annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

MALCESINE Vecchia funivia Ceretti Tanfani Monte Baldo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Michelangelo421A BCF
    ha risposto

    Grazie a te MaMut per aver condiviso il tuo ricordo, simile per molti versi, ai miei per altri impianti a cui sono molto legato come lo sei tu per quello oggetto di questo topic. La magia delle vecchie funivie a va e vieni che non esistono più vive ancora grazie anche e questi ricordi, più forti che mai di foto e cartoline d'epoca.
    Grazie ancora,
    Michelangelo

    Lascia un commento:


  • faustodossi
    ha risposto
    io ci salivo con la MTB come adesso...

    Lascia un commento:


  • MaMut
    ha risposto
    RICK e marameo vi ringrazio dal profondo del cuore. Oggi (anche un po' colto di sorpresa lo confesso) ho sdrammatizzato pensando semplicemente di aver condiviso un dolce ricordo che ha segnato la mia vita. Ma è da oggi che penso come dare una risposta "seria" ai vostri commenti. Beh lo confesso, non trovo nessuna risposta adeguata. Quando si parla di sentimenti, ognuno di noi ha il proprio bagaglio, il proprio vissuto, le proprie esperienze che lo guidano in questo ambito complesso e delicato. Ecco, questo è proprio il punto di cui vi ringrazio maggiormente e per cui sono vicino alla vostra esperienza, qualunque essa sia. Avete compreso un legame affettivo profondo, diverso ma sicuramente simile ad esperienze da voi vissute. Questo ci accomuna come esseri umani ed è la nostra grandezza che dovrebbe contraddistinguere in quanto esseri sensibili ed intelligenti. Vi ringrazio dal profondo del cuore e sempre da li non potrò che condividere le esperienze che hanno segnato il nostro essere, il nostro pensare ed il nostro agire. In questo vi è anche un senso di stupore, sempre fanciullesco, sempre di quel bambino di 3 anni e mezzo che vedeva la tecnologia come magia, mentre ora la vede come tale ma proprio per questo ne capisce la vera magia nascosta dietro. La passione, la dedizione, l'impegno, la serietà, tutte cose piuttosto disconosciute nella società che affrontiamo quotidianamente. Grazie dal profondo del cuore, una funivia (spesso) è solo un accidente per questioni indescrivibili a parole

    Lascia un commento:


  • MaMut
    ha risposto
    marameo si quelle con le porte a soffietto erano quelle bianche e rosse abbiamo spostato in avanti le lancette vediamo se riusciamo ad arrivare all'anno esatto. Devo dire che la nuova funivia di Malcesine non l'ho presa nemmeno io, all'epoca quando l'hanno fatta mi è pianto il cuore non vedere più la "mia" funivia. Magari prima o poi vincerò la ritrosia e la proverò.

    Lascia un commento:


  • marameo
    ha risposto
    Mi hai fatto piangere ... io quella funivia l'ho presa solo una volta, nel 1980. Credo sia stato il mio primo impianto in assoluto. Avevo 4 anni. Ricordo le porte piegevoli (a soffietto?) come quelle degli autobus. Ricordo il trillo della chiusura porte. Ricordo la mia apprensione, la paura del mio babbo, e da contraltare l'allegra spensieratezza di mia mamma. Anch'io ero la con la mia sorella, maggiore. Anche a me il babbo manca già da troppi anni.
    A Malcesine e a prendere quella funivia non ci sono più tornato.
    E' vero, certi impianti sono più vivi che mai.
    P.S. nei miei ricordi le cabine bianche e rosse c'erano ancora nel 1980, mi sembra di vedere che le cabine successive non avevano più le porte fatte a quel modo.

    Lascia un commento:


  • MaMut
    ha risposto
    Vedrai che un bel piatto di pasta scioglie qualunque groppo

    Lascia un commento:


  • RICK
    ha risposto
    Ok.......vado a pranzo con un nodo in gola...

    Lascia un commento:


  • MaMut
    ha risposto
    Che dire? sono legatissimo a questa funivia. I primi ricordi risalgono all'estate del 1972, prima ero troppo piccolo per ricordare e sicuramente c'ero già salito che ero ancora in fasce. Mio papà (era ingegnere edile) che tenendomi per mano mi illustrava le varie componenti e me ne spiegava il funzionamento. Quel misto di stupore, quel pizzico di apprensione e di paura e poi il librarsi in aria a folle velocità. Il cigolio ritmico delle funi che passano nei rulli, l'odore del grasso, gli scalini in salita per prendere il secondo tronco è tutta magia, è tutto gioco meraviglioso e via di nuovo verso il cielo, verso quella vetta maestosa ed illuminata tutto il giorno di questa montagna bellissima che si affaccia e si specchia sul mio amato lago, e poi il brivido del passaggio dei piloni con quella sensazione di precipitare per un istante ed infine ecco l'arrivo. Tutto troppo bello, tutto troppo veloce. Quel gigante che mi sembrava così grande mi sembra ora un po' più piccolo, impensabile arrivare ai 1800 metri così velocemente. Papà quanto veloce corre questa cosa magica? Papà come può una fune tenerci tutti su? come può tirarci su? Mi fermerei tutto il giorno a guardare il via vai delle cabine qui dalla stazione di arrivo è la cosa più bella del mondo. Papà capisce il mio stupore ed attende paziente due cicli completi alla fine mi prende dolcemente la mano: andiamo piccolo mio la prenderemo più tardi per tornare giù. La giornata sul Baldo trascorre felice, non potrebbe essere diversamente quando a tre anni sei con papà e mamma e la tua sorella maggiore. Siamo in pochi qui sul Baldo e le mucche pascolano placidamente nei prati sui quali ci troviamo anche noi. Le osservo, mi sono sempre piaciute tantissimo con quello sguardo languido e distante. Ma il mio pensiero è fisso la al quell'uccello di metallo che ci ha portato qui. Finalmente è ora di rientrare a Malcesine, non sto nella pelle comincio a correre verso la stazione ma le mie gambette tremanti non sono ancora abbastanza sicure, incespico e cado a faccia in giù, poco male l'erba ha fatto il suo, l'attesa e la voglia di rimontare fa si che non mi metta nemmeno a piangere. Papà mi prende il polso e mi aiuta a rialzarmi questa volta la presa è più stretta e in tono di rimprovero parte un bel "ben ti sta, così la prossima volta guarderai dove metti i piedi...!" Finalmente a bordo in attesa di ripartire. Come all'andata papà mi tiene in braccio così che io possa vedere bene fuori dai finestrini, le vetture sono quelle ovali bianche e rosse mi viene da pensare che la cabina è la stessa dell'andata avrei voluto provare l'altra... ma va beh. Siamo ancora fermi in fossa, dai parti, dai parti, dai parti uffa! Finalmente il vetturino aziona una leva grigia le porte si chiudono e... via si vola di nuovo! A scendere fa ancora più effetto che a salire vorrei che il tempo si fermasse, ma come all'andata è tutto troppo troppo veloce ed in un amen sbarchiamo a Malcesine. Papà mi ci porti ancora? Vero papà? Vero che mi ci porti ancora? Vero? Vero?

    Perdonate se ho voluto condividere questo ricordo della mia infanzia, prendetelo per lo sfogo nostalgico di tempi passati e di un padre che mi manca da molti anni, ma rimane uno dei ricordi più chiari e vividi nella mia testa. Il bello di questi impianti è che nascondono infinite storie come questa, insomma sono impianti che hanno una sorta di umanità "riflessa" dalle emozioni che hanno suscitato in chi li ha utilizzati. P.s. l'impianto poi lo ho preso non so quante volte ed ogni volta era bellissimo, qualcuno sa dirmi con preciso in quale anno vennero cambiate le cabine bianche e rosse con quelle rosse? Ho dei vaghi ricordi che possa essere stato il '76 o il '77 ma potrei sbagliare completamente. Ciò che ricordo molto bene è che i primi viaggi li avevo fatti con la bianca e rossa.
    Ultima modifica di MaMut; 08-06-2021, 13:00.

    Lascia un commento:


  • GreatEsatern
    ha risposto
    ...e la stessa cabina (o la sua gemella) è attualmente in mostra in un vivaio vicino a Verona

    Lascia un commento:


  • aj79
    ha risposto
    una vecchia cabina rossa e bianca restaurata è stata messa nel giardino delle distillerie Marzadro a Nogaredo (TN) da qualche settimana...

    Lascia un commento:


  • ste1258
    ha risposto
    Originariamente inviato da claudio75 Visualizza il messaggio
    Originariamente inviato da Paolo Visualizza il messaggio
    Vedo che le cabine del II° tronco sono state cambiate durante la vita della funivia, era successo così anche per la Paradiso del Tonale (stesso costruttore). Ma era aumentata anche la capacità? Quelle ovali sembrano più piccole.

    A monte è esposta questa:

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • Childerique
    ha risposto
    Alla fine degli anni '60 si diceva fosse la funivia piu' veloce in Italia!

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • carlo depi
    ha risposto
    Con le mitiche vetture Nardo !

    Lascia un commento:


  • gabri
    ha risposto
    sembra la vecchia funivia di Chamois, guarda caso proprio una Ceretti&Tanfani.

    Lascia un commento:


  • claudio75
    ha risposto


    - - - Updated - - -

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha iniziato la discussione MALCESINE Vecchia funivia Ceretti Tanfani Monte Baldo

    MALCESINE Vecchia funivia Ceretti Tanfani Monte Baldo

    Orrendo fotomontaggio del vecchio impianto

NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
Sto operando...
X