Regolamento   ●   Registrati al forum   ●   Non riesci ad accedere ad alcune sezioni?   ●   Funicard la carta per gli appassionati   ●   Sostieni Funivie.org   ●   Pubblicità   ●   Assistenza
Per cercare solo nel forum usare il modulo sotto.
Risultati da 1 a 15 di 15
  1. Top | #1
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,489
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito CHIUSAFORTE Teleferica militare della val Dogna (UD)



    Esistono ancor oggi i monumentali resti della grande teleferica di guerra, presso i casolari Chiout sulla rotabile di vai Dogna, che servì, ai rifornimenti delle posizioni del Monte Schenone, sella Bieliga e forcella Cuel Tarond.

    Nel corso del ciclopico « duello d'artiglieria » di cui a lungo rintronarono queste montagne, il nemico dirigeva i suoi tiri con grande precisione sulle linee italiane, tanto da far supporre la presenza di qualche delatore tra le nostre file. Vennero condotte invano attive indagini, finché venne saggiamente ordinata la minuziosa perlustrazione delle pareti del Montasio. Spintasi infatti una pattuglia in alto fra i suoi precipizi, scoprì sulla « spalla » occidentale un ben attrezzato appostamento di osservazione. Era collegato al fondo della Saisera mediante telefono e provvisto di scorte di viveri.

    Qualcuno conosce questo impianto e/o possiede altre immagini?

  2. Top | #2
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,939
    Mentioned
    164 Post(s)

    Predefinito

    Prossima spedizione primaverile ;-)

    [GMAP]<iframe width="640" height="480" frameborder="0" scrolling="no" marginheight="0" marginwidth="0" src="http://maps.google.it/maps?t=h&amp;hl=it&amp;ie=UTF8&amp;s=AARTsJql-Gi7BCSmxZJ54FcHqZjqGFpxoQ&amp;ll=46.450598,13.369187&amp;spn =0.001774,0.003433&amp;z=18&amp;output=embed"></iframe><br /><small><a href="http://maps.google.it/maps?t=h&amp;hl=it&amp;ie=UTF8&amp;ll=46.450598,13.369187&am p;spn=0.001774,0.003433&amp;z=18&amp;source=embed" style="color:#0000FF;text-align:left">Visualizzazione ingrandita della mappa</a></small>[/GMAP]

  3. Top | #3
    New entry
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Mi ha molto incuriosito qualche anno fà e ho fatto qualche ricerca .
    Non ho ricavato molto .
    L'impianto parte vicino a Chiusaforte ma della stazione non rimane traccia .
    La storia (o leggenda ?)dice che si guastò in maniera seria subito dopo l'inaugurazione.
    Nessuno parla del ripristino ma suppongo sia stato riparato.
    La paricolarità stà nel fatto che la teleferica sale sino al "Col della Bareta" scende dall'altro versante o poi risale ancora . Infatti Chiout è la risalita!
    Probabilmente con essa il Re Vittorio Emanuele è salito proprio sul "Col" nel 1917 (non vedo altre possibilità,l'elicottero ancora non esisteva)
    Anni fà,le foto erano costose e (!!!!!!!!!) si fotografava solo come ricordo della gita .
    Ps lo stesso facevano tutti i turisti .
    Di conseguenza foto non nè ho ,documentazione non sono mai riuscito a reperire ma mi piacerebbe se qualcuno potrebbe mostrare qualcosa di più.

  4. Top | #4
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,939
    Mentioned
    164 Post(s)

    Predefinito

    In un altro sito si parla di Cadramazzo – Cuel de la Bareta – Chiout – Cuel Tarond però non ci siamo con gli angoli arrivando a Forcella Tarond...

