annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

CUTIGLIANO Vecchia funivia Doganaccia Croce Arcana o Lago Scaffalo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Michele L
    ha risposto
    Per molti anni è stata anche bianca e rossa. Foto che ho scattato nel 1999.



    Video estratto da una VHS che registrai nei primi anni 2000:
    https://www.youtube.com/watch?v=txUPUiFMmY4

    L'altra cabina è stata abbandonata alla Doganaccia in un parcheggio. Spero che venga restaurata ed esposta da qualche parte.








    La fune portante era ancora lì, lo scorso inverno:


    Come pure le scarpe del pilone:




    Verso la linea:

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Quindi da nuova era grigia e poi è stata riverniciata di rosso, credevo il contrario

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Altre due foto d'epoca.


    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    In effetti è rimasto lì, mezzo demolito per molti anni. Hanno solamente recuperato le scarpe. Direi anche con molta cura! E le hanno depositate davanti alla ex stazione a valle.

    Lascia un commento:


  • tobia18
    ha risposto
    Guardavo su google maps: è possibile che è 6 anni che stanno demolendo il pilone?
    https://www.google.ch/maps/@44.12648.../data=!3m1!1e3 foto 2017
    Paragonando con la streetview del 2011

    Si è rotto un tubo al ragno e han lasciato la?

    Edit: ho visto adesso sulla discussione dedicata alla ricostruzione che è stato demolito.

    Lascia un commento:


  • campolino
    ha risposto
    La funivia non c'è più ma Cutigliano ha avuto il grande merito di non distruggere ma anzi valorizzare queste straordinarie cabine le più belle secondo me di sempre della storia funiviaria

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Grazie a Campolino che ci ha inviato queste foto della cabina monumentata



    Lascia un commento:


  • Gianni_Funivia
    ha risposto
    L'albergo sì, lo stanno rifacendo nuovo. Comunico anche che in cima alla Croce, anche lì un tempo, accanto alla funivia, c'era un rifugio.

    Secondo me ha ragione massimo. Gli addetti mi hanno comunicato che potrebbe tranquilamente funzionare. Se ad esempio con un milioncino di Euro riescono a mandarla avanti per altri 15 anni, (finche non finisce la vita tecnica) che lo facciano. Ci si penserà poi al futuro. Capace fra 15 anni la doganaccia manco esisterà più, oppure al contrario che sarà una stazione di rilievo e che magari poi la sostituiranno con una quadriposto. Mica sempre si deve esagerare e fare impianti megalitici, ma ci dobbiamo limitare alle proprie capacita economiche.
    Poi (è una battuta) magari la funivia potrebbe anche entrare nel libro dei record come funivia più "anziana" !!!

    Lascia un commento:


  • massimo grecchi
    ha risposto
    Beh... in effetti è un po' decrepita. Ora condivido. Ma solo per questa; il principio della ristrutturazione meno impegnativa deve prevalere se no, tra un po', avremo solo aree museali e aree funzionali tipo Las Vegas. Addio montagna. Anzi, montagne.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Vedo una impalcatura...è stato demolito l'albergo/bar laterale? All'epoca del raduno era in previsione una ristrutturazione dei locali.

    Lascia un commento:


  • Gianni_Funivia
    ha risposto
    Ecco alcuni scatti della funivia fatti Giovedì scorso qundo ero su.

    Ecco il retro della stazione a monte:


    Ecco la stazione vista dal davanti con tanto di antenne:


    Ecco la cbina 2 in stazione e in basso lo sponsorr della Levissima:


    Ecco la vista sul pilone e sulla linea. Nello sfondo (in rosso) si nota un palo della nuova funivia Cutigliano - Doganaccia:


    Ecco un altra vista del pilone in cemento:


    Ecco lo stretto cunicolo che collega la base con le vetta del pilone:


    Ecco il pilone visto dal basso:


    Eccoci ora a valle. Vista di tutta la linea fino al pilone. Appena l'ho vista (la funivia) mi sono subito meravigliato di quanto fosse piccola la traenti. Sara stata appena 1/3 di un cm. era microscopica. Uno SL ha la fune più grossa!!!


    Ecco il carrello e la sospensione. La cabina è fissata alla traente tramite Testa Fusa:


    Ecco 3 scatti della cabina. La cabina di valle è molto meglio consevata di quella a monte. Questa ha ancora un colore brillante e vivo, mentre a monte è opaco e leggermente arrugginito.







