Regolamento   ●   Registrati al forum   ●   Non riesci ad accedere ad alcune sezioni?   ●   Funicard la carta per gli appassionati   ●   Sostieni Funivie.org   ●   Pubblicità   ●   Assistenza
Per cercare solo nel forum usare il modulo sotto.
Risultati da 1 a 11 di 11
  1. Top | #1
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,952
    Mentioned
    165 Post(s)

    Predefinito Teleferica miniera di Resiutta

    [GMAP]<iframe width="425" height="350" frameborder="0" scrolling="no" marginheight="0" marginwidth="0" src="http://maps.google.it/maps?t=k&amp;hl=it&amp;ie=UTF8&amp;ll=46.3922,13.217105&amp; spn=0.001828,0.004823&amp;z=18&amp;output=embed"></iframe><br /><small><a href="http://maps.google.it/maps?t=k&amp;hl=it&amp;ie=UTF8&amp;ll=46.3922,13.217105&amp; spn=0.001828,0.004823&amp;z=18&amp;source=embed" style="color:#0000FF;text-align:left">Visualizzazione ingrandita della mappa</a></small>[/GMAP]

    Chi sa qualcosa di questa miniera? Cosa c'è nell'edificio ancora esistente?

  2. Top | #2
    * Utente GOLD *
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Friuli-Val Raccolana
    Messaggi
    110
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    mhh &#232; molto interessante visitare il "piccolo museo" situato in paese a Resiutta dove si trovano foto descrizioni e attrezzi usati nella miniera....
    forse questo vi pu&#242; aiutare...
    http://www.parcoprealpigiulie.org/sede.asp
    si parla anche di una teleferica ma le informazioni sono poche si dovrebbe cercare pi&#249; "a fondo"....comunque li nel mese di Ottobre ogni anno viene festeggiata la festa dell'agricoltura e vengono esposti i materiali che venivano estratti dalla miniera...

    cicas
    Chi sa, fa. Chi non sa, insegna. Chi non sa nemmeno insegnare, dirige.

  3. Top | #3
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,952
    Mentioned
    165 Post(s)

    Predefinito

    MNell'alta valle del Resartico, a circa mille metri di quota, sulle pendici del monte Plauris, sono tuttora visibili i resti di una modesta attivit&#224; mineraria tesa allo sfruttamento di alcune lenti bituminose presenti nella dolomia principale.
    MLa miniera lavor&#242; a pi&#249; riprese nei primi decenni del 1900.
    MPer il trasporto del minerale, che era lavorato a Resiutta, la miniera si avvaleva di una teleferica i cui resti sono ancora visibili sotto i ruderi dei capannoni ricovero dei lavoratori.
    MDal minerale si ricavavano vari olii tra cui l'ittiolo.

    Eh....per quello chiedevo.... sentivo odore di funi...

  4. Top | #4
    * Utente GOLD *
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Località
    Friuli-Val Raccolana
    Messaggi
    110
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Visualizza Messaggio
    Eh....per quello chiedevo.... sentivo odore di funi...
    bisogna trovare qualcuno che sia stato a visitare l'ex edificio della lavorazione del materiale luogo in cui ci sono resti dell'ex teleferica....:-)
    comunque sarà stato 1 impianto abbastanza grande visto la pendenza e il percorso che doveva superare....
    Chi sa, fa. Chi non sa, insegna. Chi non sa nemmeno insegnare, dirige.

  5. Top | #5
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Località
    lucca-civago (RE)
    Messaggi
    166
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Alla quota di 995 m si trova la vecchia miniera dove, nei primi decenni del 1900, venivano estratte le lenti bituminose. Questi minerali nei primi anni di attivit&#224; venivano portati a valle dai minatori, in seguito con una teleferica, della quale sono ancora oggi visibili i resti. Portati a valle i minerali venivano distillati in un fabbricato ubicato sulla sinistra del torrente Resia.
    Il dislivello &#232; di 650, il percorso a piedi invece prevede una camminata di 4 ore e trenta minuti

    presumo quindi che il fabbricato sia la distilleria dei minerali

  6. Top | #6
    Utente Habilis L'avatar di massimo grecchi
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Piani Resinelli (LC)
    Messaggi
    1,565
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    Esatto: la vicinanza col torrente conferma il dichiarato in quanto la distillazione degli scisti bituminosi all'interno della formazione calcareo-dolomitica della Dolomia Principale (Triassico-norico) necessitava, per il ciclo utilizzato allora, di un circuito reattore a vapore. Il minerale, scaglioso e carbonioso, veniva separato dalla frazione leggera di idrocarburi (avviata alle Raffinerie petroli) mentre gli asfalteni rimasti, pesanti, colloidali e oleosi, venivano utilizzati principalmente come leganti nella pavimentazione stradale (asfalti) o miscelati a granulati (catrami).
    All'epoca l'ittiolo (estratto superficiale pecioso con funzioni antinfiammatorie) costituiva uno dei pochi farmaci a disposizione per talune terapie dermatologiche.
    Sarebbe interessante ritrovare un carrello della teleferica (magari sepolto) per poter rilevare, dal colore degli ossidi presenti, il tenore in zolfo del minerale e da l&#236; la sua qualit&#224;.
    Archeologia industriale...
    Ultima modifica di massimo grecchi; 12-09-2009 alle 17:50

  7. Top | #7
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,952
    Mentioned
    165 Post(s)

    Predefinito

    Cosa si presentano queste "lenti bituminose"?

