Regolamento   ●   Registrati al forum   ●   Non riesci ad accedere ad alcune sezioni?   ●   Funicard la carta per gli appassionati   ●   Sostieni Funivie.org   ●   Pubblicità   ●   Assistenza
Per cercare solo nel forum usare il modulo sotto.
Risultati da 1 a 33 di 33
  1. Top | #1
    New entry
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    Udine
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito TRIESTE Ex Teleferica Italcementi

    Oggi, tornando da Trieste sono passato per l'autostrada proprio sotto l'Ospedale di Cattinara ed ho visto che sotto il viadotto passavano dei carelli di qualche teleferica, non sono riuscito a vedere se erano fermi o si muovevano, la linea andava verso il Carso ed attraversava il bosco e dopo non sono riuscito a vedere niente, anche verso valle non si vedeva niente a causa del guardrail che copriva la visuale, qualcuno ne sa qualcosa su questa teleferica, da chi viene/veniva usata e se è ancora attiva? grazie

  2. Top | #2
    Utente
    Data Registrazione
    Jun 2004
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    320
    Mentioned
    0 Post(s)

  3. Top | #3
    New entry
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    Udine
    Messaggi
    25
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Cavolo, però in alcuni tratti i carrelli corrono proprio a raso terra...

  4. Top | #4
    Utente
    Data Registrazione
    Jun 2004
    Località
    Vicenza
    Messaggi
    320
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Il costruttore è Pohlig, questa è la targa che si vede sull'impalcatura di protezione in corrispondenza dell'attraversamento di Via Flavia, poco dopo la stazione intermedia:


  5. Top | #5
    saulnier
    Ospite

    Predefinito

    Salve, sono un nuovo utente e posso confermare che questa teleferica è tuttora funzionante e porta materiale ghiaioso dalla cava di s.Giusepe della Chiusa allo stabilimento Italcementi della Zona industriale di Trieste-Zaule, le foto su questo sito mostrano effettivamente la tele al suo stato attuale. Quello che vorrei sapere e la portata dei singoli carrelli e la portata oraria che un impianto di quella specie garantisce.
    Saluti Sergio

  6. Top | #6
    Utente Junior L'avatar di trifune65
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Messaggi
    51
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Ci sono due anelli trattivi o all'intermedia la fune prosegue? Nel secondo caso come viene deviata? Con pulegge o rulliere?
    Esistono soltanto 2 cose infinite: l'universo e la stupidità umana, sulla prima ho qualche dubbio. (Einstein)
    A pensar male si fa peccato, ma si indovina sempre (Giulio Andreotti)

  7. Top | #7
    saulnier
    Ospite

    Predefinito

    Saluti Trifune65, devo confessare che non sono esperto in materia e le tue domande mi colgono impreparato,se potresti spiegarmi cosa sono gli anelli trattivi e tutto il resto...........comunque ad integrazione del mio precedente interveno posso citare un pezzo tratto da:

    Fabio Zubini
    S. Maria Maddalena INferiore e Superiore
    e Zaule


    Edizioni Italo Svevo Trieste

    Cito:

    "Italcementi S.pA.
    Via Caboto 17 Trieste
    La costruzione dello stabilimento è iniziata nel 1951, quando il21 gennaio il generale inglese T.S.Airey capo del G.M.A. (Governo Militare alleato), firmò la pergamena della prima pietra: entrò in funzione il 4 novembre 1954 alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri on. Scelba.
    Occupa una superficie di 228.530 mq di cui 26.000 coperti: lo stabilimento utilizza il calcare dell'altipiano carsico al cui ciglio è collegato con una teleferica di 4 chilometri che ha una capacità di trasporto di 150 tonn. all'ora."

    Quello che vorrei sapere e la capacità in metri cubi dei singoli carrelli. Si potrebbe contattare lo stasbilimento?
    Saluti
    S.