  5. Top | #5
    Curioso L'avatar di Btg. Gemona
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Buongiorno e Buon 2009 a tutti Voi,
    Se Vi può far cosa gradita di seguito Vi elenco alcune info storiche e tecniche della teleferica in discussione tratte dalla relazione del comando del genio della zona Carnia relative all'incendio della stazione motrice del 24 luglio 1917:

    La teleferica Chiusaforte-Cuel de la Bareta-Chiout era del tipo sistema continuo a tre funi in due tratti,collegati tra loro dalla stazione intermedia di deviazione e servizio collocata a Cuel de la Bareta (1522mt).
    La teleferica aveva termine a Chiout (Val Dogna) mentre quella che arrivava a Cuel Tarond era un'altra dislocata come partenza in altro luogo sempre in Val Dogna.
    La lunghezza della teleferica,in proiezione orizzontale,era di 5082 metri,dei quali 2029 nel primo tratto Chiusaforte-Cuel de la Bareta,e 3053 metri nel secondo tratto Cuel de la Bareta-Chiout.
    La teleferica partendo dalla stazione di Chiusaforte (posta a circa 1 km fuori dal paese in direzione Tarvisio) superava nel primo tratto un dislivello di circa 1032 metri per poi abbassarsi di 600 metri verso la stazione capolinea di Chiout.
    Essendo ignorante in materia presumo che la costruzione ai suoi tempi non avesse "rivali" in zona Carnia (allora veniva inteso come Carnia tutto il nord del Friuli senza distinzione tra l'attuale Carnia e Val Canale -Canal del Ferro) e forse neanche a livello nazionale (datemi in caso conferma o meno....).
    Infatti la pendenza massima della linea era nel primo tratto pari al 52% circa mentre nel secondo si avevano pendenze meno elevate.
    I diametri delle funi portante carica,portante scarica e traente erano rispettivamente di 27,22 mm e di 14 mm.
    Il carico utile massimo di ogni vagonetto sulla portante carica era di 35Kg (?).
    La linea era azionata da un motore trifase di circa 60-70 Cv e da un motore Diesel di riserva di circa 60 Cv.L'agganciamento dei vagonetti alla traente era ottenuto mediante un apparecchio automatico brevettato "Ing. Bellani-Benazzoli & C." assuntori del lavoro della tratta.
    Il contratto con l'impresa assuntrice dei lavori fu stipulato il 01 settembre 1916 con l'impegno da parte dell'impresa stessa di consegnare l'impianto funzionante entro 60 giorni dalla data di convenzione.
    Appena iniziarono i lavori emersero gravi ostacoli dovuti sia alla morfologia del terrritorio, alle grandi nevicate, nonchè problematiche relative ai mezzi di trasporto delle materie prime della ditta appaltatrice.
    Per queste considerazioni venne compilato un verbale in cui si portava da 60 a 200 giorni il termine di consegna dell'impianto.
    Il primo tratto della linea venne completato verso la metà di maggio mentre il secondo (Col de la Bareta-Chiout) verso la fine di giugno del 1917.
    Durante le prove di funzionamento della teleferica accaddero diversi incidenti:

    17 maggio 1917:
    Si doveva trasportare un cannone di circa 299 kg. da Chiusaforte a Col de la Bareta ma il carrello dopo aver percorso una tratta della linea si sganciò e retrocedendo investì il primo vagonetto che seguiva spezzando la traente, ribaltando il cannone nel vallone sottostante.


    19 luglio 1917:
    Un vagonetto carico di filo spinato (200Kg.) fece la stessa fine per i stessi motivi del cannone sopracitato.

    24 luglio 1917:
    La sera del 24 luglio verso le ore 19 un vagonetto carico di 4 sacchi di pane (circa 200kg.) veniva avviato dalla stazione di Chiusaforte verso Col de la Bareta.
    Il carrello in prossimità del cavalletto N°1 si sganciò e retrocedendo verso la stazione di partenza andò ad urtare un vagonetto con varie taniche di benzina innescando così l'incendio che distrusse completamente la stazione di partenza.
    In seguito ai problemi sopracitati venne accusata la ditta costruttrice dell'impianto in relazione all'imperfetto funzionamento dell'apparecchio di agganciamento dovuto anche alla forte pendenza del profilo della teleferica.
    Venne fatta richiesta alla ditta costruttrice di trovare una nuova postazione di partenza e/o arrivo per diminuire la pendenza e/o di modificare il sistema di agganciamento ma intanto arrivò il 27 Ottobre e la disfatta di Caporetto......