    Per finire 2 scatti fatti dall'esterno:





    Per finire una bella foto panoramica. Cia a tutti!!! :-):-):-)


    Gianni

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Croce Arcana è molto molto piu vecchia tecnologicamente rispetto alla vostra di Bormio, anche se entrambe fanno la quarantennale; nessun sistema elettronico, marcia manuale, tutto manuale, non sembrano neanche confrontabili.

    Lascia un commento:


  • BALLA77
    ha risposto
    che sia vecchio o sia nuovo ogni 20 anni devi metterci dentro un bel pacchetto di soldi...

    anche l'impianto nelle foto fra 20 anni richiederà investimenti quindi non credo che ci sia una gran differenza... è solo questione di rapportare il ritorno dell'investimento al periodo disponibile.

    e poi ci sono revisioni e revisioni... facciamo un confronto: ai piani di artavaggio han speso di gran lunga meno dei milioni di euro spesi per i piani d'erna.... eppure entrambe hanno davanti 20 anni di vita.... stesso risultato, spese completamente diverse. quale sarà la scelta più giusta?

    Lascia un commento:


  • massimo grecchi
    ha risposto
    Paolo, la strategia è un conto, l'asfissia un altro. Bisogna uscire un attimo dalla programmazione "autonoma" e rientrare nel territorio "normale" secondo i reali problemi.
    Accettato che, ai sensi della presente normativa, talune strutture possano essere riequilibrate in termini obbligatoriamente ottimali, spesso unici (ingegneria gestionale, vedo...) nelle proiezioni, devo ribadire che, purtroppo, la presente (e ormai prolungata) situazione contingente di crisi crea solo problemi e s-bilanci a molte condizioni di seconda o terza fascia (soprattutto NON tutelate dall'autonimismo).
    Per conseguenza (parere personale, beninteso) sarei più propenso a diminuire il "tasso draconiano" intervenendo su quelle situazioni "in bilico" dove basta un minimo di programma mirato a prolungare la vita (ovvero controllo qualità reale e non da timbro) di un sistema in attesa di tempi migliori piuttosto che chiuderlo con l'avallo delle procedure di routine assolutamente burocratiche e pochissimo analitiche.
    Ripeto: punto di vista personale, per quanto indirizzato a quelle comunità che non posseggono che meno di 1/5 del finanziamento (cosiddetto ottimale) e nell'assoluto disinteresse politico della risistemazione.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Anche se ti costa 2 milioni li spendi sapendo che tra 15 anni devi buttare tutto perchè gli spazi sono agusti, i cementi da rinforzare, la portata bassissima; a tal punto converrebbe un impianto da 16 posti tipo quelli realizzati dalla Inauen su meccanica standardizzata (da valutare però i costi per inserirla nelle vecchie stazioni e lo stato delle vecchie stazioni)















    http://www.google.it/url?sa=t&source...IDtwqawLsO7IfA

    Lascia un commento:


  • Gianni_Funivia
    ha risposto
    Originariamente inviato da Paolo Visualizza il messaggio
    Legislativamente è scaduta la revisione quarantennale nel 2005 ma non la vita tecnica che scade nel 2025, quindi con una grossa revisione potrebbe tornare in servizio. Con la sola revisione però potrebbe funzionare per soli altri 16 anni e l'investimento sarebbe sprecato; per questo conviene fare il rinnovo di vita tecnica che aumenta la vita di altri 60 anni, richiedendo però grosse modifiche all'impianto, quasi come un impianto nuovo.
    Ma qusta grossa revisione quanto verrebbe a costtare?? Si certo, cara, ma non quanto un completo rinnovo, che praticamente è come rifare l'impianto nuovo. é bello cercare di mantenere in vita dei simili "gioielli" che secondo me hanno un valore STORICO inestimabile.
    Fammi sapee!!!
    Gianni

    Lascia un commento:


  • massimo grecchi
    ha risposto
    Solito incastro da normative draconiane che, in tempi di crisi, riducono tutto al denominatore (assolutamente non comune) del grande investimento penalizzando aree e sistemi deboli. Ah, la decadenza...

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Legislativamente è scaduta la revisione quarantennale nel 2005 ma non la vita tecnica che scade nel 2025, quindi con una grossa revisione potrebbe tornare in servizio. Con la sola revisione però potrebbe funzionare per soli altri 16 anni e l'investimento sarebbe sprecato; per questo conviene fare il rinnovo di vita tecnica che aumenta la vita di altri 60 anni, richiedendo però grosse modifiche all'impianto, quasi come un impianto nuovo.

