    • Daniele-bg
                      * Utente GOLD *
                      • Jun 2005
                      • 55
                      • Alzano Lombardo (BG)
                      • Stazione meteo di Alzano Lombardo (BG) alzanometeo.it

                      ^ #11
                      Leggete qui http://www.atb.bergamo.it/1notizia.asp?IDCategoria=23
                      In poche parole la prima funicolare, quella di Bergamo Alta, fu costruita nel 1887.

                      Commenta

                      • Fischer
                        Curioso
                        • Sep 2005
                        • 206

                        ^ #12
                        Credo possa essere citato uno dei primi trenini delle Alpi fatto costruire nel 1866 dai Savoia (Vittorio Emanuele II primo Re d'ITALIA) tra Susa e Lanslebourg , ardito per i tempi saliva fino ai 2082 del colle del Moncenisio e valicava le Alpi tra Italia e Francia.

                        prendo spunto da sito per info precise
                        I lavori di costruzione iniziarono il 1 maggio 1866 e la linea fu inaugurata il 15 giugno 1868, la lunghezza era di 77,8 Km. I tratti di maggiore pendenza erano armati di una terza rotaia centrale rialzata che permetteva di migliorare l'aderenza artificiale. La locomotiva costruita appositamente per questo impiego era di piccole dimensioni, come pure tutto il convoglio composto da non più di 3/4 vagoni.

                        Seguendo oggi la strada e ritrovando gallerie, muraglioni, trincee si può valutare al vero quante difficoltà furono affrontate, e l'entità dei lavori eseguiti. Attualmente per andare da Susa al Moncenisio basta mezz'ora di comodo viaggio in automobile, per contro il trenino Fell del 1868, che viaggiava coraggiosamente anche in pieno inverno affrontando neve e bufere, arrampicandosi con piccole locomotive su pendenze e curve inverosimili, impiegava anche 5 ore per compiere il tragitto completo. Molte erano le persone che tenevano in efficienza la strada ferrata come pure la strada ordinaria e i vari ricoveri di colore rosso che troviamo sulla strada, rappresentavano il loro rifugio.
                        Elenchiamo qua di seguito e mostriamo le immagini dei punti in cui si trovano parti riconoscibili della linea: le indicazioni del lato destro o sinistro si intendono riferite alla S.S. n. 25 e sono riferite al chilometraggio con partenza da Torino. (E' possibile trovare le indicazioni chilometriche, incise sulle pietre bianche al lato della strada). In alcuni punti, ad esempio per le gallerie a lato della strada, l'individuazione è facile e immediata, in altri occorre lasciare la statale e addentrarsi a piedi nel terreno.

                        Commenta

                        • Fischer
                          Curioso
                          • Sep 2005
                          • 206

                          ^ #13
                          foto


                          foto del trenino

                          Commenta

                          • ioannesg
                            Curioso
                            • Sep 2005
                            • 229
                            • Roma, San Martino di Castrozza
                            • Giovanni

                              "Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?" (EcceBombo)

                            ^ #14
                            Deevo approfondire l'argomento, è moooolto interessante.

                            Tra gli impianti, se non ricordo male, c'è una seggiovia costruita nel 1885 a Roma nel quartiere Flaminio, ma dovrei ricercare meglio le informazioni...

                            Commenta

                            • Fischer
                              Curioso
                              • Sep 2005
                              • 206

                              ^ #15
                              Altro monumento ancora esistente e funzionante è la cremagliera di Sassi Superga (Torino) del 1884
                              La storica tranvia a dentiera Sassi - Superga è unica in Italia nel suo genere. E' la continuazione di una tradizione ultracentenaria iniziatasi il 26 aprile 1884 con la prima corsa effettuata dalla funicolare costruita con il sistema Agudio: il trenino era mosso da un motore trainante una fune d'acciaio che scorreva parallelamente al binario su pulegge sistemate lungo il percorso. La linea fu poi trasformata, nel 1934, in tranvia a dentiera con trazione a rotaia centrale ed oggi, completamente ripristinata, offre ai visitatori un viaggio d'altri tempi sulle carrozze originarie e un panorama indimenticabile.

