annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Funivie abbandonate a Tyrnyauz, Russia

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • cf
    cf
    Utente Junior
    • Apr 2006
    • 61
    • Svizzera (TI-BE-JU)
    • Visita il mio sito: binarimorti.altervista.org
      Il sito dedicato alle ferrovie scomparse

    Funivie abbandonate a Tyrnyauz, Russia

    Navigando su internet ho trovato delle interessantissime fotografie su una funivia abbandonata. Purtroppo non sono riuscito a scoprire dove sia. Qualcuni può aiutarmi? Credo sia in Russia, ma non ne sono sicuro.
    CF
  • Paolo
    ADMIN
    • Jul 2003
    • 23209
    • FVG

    Russia vedendo la stella?

    Commenta

    • massimo grecchi
      Curioso
      • Sep 2008
      • 1507
      • Piani Resinelli (LC)
      • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
        DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

      Viste le montagne è più ucraina. Probabilmente in TransCarpazia, confine Romania, Slovacchia, Ungheria, Polonia. La località, poi, potrebbe essere una di quelle sciistiche create al confine per favorire il turismo.
      Distretto di Uzgorod, forse. Non sembrano gli Urali, comunque (lì non andava nessuno).
      In quella zona gli italiani rimontano seggiovie "scadute". Ora però sono tutti più ricchi e vogliono roba nuova...

      Commenta

      • krisu
        MODERATORE
        • Mar 2004
        • 974
        • Innsbruck / Austria
        • * Progetto Cestovie: Tutte le cestovie del mondo --> www.retrofutur.org

        interessante, proprio un luogo retrofutur, ci vorrei essere :-)
        L'ambiente, l'architettura povera delle abitazioni ed infine la stella sul tetto lasciano presumere un paese ex communista...
        Pare che le due funivie parallele collegano la valle con un complesso minerario in quota, da li parte una terza funivia verso la sommità:

        Commenta

        • Paolo
          ADMIN
          • Jul 2003
          • 23209
          • FVG

          Armadi elettrici azzurri...Poma? Lavorava molto su di la

          Commenta

          • massimo grecchi
            Curioso
            • Sep 2008
            • 1507
            • Piani Resinelli (LC)
            • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
              DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

            Cabine troppo belle (per lo standard soviet) e con ampi portabagagli per essere destinate a minatori... Purtroppo non si vedono bene eventuali tracce di scavi o depositi di ganga in quota.
            Vi fosse un deposito, dal tipo di scarto s'individuerebbe il minerale. Quindi la formazione e l'ambito montuoso.
            Potrebbero essere anche i Tatra.

            Commenta

            • Lork
              * Utente GOLD *
              • Mar 2009
              • 523

              Trovata:-)

              Città Tyrnyauz (43 ° 24'0 "N, 42 ° 55 '0" E)

              Le 3 funivie servivano per il le miniere di tungsteno e mobildeno.

              http://danila85.livejournal.com/141833.html

              http://www.yaplakal.com/forum2/topic234648.html

              http://en.wikipedia.org/wiki/Tyrnyauz



              Ultima modifica di Lork; 18-06-2009, 13:18.

              Commenta

              • massimo grecchi
                Curioso
                • Sep 2008
                • 1507
                • Piani Resinelli (LC)
                • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                  DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                Tra Ossezia e Circassia. La Repubblica di Kabardino-Balkaria, alla base del Caucaso.
                Vicinanze Elbrus (> 5000m). Dall'altra parte dei Tatra come continuità geologica, ai limiti della depressione del Mar Nero.
                Spiegato l'arcano della ganga. Tungsteno e Molibdeno vengono estratti dalle intrusioni di granito, al contatto, mediante trattamento chimico. Tutto il materiale va in bagno ossigenato.
                Certo che, solo per le maestranze (niente sciatori), doveva essere un fiore all'occhiello dell'URSS.
                Quel minerale, pulverulento, tiene anche le famigerate particole dell'Uranio impoverito usate in Bosnia.
                Un po' come una ns. fabbrica di componenti in Amianto. Quante cose ha modificato la caduta del Muro.
                Tornando all'impianto e' Poma?
                Dimenticavo: complimenti, Lork. Un vero segugio da satellite...