  8. Top | #8
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,492
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito

    Ma non esisteva già un topic dedicato alla teleferica dell'Italcementi nel vecchio forum?

    Comunque aggiungo altre foto di questo impianto:




    Vista della linea verso valle e verso monte




    particolari dei sostegni


    Puleggia di appoggio della fune traente


    Scarpa di appoggio fune portante


    Arrivo linea nei pressi della stazione di monte quasi a raso terra


    Ingresso stazione di monte in caverna


    Zona di ingresso dei carrelli nella caverna dove verranno caricati


    Uno dei carrelli che viaggia a pochi centimetri da terra in partenza


    Particolare del meccanismo di ribaltamento


    Morsa


    Particolare della fune su cui vengono applicati mediamente 10Kg di grasso per metro....



    Il tracciato della linea lunga 4 Km; si nota la deviazione di circa 30 gradi in prossimità dell'attraversamento della via Flavia.

  9. Top | #9
    saulnier
    Ospite

    Predefinito

    Salve, mi sono ricordato d un incidente occorso a quest teleferica il 12-01-2005, e trvato l'artcolo ho trovato pure la portata dei singoli carrelli.Da Il piccolo,giornale di Trieste del
    13-01-2005


    Incidente, per puro caso senza conseguenze, all’infrastruttura che trasporta il pietrisco dalla cava sul ciglione allo stabilimento di Zaule
    Italcementi, quattro carrelli volano dalla teleferica
    Tre sono finiti in un vigneto, il quarto è stato trattenuto dalla «copertura» su via Brigata Casale





    Il caso ha voluto che in quel momento nessuno lavorasse nel sottostante vigneto di via Brovedani, una stradina a pochi passi da via Brigata Casale. I tre pesanti carrelli della teleferica dell’Italcementi, che verso le 9.30 di ieri si sono staccati precipitando a terra, avrebbero potuto fare delle vittime. Un quarto carrello, anch’esso staccatosi dalla teleferica, è stato trattenuto dalla struttura posta a protezione di via Brigata Casale.
    L’incidente non pare aver avuto testimoni. La coppia che abita una casetta non lontana dal terreno su cui sono precipitati i carrelli non si sono quasi accorti di nulla. Il marito ha sentito un rumore, ma l’ha attribuito all’attività di un vicino cantiere edile. Dell’incidente ha saputo dagli uomini della polizia, intervenuti sul posto, che che hanno bussato alla porta della sua casa.
    Altra coincidenza fortunata: i carrelli, che stavano scendendo in direzione dello stabilimento nella Zona industriale, erano quasi vuoti. Se fossero stati carichi di calcare (ciascuno ha una capacità di circa un metro cubo e normalmente porta 7-800 chili di pietrisco), le conseguenze dell’incidente, come si può immaginare, sarebbero state ben diverse.
    Secondo gli accertamenti della direzione dello stabilimento, a causare l’incidente è stata la rottura di una barra d’acciaio del diametro di 5 centimetri che blocca la morsa con cui il carrello è fissato alla fune traente.
    In seguito alla rottura della barra, la morsa non ha fatto più presa e il carrello ha iniziato a scorrere liberamente lungo il cavo portante, colpendo violentemente altri tre e facendoli precipitare a loro volta.
    L’azienda non si spiega il perchè della rottura, in quanto tutte le barre che bloccano i carrelli al cavo (prodotte dalla stessa azienda tedesca che realizzò la teleferica) vengono controllate due volte l’anno con apparecchi a ultrasuoni da una ditta esterna. L’ultima verifica è avvenuta alla fine di ottobre, e non ha rilevato alcuna anomalia nell’integrità delle barre. Analoghi controlli, anch’essi fatti ogni sei mesi, interessano il cavo portante e quello traente. L’azienda ha comunque in programma, a breve, ulteriori verifiche con gli ultrasuoni su tutti i meccanismi di aggancio dei carrelli.
    Per ragioni precauzionali, la teleferica, che collega lo stabilimento Italcementi della Zona industriale con la cava «alta» di San Giuseppe, seguendo un percorso di 3,7 chilometri, ieri è stata tenuta ferma, anche se poche ore dopo l’incidente avrebbe potuto riprendere a funzionare.
    Lo stabililento dell’Italcementi attualmente occupa 104 dipendenti, ai quali si aggiungono quelli delle ditte esterne impegnati nelle attività di manutenzione, per un totale di circa 250 persone. La produzione di vari tipi di cemento ammonta a circa 350 mila tonnellate l’anno, e le materie prime (scisto e calcare) provengono interamente dalle due cave sul ciglione carsico, da dove vengono trasferite allo stabilimento con la teleferica interessata dall’incidente