                              Il percorso si sviluppa per 3.100 metri tra la stazione di Sassi (sita a Torino in piazza Modena, a 225 metri s.l.m.) e la stazione di Superga (a 650 metri s.l.m.). Il dislivello totale di 425 metri è superato con una pendenza media del 13,5%, con punte massime del 21% nel tratto finale tra Pian Gambino e la Stazione di Superga.

                              All'arrivo a Superga si può ammirare uno splendido panorama su Torino e le Alpi, visitare la Basilica di Superga edificata dallo Juvarra e le tombe reali dei Savoia.

                              La biglietteria si trova all'interno della stazione di Sassi. All'interno della stazione di Sassi si può visitare il museo storico della tranvia, mentre all'interno della stazione di Superga il Centro Visite dell'Ente Parchi della Collina di Superga ospita una serie di iniziative rivolte a studenti ed adulti al fine di migliorare la conoscenza dell'ambiente circostante. Presso la stazione di Sassi è attivo un servizio di bar-pizzeria-ristorante.

                              Il collegamento della tranvia è gestito mediante un convoglio composto di motrice e sino ad un massimo di due vetture rimorchiate, con capacità complessiva di 210 passeggeri.

                              Nei pomeriggi delle giornate festive (non nel periodo invernale), il servizio è raddoppiato mediante utilizzo contemporaneo di due convogli.

                              Il servizio è accessibile anche alla clientela disabile nei pomeriggi dei mercoledì e sabati mediante assistenza di due accompagnatori, previa prenotazione presso gli uffici dei servizi turistici GTT.

                              Commenta

                              • campolino
                                * Utente GOLD *
                                • Feb 2004
                                • 1535
                                • Firenze Le Regine (PT)

                                ^ #16
                                Ma come è possibile che a Roma sia stata costruita una seggiovia nel 1885, quando la storia ci insegna che il primo impianto di questo genere vide la luce sulle nevi di Sun Valley (Idaho) nel 1935?

                                Commenta

                                • campolino
                                  * Utente GOLD *
                                  • Feb 2004
                                  • 1535
                                  • Firenze Le Regine (PT)

                                  ^ #17
                                  Funivia Oropa-Lago del Mucrone 1926 (Zuegg)
                                  Funivia Cortina Pocol 1926 (Ceretti e Tanfani)
                                  Funivia Merano Avelengo 1927 (Zuegg)
                                  Funivia Fenestrelle - Sanatorio Agnelli 1928 (Ceretti e Tanfani)
                                  Funivia Torre dei Busi - Valcava 1928 (Zuegg e Holzl)
                                  Funivia Bologna S. Luca 1931 (Officine Meccaniche di Bressanone)
                                  Funivia Sestriere - Alpette 1932 (A. Bleichert)
                                  Funivia Monte Sises 1932 (A. Bleichert)
                                  Funivia Sestriere - Banchetta 1933 (A. Bleichert)
                                  Funivia Varallo Sesia - Sacro Monte 1933 (Ceretti e Tanfani)
                                  Funivia Fonte del Cerreto - Campo Imperatore 1934-36 (Ceretti e Tanfani)
                                  Funivia Rapallo Montallegro 1935 (Agudio)
                                  Funivia Ortisei Alpe di Siusi 1935 (Zuegg)
                                  Funivia Breuil Plan Maison 1936 (Ceretti e Tanfani)
                                  Funivia Bolzano S. Genesio 1937 (Gnaddinger)
                                  Funivia S. Remo-S.Romolo(I), S. Romolo - Campo Golf(II), Campo Golf
                                  Monte Bignone 1937
                                  Funivia Sestriere - Fraiteve 1938 (A. Bleichert)
                                  Funivia Pian dei Valli Terminilluccio 1938 (Ceretti e Tanfani)
                                  Funivia Plan Maison -Cime Bianche-Plateau Rosa 1939 (Agudio)
                                  Funivia Cortina Mandres-Mandres Faloria 1939 (ceretti e Tanfani)
                                  queste dovrebbero essere le funivie dal 1920 al 1940 costruite in Italia.

                                  Commenta

                                  • Werner
                                    * Utente GOLD *
                                    • Aug 2004
                                    • 2591
                                    • Ortisei (BZ)

                                    ^ #18
                                    Re: Primo impianto in italia

                                    Originariamente inviato da Ski Civetta
                                    quale è stato il primo impianto in Italia
                                    Alla fiera di Milano la Ceretti e Tanfani costuì una funivia temporanea,
                                    un pò come oggigiorno Leitner e Doppelmayr costruiscono telecabine intorno alle esposizioni di carattere mondiale.
                                    Come data era pressapoco concorrente alla funiva del Colle-Kohlern del 1908.