                PS - vista l'assenza umana nel luogo mi sa che l'aria sia, anche, "leggermente" tossica.
                No. Mio Dio!.. .Vista adesso la discarica. Dritta giù al fiume. Alla brutta del pendio. Pazzi, assassini da legare.
                Si vedono quei conoidi dalla foto di Paolo.
                Ma allora il minerale era in minima parte! E dovevano sbancare kton di roccia per portare a casa un filamento. Peggio che a Yuma.
                Guardate che sfacelo, alla sinistra della linea rossa. Hanno sfondato mezza montagna per scaraventarla già verso il fiume.
                Dalle altre foto non si capiva.
                Ultima modifica di massimo grecchi; 21-06-2009, 12:39.

                Commenta

                • Lork
                  * Utente GOLD *
                  • Mar 2009
                  • 523

                  Originariamente inviato da massimo grecchi Visualizza il messaggio
                  Dimenticavo: complimenti, Lork. Un vero segugio da satellite...
                  Troppo buono, il merito è del traduttore di google

                  Comunque ho trovato un sito internet del posto www.tyrnyauz.ru e dalle foto si può vedere bene a valle le due funivie parallele, però niente in merito alla monorotaia.

                  Commenta

                  • angelo
                    * Utente GOLD *
                    • May 2004
                    • 811
                    • Alagna-Alpe di Mera

                    Complimenti per chi ha trovato in Google earth sia la zona sia i tracciati degli impianti; vedendo le immagini satellitari il versante ancora erboso e non distrutto dalla miniera a cielo aperto si presterebbe molto per diventare una discreta stazione di sci (sia per ottima esposizione a nord sia per i dislivelli e le quote)

                    Commenta

                    • lorenzo58
                      Curioso
                      • Sep 2006
                      • 170
                      • pistoia-abetone-altabadia

                      Non lontano da lì si può sciare....

                      http://www.elbrusphoto.com/cheget/index.htm

                      Per Tyrnyauz non so, ma Wikipedia dice che nel 2001 la città è stata devastata da una alluvione e da una valanga di fango che ha seppellito alcuni edifici d'appartamenti fino al quarto piano. Non si hanno dati certi sul numero delle vittime...

                      Commenta

                      • massimo grecchi
                        Curioso
                        • Sep 2008
                        • 1507
                        • Piani Resinelli (LC)
                        • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                          DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                        Facile, visto il cumulo di materiale presente in quota. Un habitat devastato e ridotto in polvere senza provvedere a linee di smaltimento in sede, esterne al borgo alto, assieme alla messa in sicurezza dei materiali ancora da trattare. Probabilmente, viste anche le grane da Uranio impoverito (sicuramente presente nella ganga granitica da intrusione a wolframio-molibdeno), il sistema è stato abbandonato da un momento all'altro (vedi nastri-sistemi trasportatori ancora carichi) mentre la cittadina sotto deve aver perso qualche abitante (come in Alaska finita la febbre dell'Oro).
                        Per ciò che concerne quanto detto da Angelo, sì: lì si potrebbe davvero pianificare una stazione sciistica seria (c'ero cascato anch'io, all'inizio, supponendo i Tatra). Poi ho visto la discarica...
                        Certo, adesso occorrerebbe bonificare... ma avete visto la discesa del materiale più fine arrivato a gettarsi nel fiume un migliaio di m più basso?
                        Una cosa del genere nemmeno nel Potosì ai tempi spagnoli...
                        Ultima modifica di massimo grecchi; 18-06-2009, 20:23.

                        Commenta

                        • krisu
                          MODERATORE
                          • Mar 2004
                          • 974
                          • Innsbruck / Austria
                          • * Progetto Cestovie: Tutte le cestovie del mondo --> www.retrofutur.org

                          la cabina della seconda funivia ha una capienza di ben 80 persone, quella parallela di 45...

                          Commenta

                          • BALLA77
                            MODERATORE
                            • Jan 2005
                            • 3161
                            • Piacenza

                            Bellissimo... ragazzi guardate bene i particolari degli impianti... secondo me può saltare fuori qualcosa di italiano.... Un leggero ricordo Ceretti & Tanfani non lo avete?

                            Commenta

                            • bifune67
                              * Utente GOLD *
                              • Dec 2003
                              • 1068
                              • Milano

                              Sì, il carrello della più piccola è identico al carrello originale della funivia del Moro a Macugnaga, e anche la forma dei piloni gialli di quella più grande mi sembra proprio di C & T...