    Cordiali Saluti
    Mandi
    Paolo

  6. Top | #6
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,939
    Mentioned
    164 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Btg. Gemona Visualizza Messaggio
    brevettato "Ing. Bellani-Benazzoli & C." assuntori del lavoro della tratta. Il contratto con l'impresa assuntrice dei lavori fu stipulato il 01 settembre 1916 con l'impegno da parte dell'impresa stessa di consegnare l'impianto funzionante entro 60 giorni dalla data di convenzione.
    La ditta era quindi la Badoni di Lecco
    Grazie per le interessantissime informazioni! Rimane qualcosa della stazione intermedia? A Chiusaforte immagino niente...

  7. Top | #7
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,489
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito

    Straordinarie queste informazioni, grazie. Immagino che ci sia ben poco da vedere quindi. Per la portata dei vagoncini credo che ci sia un errore, probabilmente sarà stata di 350kg e non di 35kg.

    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Visualizza Messaggio
    Prossima spedizione primaverile ;-)
    A dire il vero ero li poco tempo fa, ma purtroppo non ero al corrente di questo impianto. Ho qualche foto della val dogna riprese dal ponte della vecchia linea ferroviaria pontebbana:


    Questa è la strada di accesso alla valle, molto stretta e tortuosa.


    Il ponte attuale è stato costruito dopo il 1968, quando quello vecchio a travatura metallica crollò in seguito ad un'alluvione




    La val Dogna vista dal ponte e sullo sfondo il monte Jôf di Montasio (2753 m).
    Se ho capito bene un tronco della teleferica scendeva verso Chiusaforte superando la catena montuosa visibile a destra.

  8. Top | #8
    Curioso L'avatar di Btg. Gemona
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito Teleferica militare Chiusaforte-Col de la Bareta-Chiout

    @ Paolo
    Confermo nella stazione intermedia sono rimasti solo i ruderi dei muri della teleferica.

    @ Andre72
    L'errore del carico utile di ogni vagonetto l'avevo notato anch'io per questo ho messo di fianco (?).


    Comunque se vi posso essere di aiuto (sono della zona) a breve potrei postarvi alcune foto da dove presumibilmente la teleferica partiva ed altre della stazione finale di Chiout mentre per quella intermedia del Col de la Bareta dovrei aspettare ormai la primavera (ci sono in cima circa 1,5-2mt di neve...).
    Per la stesura delle funi sono state costruite delle mulattiere-sentieri appositi e vi posso garantire da ex mountain runner che le pendenze sono da "spacca-gambe" (vedesi e se volete provate il sentiero CAI 619 carta topografica Tabacco 018 Alpi Carniche Orientali Canal del Ferro).
    Se riesco a reperire altre informazioni appena posso ve Le posto.

    Cordiali Saluti
    Mandi
    Paolo

  9. Top | #9
    * Utente GOLD *
    Data Registrazione
    Aug 2004
    Località
    Lecco
    Messaggi
    815
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Fai anche qualche foto alle bellissime montagne circostanti
    DIEGO

  10. Top | #10
    Curioso L'avatar di Btg. Gemona
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Ho recuperato da una Gigapanoramica (1GB in tiff) della Val Dogna che ho fatto nell'ottobre del 2008 la tratta discendente da Col de la Bareta a Chiout non è il massimo ma provo a postarla lo stesso.

    Foto panoramica Val Dogna ridimensionata:

    [/IMG]

    Particolare della tratta discendente Col de la Bareta-Chiout (estrema sx della panoramica):


    [/IMG]


    @ Diego
    Foto della montagne della zona ne ho alcune inserite in un mezzo tentativo di sito flash fatto su due mani alla meno peggio:http://www.montasioedintorni.it
    Mi dispiace ma è 'pesante' da aprire (consigliata linea ADSL) e ho alcuni problemini da risolvere,ma pur essendo anch'io un perito elettronico non sono un professionista come te e non ho (purtroppo) molto tempo da dedicarci.
    (ho visitato il tuo complimenti per le foto e le zone che avete!).