  8. Top | #8
    Utente Habilis L'avatar di massimo grecchi
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Piani Resinelli (LC)
    Messaggi
    1,565
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    La lente (in genere) &#232; un volume roccioso circoscritto; oblungo, ovoidale spesso da 1 a 10 m per una lunghezza fino a 80-100 m ed una larghezza di 40-50 m. In pratica assomiglia ad un filone ma ha carattere sedimentario. All'interno di queste scogliere enormi (la "dolomia principale" &#232; una delle pi&#249; significative dell'Oceano di allora, paragonabile alla barriera corallina al largo dell'Australia) si insediavano nicchie biologiche vegetali e animali entro le numerosissime "carie" dell'impianto corallino, in certi casi con presenze notevoli.
    Al momento del crollo parziale della struttura (l'evento accade spesso entro un apparato del genere) l'habitat intero viene schiacciato (magari coinvolgendo pi&#249; livelli) cos&#236; migliaia di elementi tra pesci, alghe, molluschi, artropodi etc. generano quella pappa biologica finale che, nell'evolvere dei milioni di anni, diventa l'imbottitura oleosa della struttura rocciosa che osserviamo, poi, emersa,
    Dopo la perdita dei gas leggeri (metano & C.) che migrano all'esterno (pi&#249; facilmente) o entro eventuali sacche porose superiori, dopo che i liquidi (olii) leggeri e l'acqua vengono spostati dai movimenti a piega o da fratture della roccia, rimane solo una fase oleosa, pesante, ricca di residui carboniosi, idrocarburi a lunga catena e zolfo, che recupera solo un decimo dello spessore iniziale pre-crollo.
    L&#236; si forma la lente vera e propria che propone ,assieme ad 25-30&#37; di roccia calcareo-dolomitica, questi strati (o scisti) ricchi di bitume facilmente distinguibili dal colore pecioso rispetto al grigio biancastro della roccia "serbatoio".

  9. Top | #9
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,952
    Mentioned
    165 Post(s)

    Predefinito

    Quindi portano giu blocchi di roccia che viene poi macinata e trattata?

  10. Top | #10
    Utente Habilis L'avatar di massimo grecchi
    Data Registrazione
    Sep 2008
    Località
    Piani Resinelli (LC)
    Messaggi
    1,565
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    S&#236;, scaglie, medio-grosse; tipo lavagne. Credo facessero tutto con picconi (la roccia &#232; tenera). Oggi in due secondi con certi CAT sbancheresti in giornata. Ma sono tipologie di giacimenti ormai abbandonate: servivano giusto per l'epoca e per l'Italietta autarchica...
    L'ittiolo, poi, &#232; una pece schifosa che puzza di pesce... orrida nerastra, con riflessi rossi. Ho fatto in tempo, negli anni '50, a beccarmela (orecchioni, credo: genera calore...)

  11. Top | #11
    New entry
    Data Registrazione
    May 2009
    Località
    Kanton Zug
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da massimo grecchi Visualizza Messaggio
    Sì, scaglie, medio-grosse; tipo lavagne. Credo facessero tutto con picconi (la roccia è tenera). Oggi in due secondi con certi CAT sbancheresti in giornata. Ma sono tipologie di giacimenti ormai abbandonate: servivano giusto per l'epoca e per l'Italietta autarchica...
    L'ittiolo, poi, è una pece schifosa che puzza di pesce... orrida nerastra, con riflessi rossi. Ho fatto in tempo, negli anni '50, a beccarmela (orecchioni, credo: genera calore...)
    Itiolo gode di ottima salute, oggi anche in pratico tubetto. (farmacista di fiducia dixit...) ottimo per aculei di riccio di mare piantati nell'alluce.

    Un tranquillo pomeriggio lavorativo.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi della community su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. E' vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta.La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile. Non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer. Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
VERSIONE MOBILE - VERSIONE DESKTOP


.
.
Notizie Forum Cantieri Impianti Macchine Neve Divertimento Turismo Multimedia Annunci Contatti
.
Collaborazione con privati Collaborazione con aziende Pubblicità su Funivie.org
.