                              Commenta

                              • simon70
                                * Utente GOLD *
                                • Jun 2004
                                • 1528
                                • Prov.Brescia

                                Ma la cabina ancora sospesa di una delle due funivie parallele la lasceranno lì così in eterno? (col rischio che prima o poi possa cascare addosso a qualcosa o qualcuno?).

                                Evidentemente questo è un versante "povero" e malandato del massiccio dell'Elbrus, del quale avevo già sentito parlare a proposito delle olimpiadi di Sochi 2014. Almeno voglio sperare sia così, altrimenti povere Olimpiadi 2014!!!
                                Infatti ho trovato ora in un sito, che la regione dell'Elbrus sarebbe la location di "riserva" qualora sulle montagne designate per i giochi di Sochi mancasse la neve. Viene addirittura detto che, in controtendenza con l'andazzo degli ultimi anni, sull'Elbrus le precipitazioni nevose sarebbero aumentate....

                                "The Elbrus region, known as the pearl of the north Caucasus, has already been chosen as the reserve location for the 2014 Winter Olympics. This means that it will become the main Winter Olympic site if there is not enough snow at the preferred location of Krasnya polyana, near the Black Sea resort of Sochi, which rises to a maximum altitude of only 2,230 metres."

                                http://www.independent.co.uk/news/wo...pe-463385.html

                                Commenta

                                • Paolo
                                  ADMIN
                                  • Jul 2003
                                  • 23209
                                  • FVG

                                  Per chi vuole contattare il tipo il suo ICQ è 149665287

                                  Commenta

                                  • BALLA77
                                    MODERATORE
                                    • Jan 2005
                                    • 3161
                                    • Piacenza

                                    Mah... io son convinto che quegli impianti siano made in Italy... e la somiglianza con Ceretti & Tanfani è davvero tanta.

                                    Dalla struttura della stazione al carrello e alla sospensione.

                                    Commenta

                                    • Paolo
                                      ADMIN
                                      • Jul 2003
                                      • 23209
                                      • FVG

                                      Confermato, impianti Ceretti Tanfani 1970 e 1976

                                      Commenta

                                      • massimo grecchi
                                        Curioso
                                        • Sep 2008
                                        • 1507
                                        • Piani Resinelli (LC)
                                        • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                                          DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                                        Ben prima della caduta del muro: adesso si spiega lo sfacelo minerario continuato. Nessuna repubblica (autonoma) ex URSS avrebbe voluto tenersi un tale campione di sfruttamento intensivo senza precise strategie (o previsioni di necessità).
                                        La Repubblica di Kabardino. invece, dipende dall'attuale Russia che, dopo un periodo di transizione, prima dell'avvento di Putin, ha deciso la non convenienza di taluni sistemi a fronte dei nuovi rapporti internazionali di mercato (leggi globalizzazione).
                                        Vuol dire, allora, che quegli impianti sono abbandonati, più o meno, da poco dopo il 2002.
                                        Certo che, cabine da 80 p. per i minatori... Chissà che movimenti dovevano registrarsi in altura. Comunque 30 anni di funzionamento; e non sembra quasi, a vedere taluni particolari. Peccato quel saccheggio ai quadri di comando.

                                        Commenta

                                        • Lork
                                          * Utente GOLD *
                                          • Mar 2009
                                          • 523

                                          Complimenti al detective:-)

                                          Certo che si sono veramente impegnati i vandali per ridurre così le funivie in soli 7 anni, in particolare le stazioni di monte.

                                          Commenta

                                          • massimo grecchi
                                            Curioso
                                            • Sep 2008
                                            • 1507
                                            • Piani Resinelli (LC)
                                            • DATEMI 2 PUNTI D'APPOGGIO E VI TIRERO' UNA FUNE
                                              DATEMENE 3 E SARA' ALTAVIA

                                            Probabilmente anche la manutenzione durante il funzionamento ultimo (per gran parte gestito a passo ridotto) non è stata particolarmente curata (parlo dell'ossidazione generalizzata e della mancanza di riverniciature). Quel nastro, poi, lasciato lì con sopra ancora il materiale.
                                            Non vedevano l'ora, proprio.
                                            Comunque, lì, al quadro, doveva essere intervenuto un corto circuito, visto l'annerimento. Forse, chi ha voluto strappare strumenti, potenziometri, interruttori & C. s'era dimenticato di togliere tensione. Un bel surplus da mercatini di settore.
                                            Ultima modifica di massimo grecchi; 21-06-2009, 12:45.