    Lascia un commento:


  • Gianni_Funivia
    ha risposto
    Salve a tutti gente!!! Sono stato 2 giorni su alla doganaccia a fare un po' di down-hill e ovviamente non ho peso tempo per visitare la vecchia funivia. Lo stato attuale in cui si trova è all'incirca uguale alle foto che voi avete precedentemente postato, con solo qualche calcinaccio in più. appena l'ho vista sono imasto shokato!!! è magnifica e la venice della cabine è ancora perfetta!!! :-) (Rosso fuoco). Un signore molto ottimista che mi ha fatto da guida mi ha detto che forse per la prossima stagione 2010/11 riavremo fra noi la Croce Arcana.Ma mi stavo chiedeno una cosa: se si revisionasse magari tutta la parte elettroinca e tutta quella meccanica, ma si lasciassero intatte la strutture edili (stazioni e pilone) e magari anche le cabine che ripeto sembrano veramente "Giocattoli" (e sono tenute bene ripeto), si potrebbe riaprire con questo retrogusto antico oppure il destino di questa funivia è ormai segnato????

    Adesso posterò anche qualche scatto.

    PS Confermo che sul sito è stato detto che è stato firmato un contratto per collegare le stazioni sciistiche (sci ai piedi) Doganaccia e Corno alle scale, ma la guida a me ha riferito che non sanno se la faranno e se la faranno sarà fra 2/3 anni.

    Saluti Gianni!!!
    Ultima modifica di Gianni_Funivia; 25-08-2009, 14:29. Motivo: Errore di scrittura

    Lascia un commento:


  • nik
    ha risposto
    Sul sito della doganaccia, nella sezione notizie, si parla che è stato firmato il protocollo d'intesa per il collegamento con il corno alle scale.
    Qualcuno ha più notizie?
    Mah speriamo.

    Lascia un commento:


  • paolino
    ha risposto
    Originariamente inviato da Gianni_Funivia Visualizza il messaggio
    Ma allora pechè sul sito della doganaccia (www.doganaccia2000.it) dice che la funivia in questione è attualmete in manutenzione?E poi allora se non aprirà mai più perchè sulla crtina è sempre segnata. Poi perchè, non ho capito, la croce arcana dovrebbe completamente essere sostituia per rientrare in funzione? Ma il questo topic si parla della riapertura della croce arcana o del collegamento con il corno, giusto? Allora se la società decidesse di non collegare il corno ma riaprire la croce arcana non potrebbe?
    Ora sono curioso e voglio sapere. Io avrei anche mandato una mail alla doganaccia ma non hanno mai risposto.
    Cmq fatemi sapere, ok?
    Ciao!!!

    Gianni :-)

    Ps. X la pista non è vero che si perde solo 500m perchè se guardi nella catina noti benissimo che con lo sk perdi almeno meza pista!
    Gianni, il progetto della società Doganaccia 2000 srl è quello di sostituire l'attuale e non funzionante funivia con una nuova dello stesso tipo della Cutigliano-Doganaccia ma con cabine più piccole.

    Domanda, cosa ti aspetti che ci scrivano su un sito? E' chiaro che finchè non verrà smantellata o sostituità continuerà ad essere considerata in manutenzione.

    Rispondo alla seconda domanda, anche se mi sembra che abbia poco senso: la società può fare ciò che vuole, non è vincolata col corno, tanto che ancora oggi nessuno sa se il collegamento ci sarà o meno.

    Rispondo al ps: ho fatto la panoramica credo una decina di volte in vita mia, ci ho fatto escursioni d'estate ed escursioni d'inverno, in tutto ci sarò passato almeno 50 volte! Ti posso garantire che se non sono 500 i metri di pista persi, forse sono addirittura meno! Lo skilift "Faggio di Maria", quello sull'estrema sinistra etichettato con la lettera E, arriva 150-200 metri più in basso, in linea d'aria, rispetto all'arrivo della funivia.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Come già ripetuto molte volte l'impianto è del 1965, ha raggiunto i 40 anni e dovrebbe essere sottoposto a revisione quarantennale, e mancano i finanziamenti. Senza tale revisione l'impianto deve rimanere chiuso per legge.