  10. Top | #10
    Utente
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    356
    Mentioned
    4 Post(s)

    Angry Incidente teleferica Italcementi

    Cari amici di Funivie.org, questa teleferica passa sopra al nostro giardino, al mattino abbiamo sentito un boato poi ci siamo accorti che i carrelli erano caduti, uno è finito su un capanno degli attrezzi di un contadino sfondando il tetto in lamiera ondulata. Sono intervenuti pompieri, polizia, ma per magia nessun media ha riportato la notizia. Ho potuto constatare che negli anni la manutenzione della linea è andata scemando, una volta veniva controllata quotidianamente nella sua interezza ora non si vede mai nessuno tranne che per eseguire lavori straordinari. Mancano carrelli in linea perchè probabilmente quando si rompono non li riparano, il cavo traente quindi sbatte sui sostegni e sui ponti provocando forti vibrazioni e rumori insopportabili, all'Italcementi se ne fregano e l'unica cosa che fanno è ingrassare i cavi così quando vengono trascinati schizzano morchie oleose dappertutto. Di incidenti simili che io sia a conoscenza ne sono successi almeno quattro di cui gli ultimi due a distanza di poco tempo. Penso che prima o poi o ci arriveranno i carrelli in testa o sulle macchine in parcheggio. Una domanda agli esperti, ma questi non si accorgono immediatamente quando cadono i carrelli visto che hanno arato i campi ?

  11. Top | #11
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Non mi risulta che sulle teleferiche ci sia un controllo di accavallamento, dove se la fune traente (isolata elettricamente) va a massa viene fermato l'impianto; l'impianto però avrebbe dovuto fermarsi per massima coppia motrice, ossia quando l'assorbimento dei motori supera una certa soglia data dall'attrito dei carrelli con il terreno.

    Non avete ancora fatto una denuncia o perlomeno segnalazione agli uffici USTIF/Motorizzazione Civile di Mestre?

  12. Top | #12
    Utente
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    356
    Mentioned
    4 Post(s)

    Predefinito

    In effetti volevo aprire una discussione ma poi ho letto che dicevate di non scrivere di certe argomentazioni nel forum e se fosse il caso segnalare all'USTIF, così ho fatto mandando una mail all'ufficio territorialmente competente (VE), poi ho visto che ne avete parlato allora sono venuto a raccontarvi qualcosa.

  13. Top | #13
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Eh già...siccome alcuni utenti o dipendenti in altri casi venivano minacciati dalle società se segnalavano problemi in pubblico, ora segnaliamo loro di rivolgersi direttamente all'USTIF di competenza...cosi fanno prima e nn hanno problemi

  14. Top | #14
    Utente
    Data Registrazione
    Jun 2009
    Messaggi
    356
    Mentioned
    4 Post(s)

    Predefinito

    L'USTIF mi ha risposto che la competenza per l'esercizio delle teleferiche è del Comune e che comunque loro danno solo un parere non vincolante sui progetti presentati e solo in Veneto, immagino avranno un casino di lavoro , quindi x FVG e TAA sono competenti le rispettive province autonome e i comuni ? Se scrivi al Comune di TS non ti cag-no neanche, già provato x roba stradale . Morale della storia possono fare quello caxxo che vogliono e nessuno può rompergli i c......