                                            Commenta

                                            • Paolo
                                              ADMIN
                                              • Jul 2003
                                              • 23209
                                              • FVG

                                              O forse piu probabilmente è entrato qualche fulmine dato che sicuramente non avranno attivato le protezioni...se entra un fulmine dalla traente attraverso l'antenna del Teichmann ti entra subito negli armadi

                                              Commenta

                                              • BALLA77
                                                MODERATORE
                                                • Jan 2005
                                                • 3161
                                                • Piacenza

                                                Che occhio che ho!

                                                Commenta

                                                • gigiotto98
                                                  * Utente GOLD *
                                                  • Sep 2003
                                                  • 4070
                                                  • QUEBEC , Trento

                                                  + che vandalismi spesso negli impianti ex sovietici si può tranquillamente parlare di furti. Negli anni '90 capitava spesso che gli stipendi arrivassero con grande ritardo o non arrivassero proprio. E allora gli operai per campare e per ripicca si portavano a casa tutto il rivendibile e non.

                                                  Commenta

                                                  • Paolo
                                                    ADMIN
                                                    • Jul 2003
                                                    • 23209
                                                    • FVG

                                                    Brutte, pessime notizie! Funi rimosse e pali tagliati, stazioni che non si capisce se siano in corso di demolizione o cosa…cmq le fosse si vedono, le foto sono giuste

                                                    http://www.tyrnyauz.ru/news.php?id=2262

                                                    Commenta

                                                    • andre72
                                                      MODERATORE
                                                      • Nov 2005
                                                      • 1783
                                                      • Trieste

                                                      Rase al suolo!

                                                      Commenta

                                                      • GiorgioXT
                                                        * Utente GOLD *
                                                        • Jun 2005
                                                        • 1330
                                                        • Padova & Tai di Cadore

                                                        Da quello che sono riuscito a capire grazie a Google , pare che nell'aprile scorso sia stata lanciata una inziativa della repubblica locale per riattivare le miniere cercando anche partner stranieri.
                                                        Il problema pare sia che le riserve di tungsteno sono ancora importanti, ma l'estrazione e la raffinazione sono molto costose... fin che c'era l'URSS e l'esigenza strategica della guerra fredda coprivano qualsiasi costo, adesso è diverso e gli articoli ne parlavano più come propaganda politica che reale opportunità .

                                                        Credo comunque che abbiano semplicemente iniziato a recuperare il metallo in modo più organizzato, quindi via le funi, i piloni...

                                                        Commenta

                                                        • Paolo
                                                          ADMIN
                                                          • Jul 2003
                                                          • 23209
                                                          • FVG

                                                          Grazie all'utente mvero che aveva salvato le fotoho potuto metterle al sicuro
                                                          http://www.funivie.org/funigallery/t...php?album=1079

                                                          Commenta

                                                          • Siachoquero
                                                            * Utente GOLD *
                                                            • Feb 2017
                                                            • 224
                                                            • Tbilisi

                                                            There were 3 ATW lines, two parallel with 45 and 80 person cabins, and from intermediate station Komsomolskaya there was the third one wit 80 person cabins to upper station on Tungsten Molybdenum minefield.

                                                            The one with 45 person cabins had 3 pylons.
                                                            The one with 80 person cabins had 2 huge pylons.
                                                            The third one with 80 person cabins had only 1 pylon.

                                                            From the historical images we can see that there haven been at least thee generation cabins on 45 person line.

                                                            All the cabins are designed by Carrozzeria Nardo.

                                                            Here the video of working line with 80 person cabins from city to Komsomolskya station.




                                                            Commenta

                                                            • Siachoquero
                                                              * Utente GOLD *
                                                              • Feb 2017
                                                              • 224
                                                              • Tbilisi

                                                              Commenta

                                                              • Siachoquero
                                                                * Utente GOLD *
                                                                • Feb 2017
                                                                • 224
                                                                • Tbilisi


                                                                First Generation cabins




                                                                Second Generation cabins













                                                                Third line with 80 person cabins, clearly we can see the single Pylon.






                                                                Intermediate station






                                                                Lower station of third line going up to Tungsten Molybdenum Minefield.




                                                                Lower station in 2008









                                                                Commenta

                                                                NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                                                                La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                                                                Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                                                                Sto operando...
                                                                X