                                    Commenta

                                    • colombo
                                      Curioso
                                      • Jan 2005
                                      • 7
                                      • Milano

                                      ^ #19
                                      Vi invio a tutti Voi queste foto dell'archivio Ceretti Tanfani
                                      La prima è la funivia di Lana - San Vigilio (1à funivia con pali intermedi) costruita nel 1912, la seconda è un'immagine dell'esposizione di Osaka.


                                      Commenta

                                      • campolino
                                        * Utente GOLD *
                                        • Feb 2004
                                        • 1535
                                        • Firenze Le Regine (PT)

                                        ^ #20
                                        Le prime funivie del mondo sono del 1908, Bolzano Colle e Wetterhorn nell'Oberland Bernese. Bisognerebbe capire quale sia stata delle due la prima.

                                        Commenta

                                        • campolino
                                          * Utente GOLD *
                                          • Feb 2004
                                          • 1535
                                          • Firenze Le Regine (PT)

                                          ^ #21
                                          Ti ringrazio Braza70 per la precisazione, ho confuso i tronchi.
                                          Ecco la foto della funivia del Wetterhorn considerata la prima funivia del mondo. Era chiamato l'ascensore delle Alpi

                                          Commenta

                                          • lui
                                            lui
                                            Curioso
                                            • Feb 2005
                                            • 41
                                            • prov. Lecco

                                            ^ #22
                                            Non vorrei dire una cazzata ma una delle prime funivie funzionanti in Italia fu la Torre de Busi-Valcava 1925-1977
                                            Si può notare una cosa particolare ed emblematica nelle foto quì sotto linkata che ho trovato nella fotogallery

                                            http://www.funivie.org/pagine/funiga...torre_busi.htm

                                            Commenta

                                            • Werner
                                              * Utente GOLD *
                                              • Aug 2004
                                              • 2591
                                              • Ortisei (BZ)

                                              ^ #23
                                              Originariamente inviato da campolino
                                              Le prime funivie del mondo sono del 1908, Bolzano Colle e Wetterhorn nell'Oberland Bernese. Bisognerebbe capire quale sia stata delle due la prima.
                                              Sul libro di Schmoll c' è scritto che la funivia del Wetterhorn andò in esercizio 4 settimane dopo quella di Colle-Kohlern

                                              Scrive però anche che in Nuova Zelanda ci fù in impianto a fune per il trasporto pubblico di persone per attraversare un fiume,
                                              che rimase in esercizio per ben 12 anni prima che venne sostituito con un ponte.
                                              è andato in esercizio 30 anni prima degli impianti europei !

                                              Commenta

                                              • daniele
                                                Curioso
                                                • Nov 2004
                                                • 39

                                                ^ #24

                                                Einwagen-Seilbahn mit sechs Tragseilen nach dem Patent von Torres, San Sebastian (Spanien) 1907

                                                Commenta

                                                • Paolo
                                                  ADMIN
                                                  • Jul 2003
                                                  • 23118
                                                  • FVG

                                                  ^ #25
                                                  Esiste ancora un impianto con quel semicerchio sopra le funi sopra le cascate del Niagara; impianto del 1916



                                                  http://www.infoniagara.com/attractions/aero.html

                                                  Commenta

                                                  • PIEFFE
                                                    Curioso
                                                    • Sep 2005
                                                    • 1
                                                    • Firenze

                                                    ^ #26


                                                    Foce del Pallone: il nome di questo passo è dovuto al fatto che qui si trovava la stazione di arrivo di una teleferica e la storia di questa è veramente interessante. Infatti nell’estate del 1910 fu realizzato un collegamento tra l’Albergo Alto Matanna e la zona di Grotta all’ Onda posta 300 metri più a valle: una navicella, trainata da un pallone aerostatico fatto scorrere a guisa di funicolare su un cavo sorretto da piloni, trasportava le persone fino alla Foce (che poi prese il nome dal pallone) dove le attendeva una carrozza trinata da cavalli che le portava fino all’albergo. L’ aeronave poteva trasportare fino a sette persone e funzionò egregiamente per tutta l’estate della sua inaugurazione, facendo sperare in un notevole sviluppo turistico della zona: purtroppo, però, nell’ inverno successivo tutta la struttura fu distrutta da un uragano e non venne più ricostruita.