    Saluti a tutti
    Mandi
    Paolo

  11. Top | #11
    Curioso L'avatar di Btg. Gemona
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Buongiorno,
    di seguito trovate alcune foto dalle quali spero riusciate a farvi una idea migliore della teleferica militare in discussione (a mio modesto parere non era una 'semplice' teleferica, comunque lascio i commenti a Voi che siete più esperti in materia).Le foto rappresentano solo i punti di partenza e arrivo verso il Col de la Bareta (traccia rossa) e quel che resta oggi dell'impianto (praticamente pochi muri o ruderi).

    P.S.
    Per i moderatori ed amministratori:
    Se le foto a Vostro parere appesantiscono troppo la pagina siete liberi di cancellarne quelle che ritenete opportune o di spostarle in altra sezione o thread.

    Foto della Stazione capolinea di Chiout (Val Dogna) con l'arrivo sul Col de la Bareta:



    Foto della Stazione di Chiout da altra angolazione:



    Quel che resta oggi della stazione di Chiout:



    La zona di partenza della teleferica nei pressi di Chiusaforte (i basamenti in cemento occupavano ai suoi tempi parte della sede stradale di fianco la zona delimitata in rosso):


    Quello che resta oggi della stazione di partenza di Chiusaforte:



    Il presunto (ripeto presunto perchè non si riesce a vederlo dal posto in cui è stata scattata la panoramica) punto di arrivo sul Col de la Bareta dalla Stazione di Chiusaforte:

    [/IMG]

    Come sopra da altra angolazione nei pressi di quello che forse era il basamento in cemento della stazione:

    [/IMG]

    Alla ricerca del punto di arrivo sul Col de la Bareta ho risalito un tratto di montagna ma ormai il sole stava tramontando ed ero ancora troppo in basso ma son riuscito a fare questa panoramica:

    [/IMG]

    Se Vi interessa invece qualche foto del Col de la Bareta (ma so di certo che anche lassù sono restati in piedi pochi muri) al disgelo se il fisico me lo permette (dopo 50000Km su e giù per le montagne mi ritrovo con qualche problemino fisico di troppo....) provo ad arrivare in cima e in caso Ve le posto.


    Cordiali Saluti
    Mandi
    Paolo
    Ultima modifica di Btg. Gemona; 03-01-2009 alle 14:53

  12. Top | #12
    New entry
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Finalmente , dopo una vita in montagna , ho delle notizie certe sulla funivia e sui danni .
    Riguardo a Col della Bareta ,credo di poter dare delle notizie negative .
    Io sono stato in zona ,credo una ventina di anni fà ! Un grande incendio ha devastato gran parte della vegetazione e tutte le costruzioni erano visibili ed in buone condizioni (nb parti in cemento ,non impianti) Da quello che ho sentito però ,il bosco si è reimpadronito della zona e non si vede più niente .
    Io ormai non sono più in grado di salire (haimè l'età!) ma vedrò con piacere le foto .
    Una curiosità ! in zona è stata realizzata una opera di difesa in caverna ,bellissima !!, però l'ingresso era troppo stretto ed i cannoni non entravano , gli stessi sono stati messi in batteria all'esterno.
    Un'altra leggenda della zona parla di giovani del posto , che con le corde delle campane ,hanno recuperato i cannoni e gli hanno portati a valle (immagino per i rottamai in maniera da racimolare qualche soldo .
    Vediamo se qualcuno può dare ancora qualche notizia (molto però ci è stato raccontato) su questa realizzazione.
    Il colle si chiama "Quel della bareta" e significa "cappello del prete"
    Saluti
    Della salita,ricordo solo dei mostruosi canaloni che abbiamo attraversato .

  13. Top | #13
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,489
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito

    Mi sono finalmente deciso a scalare il Cuel De La Bareta e raggiungere i resti della stazione intermedia di quello che all'epoca doveva essere sicuramente un grande impianto:




    Prima un'occhiata alla stazione di Chiout, meta certamente più facile, raggiunta in mtb partendo da Valbruna e scendendo per la bellissima strada militare della val Dogna, una discesa di 20km che mette a dura prova i freni












    Alcune foto d'epoca dell'impianto con la stazione a valle ancora in costruzione




    Ora trasferiamoci a 1500m. Dopo una faticosa salita da Cadramazzo si raggiungono i resti della stazione intermedia.