    Lascia un commento:


  • Gianni_Funivia
    ha risposto
    Ma allora pechè sul sito della doganaccia (www.doganaccia2000.it) dice che la funivia in questione è attualmete in manutenzione?E poi allora se non aprirà mai più perchè sulla crtina è sempre segnata. Poi perchè, non ho capito, la croce arcana dovrebbe completamente essere sostituia per rientrare in funzione? Ma il questo topic si parla della riapertura della croce arcana o del collegamento con il corno, giusto? Allora se la società decidesse di non collegare il corno ma riaprire la croce arcana non potrebbe?
    Ora sono curioso e voglio sapere. Io avrei anche mandato una mail alla doganaccia ma non hanno mai risposto.
    Cmq fatemi sapere, ok?
    Ciao!!!

    Gianni :-)

    Ps. X la pista non è vero che si perde solo 500m perchè se guardi nella catina noti benissimo che con lo sk perdi almeno meza pista!

    Lascia un commento:


  • paolino
    ha risposto
    Originariamente inviato da Gianni_Funivia Visualizza il messaggio
    Ma adesso (12 marzo 2009) la funivia in che condizioni è? è ancora chiusa o è aperta adesso? Se non è aperta, cosa si pensa di fare? Nello stato attuale non si puo' riaprirla vero? E se non sarà rinnovata ma saranno fatti gli impianti per il collegamento col corno le piste nr.9 e nr. 10 che fine faranno visto che sono delle belle piste?


    Gianni:-):-):-)

    La funivia, come ha detto Paolo, è ferma e lo sarà per sempre, in pratica, nel senso che al limite può essere sostituita ma non riaperta con la sola revisione.

    Le piste 9-10 in realtà sono una pista sola, ovvero la "Panoramica", che altro non è che la sterrata che sale dalla Doganaccia alla Croce Arcana. Questa pista è tranquillamente utilizzabile anche solo con lo sk Faggio di Maria, semplicemente ci si perde i primi 500 metri, forse meno. D'altra parte ormai sono alcuni inverni che la funivia è chiusa, ma nonostante ciò la Panoramica è sempre stata agibile.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Ecco l'accesso di cui parlavo, va fino giu a terra:


    e una vista da sopra


    L'impianto ormai è chiuso e non potrà piu riaprire fino a quando non verrà rinnovato.

    Lascia un commento:


  • Gianni_Funivia
    ha risposto
    Ma adesso (12 marzo 2009) la funivia in che condizioni è? è ancora chiusa o è aperta adesso? Se non è aperta, cosa si pensa di fare? Nello stato attuale non si puo' riaprirla vero? E se non sarà rinnovata ma saranno fatti gli impianti per il collegamento col corno le piste nr.9 e nr. 10 che fine faranno visto che sono delle belle piste? (sono quelle contrassegnate nel cerchio rosso)



    Se sapete qualcosa (ad esempio Campolino o Paolino che sono degli esperti "appenninici") Fatemi sapere qualcosa, ok?

    Grazie e ciao!!!


    PS. Scusate se l'immagine è venuta male!



    Gianni:-):-):-)

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Per salire in cima al pilone c'è uno strettissimo cunicolo con una scala verticale, vedrò se riesco a recuperare una foto....certo che il panorama ripagherebbe l'investimento....ottime foto come sempre

    Lascia un commento:


  • ROBBY
    ha risposto
    foto del 8 dicembre 2008


    Stazione a monte



    Il pilone in cemento



    Il meraviglioso panorama

    Lascia un commento:


  • Sporty
    ha risposto
    Bellissima questa funivia che presi qualhe annetto fa prima dello stop per la fine vita tecnica.
    Concordo con Robby e con Ale liz riguardo il panorama molto bello (antenne escluse).
    Riguardo il rinnovo poi alla fine che avrebbero intenzione di fare se arrivano i fondi?

    Lascia un commento:


  • AleLiz
    ha risposto
    Non c'ero mai stato su alla Croce Arcana, ma non mi sono trovato uno spettacolo stupendo... a parte il paesaggio ovviamente...