                                                    Tratto dal sito:

                                                    http://www.ursea.it/alpiapuane/matan...te_matanna.htm

                                                    Commenta

                                                    • synapse
                                                      * Utente GOLD *
                                                      • Mar 2004
                                                      • 388
                                                      • Arma di Taggia (IM)


                                                      ^ #27
                                                      Originariamente inviato da campolino
                                                      una storica funivia
                                                      Fonte del Cerreto Campo Imperatore 1934-36


                                                      Ragazzi cerchiamo di non aprire troppi topic tutti uguali, è bene fare una ricerca con l' apposito bottone prima di iniziare una nuova discussione, confidiamo nel vostro cordiale aiuto, grazie

                                                      Commenta

                                                      • digitos
                                                        Curioso
                                                        • Dec 2004
                                                        • 97
                                                        • Lecco

                                                        ^ #28
                                                        Girovagando su internet per cercare l'impianto di risalita più vecchio in Italia, ho scoperto che la prima seggiovia a tre posti costruita in Svizzera è del 1981 e fu realizzata a Bettmeralp.

                                                        Comunque sapevo che la seggiovia del Col Alto di Corvara deteneva qualche record in fatto di longevità, o no?

                                                        Commenta

                                                        • Paolo
                                                          ADMIN
                                                          • Jul 2003
                                                          • 23118
                                                          • FVG

                                                          ^ #29
                                                          Altra immagine di San Sebastian

                                                          Commenta

                                                          • malagutista
                                                            Curioso
                                                            • Jan 2004
                                                            • 307
                                                            • Alpi centrali
                                                            • Non esistono problemi. Esistono solo soluzioni.

                                                            ^ #30
                                                            La prima funivia "italiana" potrebbe essere stata la Merano-Avelengo.

                                                            Era stata realizzata da Zuegg nei primi anni 20 e inizialmente non ottenne il collaudo, perché in Italia a quell'epoca non esistevano norme che regolamentavano gli impianti a fune. Dopo la visita dell'impianto da parte di una commissione appositamente istituita e inviata da Roma nel '23 l'impianto venne aperto al pubblico.

                                                            Dato che la provincia di Bolzano era passata all'italia dopo il '18, questa volendo potrebbe essere considerata la prima funivia italiana. A meno che non scoprissimo che ce n'é una costruita prima.

                                                            Commenta

                                                            • Nicolò
                                                              Utente
                                                              • Nov 2004
                                                              • 224
                                                              • Zürich (CH) / Falcade (I)

                                                              ^ #31
                                                              Domanda del Trivial Pursuit

                                                              Purtroppo questa è una richiesta che mi è giunta da amici che hanno passato la notte di capodanno a giocare a Trivial e non so essere più preciso in quanto non direttemente coinvolto nel gioco.
                                                              Una domanda del Trivial chiederebbe qual'è la località in cui fu costruito il primo impianto a fune d'Italia (non so se la domanda si limiti a trasporto persone civili o includa anche trasporto materiali o usi militari). La risposta è San Vigilio di Marebbe.
                                                              Da quanto vedo nei post precedenti la risposta sembrerebbe sbagliata. Cosa ne pensate? C'è qualche appassionato di Trivial che ha incontrato questa domanda?
                                                              Grazie

                                                              Commenta

                                                              • campolino
                                                                * Utente GOLD *
                                                                • Feb 2004
                                                                • 1535
                                                                • Firenze Le Regine (PT)

                                                                ^ #32
                                                                l'errore deriva sicuramente dal fatto che il gioco ha confuso S. Vigilio di Marebbe con Lana S. Vigilio

                                                                Commenta

                                                                • piri229
                                                                  MODERATORE
                                                                  • Jan 2008
                                                                  • 374

                                                                  ^ #33
                                                                  Un interessantissimo documento preso in prestito dal sito A.N.I.T.I.F.:

                                                                  Un po' di storia degli impianti a fune:

                                                                  Cominciando a parlare di “impianti a fune” o se vogliamo di “funivie” non possiamo non notare che risulta fondamentale la parola “fune”. Crediamo che l'uso di funi si perda nella notte dei tempi e probabilmente le prime funi erano costituite da tendini di animali e/o da liane: sicuramente in tempi successivi si è sviluppata l'idea d'intreccio di fili sia di origine animale che vegetale per aumentarne la resistenza. Sappiamo che sia i cinesi che gli egiziani utilizzavano funi molti secoli a.C. e che sapevano produrre fili anche dai metalli. Non abbiamo molti reperti storici: in Italia a Pompei è stato ritrovato uno spezzone di fune di rame fabbricato con 3 trefoli di 19 fili ciascuno. Lo stesso Leonardo da Vinci cita l'esistenza di funi sia in acciaio che in rame i cui fili erano sicuramente ottenuti per forgiatura. Ma le prime funi erano sicuramente eseguite con vegetali intrecciati ed usate per la costruzione di ponti sospesi.
                                                                  Desta ancor oggi meraviglia sapere che gli Inca avevano standardizzato la costruzione di ponti sospesi eseguendoli in pochi giorni di lavoro, utilizzando ed intrecciando la paglia esistente sul posto per formare funi a più trefoli. Quattro grosse funi collegate tra loro costituivano il piano di calpestio che sopportava il peso di due uomini accompagnati da due lama carichi, mentre altre funi più sottili formavano il parapetto. Quindi liane o specifiche funi hanno aiutato l'uomo a superare fiumi o profondi avvallamenti.
                                                                  Certamente la realizzazione di una fune portante tesa ed ancorata alle estremità lungo la quale far scorrere dei carichi, magari a mezzo di una fune traente o sfruttando la gravità, si perde anch'essa nelle profondità della storia.

                                                                  funivia per il trasporto di persone costruita sul confine tra Venezuela e Columbia attorno al 1550 dagli spagnoli
                                                                  ricostruzione della funivia di Buonaiuto Lorini del 1600 circa
                                                                  funivia con anello trattivo destinata al trasporto di persone sopra un fiume di Faustus Verantius del 1610 circa