    Purtroppo dopo 100 anni la vegetazione ha ingoiato quasi completamente i manufatti, ma grazie a qualche volontario alcuni alberi sono stati tagliati e i plinti sono nuovamente visibili






    Il lungo basamento della stazione. Si possono solo immaginare le difficoltà incontrate nella costruzione di questo impianto


    I resti di un plinto, si nota l'uso di materiali di fortuna come vecchi pezzi di binario ferroviario


    Qui la linea iniziava la discesa verso la val Dogna, si vede bene lo sbancamento nella roccia che ospiatava la via di corsa. Sui lati i resti del basamento di un sostegno, probabilmente a portale


    Un po' più in basso, la vegetazione finalmente consente una vista sulla val Dogna


    Ora ci spostiamo più a valle, nella frazione di Patocco per visitare il plinto di un'altra teleferica, quella che saliva dalla val Raccolana. Purtroppo di questo impianto non so nulla, se qualcuno avesse informazioni questo è il posto giusto per condividerle :-)








  14. Top | #14
    Curioso
    Data Registrazione
    Jan 2015
    Messaggi
    1
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito Teleferica Chiut

    [QUOTE=andre72;164000]Mi sono finalmente deciso a scalare il Cuel De La Bareta e raggiungere i resti della stazione intermedia di quello che all'epoca doveva essere sicuramente un grande impianto:
    -----------


    Ho notato con interesse il tuo post del 31-05-2011, 11:43 #13 a riguardo della teleferica Chiusaforte - Chiut.
    Sto scrivendo una pagina sul sito http://www.dogna.net/grandeguerra.htm al riguardo della Prima guerra mondiale a Dogna
    Poiche' la mia eta' non me lo consente di salire fin lassu' per fare qualche foto, ti chiedo l'autorizzazione di usare quelle che hai postato nell'articolo.
    Se ti fa piacere, posso riferire il tuo nome nell'articolo ( se me lo comunichi )
    Puoi darmi la tua risposta via eMail a : gianky@olter.net
    Grazie in anticipo

  15. Top | #15
    Curioso L'avatar di Btg. Gemona
    Data Registrazione
    Dec 2008
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Buongiorno,
    dopo alcuni anni vorrei rispondere al Sig.Giankyy se gli amministratori me lo permettono (altrimenti cancellate pure il post se lo ritenete non inerente la discussione):
    troppo comodo,facile e bello copiare,modificare foto senza richiederne l'autorizzazione (passi per il testo storico....).
    Sig.Giankyy (Gianfranco M.) le avevo inviato molto tempo fa mail con richiesta di togliere MIE foto dal suo sito ma noto con dispiacere che continua a prendermi per i fondelli...Dovrebbe sapere molto bene visto che gestisce un sito web che esistono i diritti di copyright:
    copiare,modificare,attribuire ad altri (plagio) foto scattate da persone di cui non ha ricevuto il benestare è reato perseguibile per legge!
    Come ha fatto richiesta all'utente Andre72 poteva farla altrettanto a me....
    Che senso ha capovolgere una mia foto togliendo il watermark con cui mi firmo ed inserendo una data di scatto errata e poi postarla nel suo sito....?
    Si dovrebbe vergognare visto che lo ha fatto non solo nei mie riguardi ma lo sta continuando a fare (malafede) con foto di altre persone....



    @ andre72

    Ci sono alcuni errori nelle didascalie delle foto d'epoca che ha postato ed anche un particolare di una a colori è sbagliato.
    Altra nota:se possibile modificate il testo della discussione "MALBORGHETTO" non c'entra niente in merito la teleferica militare visto che questa interessa i comuni di Chiusaforte e Dogna.

    Cordiali saluti
    Paolo

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi della community su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. E' vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta.La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile. Non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer. Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
VERSIONE MOBILE - VERSIONE DESKTOP


.
.
Notizie Forum Cantieri Impianti Macchine Neve Divertimento Turismo Multimedia Annunci Contatti
.
Collaborazione con privati Collaborazione con aziende Pubblicità su Funivie.org
.