  15. Top | #15
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Mah...informati dai Carabinieri allora

  16. Top | #16
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,492
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito

    Bisogna dire che l'impianto dell'Italcementi è super-blindato: la stazione a valle è all'interno dello stabilimento che è sempre presenziato, quindi assolutamente inaccessibile. Quella a monte è in caverna e ha l'ingresso lato carrelli protetto da una robustissima inferriata a prova di bomba. L'altro ingresso di servizio è dotato di impianto di allarme e mi pare anche telecamere. Evidentemente non gradiscono visite...

  17. Top | #17
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Oggi abbiamo individuato una stazione intermedia di doppio ancoraggio, esattamente qui

    https://maps.google.com/?ll=45.62644...01206&t=h&z=20

    L'impianto non è piu in servizio, è fermo da vari mesi a causa della sospensione della produzione (e prevista dismissione) del cementificio

  18. Top | #18
    Utente Sapiens
    Data Registrazione
    Apr 2007
    Messaggi
    538
    Mentioned
    4 Post(s)

    Predefinito

    Questa settimana si sta procedendo allo sganciamento dei vagoni. Sembra che per ora non sia previsto la rimozione del cavo.

  19. Top | #19
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    http://ilpiccolo.gelocal.it/cronaca/...rica-1.8779246

    Quasi contemporaneamente allo spegnimento dell’altoforno della Ferriera di Servola, è stata smantellata la teleferica dell’Italcementi: un altro pezzo dell’economia triestina è così stato fatto a pezzi. «Ecco come sono finiti i famosi “vagoneti” che per più di 40 anni sono passati sopra le teste dei triestini da via Caboto, attraverso via Flavia e via di Vittorio per arrivare fino a San Giuseppe - commenta amaramente Marco Savi delegato rsu dell’azienda per Filca Cisl - Erano quasi un monumento industriale, così come lo fu la Stock a Roiano o come ciò che rimane della Dreher in via Giulia.»

    Con l'accordo nazionale siglato dalle organizzazioni sindacali nel gennaio scorso, lo stabilimento triestino dell'Italcementi ha rinunciato a tutta l'area produttiva ed è stato sostanzialmente ridimensionato a centro di distribuzione, pur mantenendo anche un minimo di attività di macinazione. Sono rimasti a lavorare soltanto i 21 dipendenti previsti dall'organico futuro e i 44 in esubero sono entrati definitivamente in cassa che già a fine anno potrebbe trasformarsi in mobilità. La prima pietra della fabbrica triestina di Italcementi era stata posata il 21 gennaio 1951 e il forno, ora dismesso, era entrato in esercizio il 28 luglio 1954.
    Un altra teleferica che se ne va; penso siano almeno 50 anni che in Italia non se ne costruiscono più in favore del trasporto su gomma...

  20. Top | #20
    In ricordo + L'avatar di masi roberto
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Trebiciano Trieste
    Messaggi
    272
    Mentioned
    10 Post(s)

    Predefinito

    Purtroppo in questi 60 e passa anni non hanno Mai pensato di generare corrente,visto il trasporto in discesa. Ma si,che smontino tutto,tanto ormai di intero non c'è più niente,in tutti i sensi.........