                                                                  Un altro salto di tecnologia è documentato con la costruzione di una funivia monofune destinata alla costruzione di un bastione della città di Danzica. I sostegni erano in legno e la fune portante-traente in canapa trasportava i cesti in vimini che contenevano il materiale necessario ad erigere la fortificazione.
                                                                  Quindi già agli inizi del 1600 si era inventata la seggiovia monofune.
                                                                  funivia monofune per trasporto materiali di Adam Wybe nel 1644
                                                                  Leupold: la macchina di Danzica nel 1724
                                                                  Tra il 1400 ed il 1800 vennero fatti molti tentativi per costruire funi con fili di acciaio trafilati piuttosto che forgiati: ciò avrebbe permesso di elevare notevolmente la tensione nelle funi e quindi di realizzare impianti molto più performanti. Solamente agli inizi del 1800 si cominciarono ad impiegare e costruire funi in acciaio trafilato. Nel 1834 Albert di Clausthal costruì una fune in acciaio lunga 605 metri, avente un diametro di 18 mm e composta da 3 trefoli di quattro fili ciascuno avente una resistenza a trazione di 55 kg/mmq. Tale lunghezza fu ottenuta inserendo i fili opportunamente sfalsati nei trefoli: infatti la lunghezza massima allora ottenibile per ciascun filo era pari a 40 metri circa. Albert di Clausthal che lavorava nelle miniere contribuì fortemente allo sviluppo delle funi trafilate tanto che già nel 1850 tutte le miniere usavano regolarmente funi in acciaio con sei trefoli. La necessità di potenziare il trasporto di materiali nelle miniere contribuì fortemente a migliorare la tecnologia del trasporto a fune anche con l'introduzione di dispositivi di ammorsamento automatico alla fune. Von Ducher costruì nel 1879 una teleferica bifune (con fune portante e traente distinte) lunga quasi due kilometri ed avente dislivello di 41 metri. I sostegni erano ancora di legno ma erano dotati di scarpe per l'appoggio delle funi portanti e di rulli per la fune traente. Il dispositivo di agganciamento dei vagoncini alla fune era del tipo a vite brevettato dall'ing. austriaco Theobald Obach. Lo stesso Obach successivamente fondò la prima casa costruttrice d'impianti a fune dell'impero Austro-Ungarico.
                                                                  Praticamente ormai tutta la tecnologia necessaria alla costruzione d'impianti era nota e vi fu un notevole sviluppo. In Italia la prima casa costruttrice fu fondata dagli Ing. Cerretti e Tanfani nel 1894. Un fondamentale passo in avanti fu ottenuto grazie al miglioramento delle caratteristiche meccaniche delle funi che già agli inizi del 1900 potevano vantare una resistenza meccanica di 180 kg/mmq.
                                                                  Anche le funicolari per il trasporto persone, ove le vie di corsa sono costituite da una rotaia, ebbero un notevole sviluppo e parallelamente i piani inclinati per il trasporto di materiali.
                                                                  Possiamo ritenere che la prima funivia di tipo moderno con sostegni in acciaio fu costruita nel 1912 per collegare Lana a S.Vigilio presso Merano ed era adibita a trasporto di persone. La costruzione fu eseguita dalla Cerretti e Tanfani su progettazione iniziale dell'Ing. Emil Strub. Tale notevole progetto fu portato a termine dall'Ing. Luis Zuegg. Era costituita da due tronchi con lunghezza ciascuno superiore a 1000 metri e dislivello ciascuno superiore a 500 metri: aveva ben 39 sostegni e la campata più lunga era di 250 metri. La vettura del peso di 4000 kg portava 16 persone alla velocità di 2,5 m/sec. Le funi portanti avevano un diametro di ben 60 mm, grado di sicurezza 10, ed erano formate da 34 trefoli di 7 fili ciascuno: le funi traenti avevano diametro di 30 mm, anima centrale in canapa, ed erano composte da 42 fili. Questo impianto aveva anche delle funi laterali di guida per limitare le oscillazioni laterali delle vetture e motore di recupero.
                                                                  Tale impianto era dotato di un freno elettromagnetico di servizio a mancanza di corrente, di un freno di emergenza a mano e di un ulteriore freno di servizio manuale. Vi era il dispositivo centrifugo di controllo della velocità massima e l'arresto automatico delle vetture in fine corsa.
                                                                  Le vetture avevano illuminazione, telefono e vi era perfino il freno di vettura. A seguire un'immagine di questa funivia.

                                                                  La prima guerra mondiale contribuì a dare impulso a questa tipologia di trasporto con la realizzazione di impianti molto leggeri e facilmente montabili che servivano per il trasporto di vettovaglie ed il recupero dei feriti dal fronte di guerra solitamente posto in alta montagna. Per ovvi motivi di risparmio si cominciò a realizzare impianti con campate molto lunghe. L'ing. Luis Zuegg, quale responsabile della costruzione degli impianti a fune per l'esercito austriaco, realizzò centinaia di teleferiche militari accumulando una notevole esperienza che mise a frutto terminata la guerra. Fu il primo a progettare impianti con tensione delle funi molto alta (la tecnologia delle funi ormai lo permetteva): ciò consentiva d'inserire in linea un minor numero di sostegni e, flettendo meno la fune sotto carico, si potè aumentare la velocità degli impianti. Nel 1923 la funivia Merano-Avelengo era decisamente un impianto di concezione moderna.
                                                                  Tra le due guerre si comincia a sentire l'esigenza del trasporto invernale per un meno faticoso utilizzo degli sci.
                                                                  Attorno al 1935 vedono la luce le prime slittovie (una grande slitta su cui gli sciatori stavano in piedi trascinata a monte da una fune) e le prime sciovie costruite in Italia dalla ditta Graffer.
                                                                  Subito dopo la seconda guerra mondiale compaiono le prime seggiovie ad ammorsamento fisso con portate di 200 -:- 400 persone/ora che daranno un forte impulso al turismo invernale.
                                                                  Dopo gli anni 1960 le necessità di trasporto di persone a scopo turistico aumentano ed aumentano decisamente le portate degli impianti di risalita.
                                                                  Oggi esistono impianti di risalita con capacità di trasporto anche di 3600 persone/ora ed in qualche fortunato caso si riescono a trasportare fino a due milioni di persone/anno.
                                                                  Vi invito a visitare la pagina originale in cui ci sono anche alcune immagini molto interessanti: http://www.anitif.org/storiafunivie.aspx .