    Lascia un commento:


  • ROBBY
    ha risposto
    Originariamente inviato da stracchino Visualizza il messaggio
    ...che impressione hai avuto della vecchia fascinosa funivia Doganaccia-Croce Arcana
    Sai, in una casa, ai giorni nostri, ci sono tante comodità e modernità, soprattutto quando sono nuove. Le vecchie case, invece, quando vengono rimodernate, assumono un aspetto quasi come quelle nuove. Le pareti, le finestre, i pavimenti, i sanitari, gli impianti elettrici, tutto pare essere stato appena messo e rimodernato. A volte però non si riesce a ristrutturare tutta la casa e, dietro una porta anonima, si celano stanze buie ed ammuffite, dove sono accumulati vecchi mobili e dove tutto pare abbandonato.

    Alla stazione a monte della funivia che parte dal paese di Cutigliano ed arriva in località Doganaccia, mi è sembrato di rivivere la stessa situazione, grazie alla nuovo funivia in funzione da pochi anni che ha reso nuovamente funzionale e viva la piccola ma simpatica località sciistica pistoiese. Dopo aver visitato la moderna sala macchine, dopo aver visionato le moderne apparecchiature nella sala comandi che ci ha catapultati in un epoca dove le tecnologie hanno preso il sopravvento sulle capacità dell'uomo, abbiamo chiesto se era possibile andare a "riscoprire" la funivia che prosegue verso la Croce Arcana. In pratica è stato come andare a rispolverare un vecchio giocattolo "accantonato" in soffitta. E quella famosa porta anonima che portava nella stanza buia ed ammuffita noi l'abbiamo aperta ed oltrepassata!

    Per alcuni istanti siamo tornati bambini che chiedevamo ai nostri nonni di raccontarci i loro ricordi e farci vedere i loro "giochi". Tra cianfrusaglie abbandonate a terra, mobili e sede accatastate, polvere e grasso, nel buio di un vecchio locale da ristrutturare, siamo arrivati nella piccola stanza d'ingresso alla vecchia funivia non più accessibile al pubblico. Che strano, dalle moderne e spaziose sale d'ingresso con biglietteria e sala s'attesa verso il piano d'imbarco, siamo passati in un angusto e piccolo locale dove, una stretta porta d'accesso permetteva di avvicinarsi alla cabina della funivia. Cabina che pareva un cimelio, messa lì in mostra come nel museo degli Uffizi. Cabina incredibilmente piccola in confronto alle moderne e capienti dei nostri giorni. Il "giocattolo" pareva non più funzionante, ma i simpatici e gentili gestori degli impianti ci hanno assicurato che, con una piccola risistemata, la funivia poteva tranquillamente funzionare. Peccato però che il tempo, sia quello meteorologico che quello temporale, non ci hanno permesso di poter "approfittare" della ghiotta occasione per poterci salire per fare una "corsa", però l'emozione di vedere questa spettacolare funivia è stata ugualmente intensa ed eccitante. E' un peccato che quest'impianto non possa continuare la sua vita così com'è: potrebbe sicuramente regalare tante emozioni ai tanti turisti che si avventurerebbero in questa località, soprattutto ai non sciatori. Sarebbe come tornare indietro negli anni per alcuni minuti, sarebbe come ricordare momenti storici che si sbiadiscono sempre più con il passare degli anni.

    Ma come tutte le cose che vengono riposte in soffitta, anche questa gloriosa funivia è destinata a rimanervi lì, per sempre, fino a quando non verrà definitivamente smantellata. E, sicuramente, anche ai "padroni" che ci hanno accompagnato nella visita, qualche lacrimuccia scenderà dai loro volti apparentemente indifferenti alle vicende dei loro vecchi compagni di vita...!


    Altre foto della vecchia funivia riprese nella stazione a valle, adiacente alla moderna funivia della Poma Italia:




    Come erano piccole le cabine di una volta...



    Qui, Paolo, Gioto e Paolino ascoltano le spiegazioni del "factotum" della società che ha in gestione gli impianti della Doganaccia, con la super visione del gentilissimo responsabile che ci ha accompagnato durante tutta la visita (autore anche di un'audace e divertente discesa in anteprima sulla teleferica più lunga d'Italia nel vicino ed attrezzato Parco Avventura)

    Lascia un commento:


  • campolino
    ha risposto
    La foto della cartolina si riferisce però al primo tronco

    Lascia un commento:


  • lorenzo58
    ha risposto
    Impianto bellissimo e che consentiva di sciare su dei bei camponi innevati: l'ultima volta mi pare di averlo preso nel 2004 ed è stata una giornata eccezionale.