  21. Top | #21
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Paolo Visualizza Messaggio
    Oggi abbiamo individuato una stazione intermedia di doppio ancoraggio, esattamente qui

    https://maps.google.com/?ll=45.62644...01206&t=h&z=20

  22. Top | #22
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,492
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito

    Riconosco la qualità schifosa della foto fatta col BB che avevo all'epoca

  23. Top | #23
    MODERATORE L'avatar di andre72
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Località
    Trieste
    Messaggi
    1,492
    Mentioned
    68 Post(s)

    Predefinito

    Forse questa è meglio:


  24. Top | #24
    In ricordo + L'avatar di masi roberto
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Trebiciano Trieste
    Messaggi
    272
    Mentioned
    10 Post(s)

    Predefinito

    Invece io immortalo con la macchinetta,basta il pensiero no?
    Manca totalmente la traente e il ramo di salita (portante) dalla 1a intermedia (via Flavia) alla 2a intermedia (questa qui sopra immortalata da Andre72)











  25. Top | #25
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Quindi esiste anche una seconda intermedia qui
    http://www.flashearth.com/?lat=45.63...20&r=0&src=msl

    Configurazione portanti:
    (contrappeso)----(deviazione)-----------(ancoraggio)(contrappeso)-----------(ancoraggio)(contrappeso)------(ancoraggio)

    Raggiungibilità della seconda intermedia?

  26. Top | #26
    In ricordo + L'avatar di masi roberto
    Data Registrazione
    May 2011
    Località
    Trebiciano Trieste
    Messaggi
    272
    Mentioned
    10 Post(s)

    Predefinito

    Quella è stata raggiunta da Andre72,io l'presa da lontano(foto)
    ,per arrivarci credo ci sia una stradina che parte dalla camionale....

  27. Top | #27
    New entry
    Data Registrazione
    Oct 2007
    Messaggi
    44
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Purtroppo non è stata smantellata la sola teleferica ma verrà smantellato anche lo stabilimento !
    Sembra che ormai la produzione di cemento sia di molto superiore al consumo !

  28. Top | #28
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Cementifici ne vedo sempre meno...non so dove lo producano...

  29. Top | #29
    Sostenitore sito
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Brescia
    Messaggi
    499
    Mentioned
    2 Post(s)

    Predefinito

    L'italcementi passerà da 17 a 8 siti produttivi in Italia tra questi quello di Rezzato BS che sta subendo importanti lavori per il risparmio energetico e abbattimento inquinanti.
    nicola.tagliabue@gmail.com

  30. Top | #30
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

  31. Top | #31

  32. Top | #32
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Varie foto
    https://www.facebook.com/pg/triestea...70475433178710

    anche qui
    https://www.facebook.com/media/set/?...4257482&type=3

    - - - Aggiornato - - -

    Difficile capire da chi siano stati effettuati gli ultimi interventi, probabilmente da nessuna ditta funiviaria; gli armadi delle sicurezze riportano il marchio PHB, quindi direi che dovrebbero risalire al 1992 in seguito ad una revisione ventennale; nel 1994 infatti la PHW è stata assorbita da Von Roll/Garaventa.

  33. Top | #33
    ADMIN L'avatar di Paolo
    Data Registrazione
    Jul 2003
    Messaggi
    20,966
    Mentioned
    166 Post(s)

    Predefinito

    Con l'aiuto di Google una descrizione di cosa c'è a monte

    La teleferica arriva, come abbiamo visto, in caverna. Sopra troviamo l'impianto di frantumazione con un frantoio


    che viene alimentato con il materiale tramite questa piccola ferrovia decauville a 4 binari su cui corre un grande carro, mosso da uno o due locomotori elettrici che sono ricoverati nel piccolo deposito vicino al frantoio


    Una vista di insieme; il frantoio si trova nella cava piccola, la più vecchia, poi abbandonata in favore di quella superiore


    L'ingresso della galleria che porta al pozzo alimentato dalla cava superiore


    Il pozzo che dalla cava superiore scarica sul carrello della decauville

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi della community su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. E' vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta.La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile. Non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer. Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
VERSIONE MOBILE - VERSIONE DESKTOP


.
.
Notizie Forum Cantieri Impianti Macchine Neve Divertimento Turismo Multimedia Annunci Contatti
.
Collaborazione con privati Collaborazione con aziende Pubblicità su Funivie.org
.