                                                                  Commenta

                                                                  • Lele
                                                                    * Utente GOLD *
                                                                    • Sep 2005
                                                                    • 490
                                                                    • Lavizzara

                                                                    ^ #34
                                                                    Per chi interessa una delle cabine della funivia Wetterhorn ( per intenderci quella raffigurata nella cartolina postata più in dietro con il cavo che passa praticamente attraverso alla cabina...) è esposta al museo dei trasporti a Lucerna.

                                                                    Ciao Lele

                                                                    Commenta

                                                                    • Paolo
                                                                      ADMIN
                                                                      • Jul 2003
                                                                      • 23118
                                                                      • FVG

                                                                      ^ #35

                                                                      Commenta

                                                                      • sarvino
                                                                        Curioso
                                                                        • Jul 2010
                                                                        • 103
                                                                        • Chianti

                                                                        ^ #36
                                                                        Il primo in Italia a sapere mio è sulle alpi apuane e collegava Pietrasanta con le montagne sul retro ecco il link impianto super fantascientifico: http://www.escursioniapuane.com/SDF/Funicolare.html

                                                                        Commenta

                                                                        • Paolo
                                                                          ADMIN
                                                                          • Jul 2003
                                                                          • 23118
                                                                          • FVG

                                                                          ^ #37
                                                                          Era questa http://www.funiforum.org/funiforum/showthread.php?t=292

                                                                          Commenta

                                                                          • GiorgioXT
                                                                            * Utente GOLD *
                                                                            • Jun 2005
                                                                            • 1324
                                                                            • Padova & Tai di Cadore

                                                                            ^ #38
                                                                            Funivia per l'esposizione di Genova 1914 - e penso proprio sia in assoluto la prima bifune

                                                                            Commenta

                                                                            • Paolo
                                                                              ADMIN
                                                                              • Jul 2003
                                                                              • 23118
                                                                              • FVG

                                                                              ^ #39
                                                                              Intesa come doppia portante moderna penso proprio di si

                                                                              Commenta

                                                                              • GiorgioXT
                                                                                * Utente GOLD *
                                                                                • Jun 2005
                                                                                • 1324
                                                                                • Padova & Tai di Cadore

                                                                                ^ #40
                                                                                Ma in realtà il primato è ancora Italiano : le due funivie di Torino dell'esposizione Universale 1911 , addirittura due : una va-e-vieni ed una cabinovia ad ammorsamento , Badoni e Mancini/Cables et Monorails.
                                                                                Qui diverse immagini
                                                                                http://www.mqcvisions.net/TorinoSpar...Page_0939.html

                                                                                Commenta

                                                                                • GiorgioXT
                                                                                  * Utente GOLD *
                                                                                  • Jun 2005
                                                                                  • 1324
                                                                                  • Padova & Tai di Cadore

                                                                                  ^ #41

                                                                                  Ed eccolo qui : Henry / Enrico Mancini sulla stazione - è chiaramente una teleferica materiali adattata
                                                                                  , sul forum cugino francese Remontees c'è molto materiale su questo vero pioniere

                                                                                  Commenta

                                                                                  • Paolo
                                                                                    ADMIN
                                                                                    • Jul 2003
                                                                                    • 23118
                                                                                    • FVG

                                                                                    ^ #42
                                                                                    C'è un topic per quelle, erano Badoni, manteniamo l'ordine

                                                                                    Commenta

                                                                                    • FuniCampo57
                                                                                      Utente Sapiens
                                                                                      • Nov 2016
                                                                                      • 657
                                                                                      • Como e Campodolcino

                                                                                      ^ #43


                                                                                      Sembra un impianto Agudio a giudicare dalle "Mensole" porta rotaia

                                                                                      Commenta

                                                                                      • Paolo
                                                                                        ADMIN
                                                                                        • Jul 2003
                                                                                        • 23118
                                                                                        • FVG

                                                                                        ^ #44

                                                                                        Rimaniamo in tema come detto
                                                                                        https://www.funiforum.org/funiforum/node/7885

                                                                                        Commenta

                                                                                        NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                                                                                        La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                                                                                        Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                                                                                        Sto operando...
                                                                                        X