    Aggiungo che il tratto inferiore Cutigliano - Doganaccia è stato rifatto interamente con soldi pubblici.

    Quanto ai progetti di collegamento con il Corno alle Scale, direi che fin dall'inizio eravamo in un libro dei sogni e con l'attuale situazione del Corno lo siamo ancora di più....

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    E ' un impianto che genera subito simpatia per le piccole cabine arrotondate, i particolari in legno ed il grosso pilone in cemento; alcune foto del raduno








    Impianto da "guidare" ancora a mano con reostato e freno manuali; l'impianto funzionerebbe ancora ma non è possibile piu effettuare servizio pubblico perchè ha attualmente 44 anni e la revisione quarantennale non è stata fatta.
    Si pensa di sostituirlo nei prossimi anni ma purtroppo i fondi sono pochi dato che non ci sono contributi pubblici per il rinnovo.

    Lascia un commento:


  • stracchino
    ha risposto
    chiederei a robby, fresco di recente visita a Cutigliano che impressione ha avuto,sia deel luogo che degli impianti con riferimento principale ovviamente alle due funivie e se hai delle foto sullo stato attuale della vecchia fascinosa Doganaccia-Croce arcana

    Lascia un commento:


  • k3
    ha risposto
    Sul collegamento Croce Arcana - Corno alle Scale se ne parla da tanto tanto tempo... So di persone che già adesso riescono a farlo ma si parla di sci alpinismo. Cartina alla mano l'attuale funivia arriva abbastanza lontano dal Lago Scaffaiolo, il percorso potrebbe essere Lago Scaffaiolo, Passo della Calanca, dietro allo Spigolino e da qui scendere verso la Croce Arcana. Il percoso in questo senso dovrebbe essere tutto in discesa. Il percoso inverso credo che si un po' più complesso, il lago è a una quota più alta rispetto all'arrivo della funivia, però in qualche modo si può fare.
    Se si spostasse la funivia un po' più verso il lago tutto sarebbe di certo più agevole. Questo lato Doganaccia.
    Lato Corno ci sono i progetti per fare due seggiovie esaposto una delle quali potrebbe servire proprio questo collegamento. Il problema: la regione formalmente non ha approvato il progetto del lago per l'innevamento artificiale e la società degli impianti non costruisce i nuovi impianti finchè non potrà garantire l'innevamento. E quindi la situazione è in stallo.
    Infine sul Funivor, onostamente credo che si inutile, nel senso che è vero che la zona è soggetta a venti anche molto forti e che quindi sarebbe necessario costruire un impianto che li possa sopportare, ma il collegamento e le piste, essendo sul crinale, sono totalmente esposte e per esperienza di posso garantire che stare lassù con vento forte non è una bella esperienza e non ti godi assolutamente la discesa. Credo che quindi tali impianti in condizioni di forte vento non sarebbero sfruttati e allora tanto vale non spendere soldi in più. Solo per farti un esempio tante volte ho visto la seggiovia del Corno funzionante con forte vento e nessuno sulla pista perchè non riuscivi letteralmente a stare in piedi.
    Ciao!

    Lascia un commento:


  • CUTIGLIANO Vecchia funivia Doganaccia Croce Arcana o Lago Scaffalo

    Nel 2005 la funivia Doganaccia Croce Arcana (Hoeltz 1964) dovrà essere
    completamente revisionata. Parlano di sostituire le cabine lasciandole da
    15 posti, consolidare il pilone di cemento armato, ed effettuare gli inter-
    venti necessari alle due stazioni. Siccome però si parla da molti anni di
    collegare la Doganaccia con il Corno Alle Scale, si fa strada l'ipotesi di non
    ricostruire la funivia per la Croce Arcana (sciisticamente non ha molto sen-
    so) ma di fare un nuovo impianto verso il lago Scaffaiolo ed il Monte Cupo-
    lino, in modo da collegare "sci ai piedi" le due stazioni sciistiche.
    Per fare questo occorre costruire una funivia perchè la zona è spazzata da
    forti venti. Parlando sabato scorso con gli addetti alle due funivie, ho sug-
    gerito l'idea di costruire un Funifor impianto che sarebbe adattissimo per
    questo luogo. Per noi fiorentini, sarebbe veramente una manna dal cielo.
    Infatti ci consentirebbe di raggiungere la località molto bella del Corno alle
    Scale in 1 ora contro le ore 1,30 attuali.
NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
Sto operando...
X