annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

LAVIS Funivia "Direttissima della Paganella"

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • simon70
    ha risposto
    Dalla parte burocratica e anche e soprattutto da quella finanziaria. Chi pagherebbe un impiantino del genere? Paganella 2001 spa? Ahahah. Valle bianca spa che già sta andando coi piedi di piombo con la mgd Laghet? Doppio ahahah..La provincia? Trilpo Ahahah.. Il grosso imprenditore straniero? Infinito ahahah.. siamo seri dai..Ma forse nemmeno in alto adige, che di impianti inutili e costosi se ne intendono, sarebbero disposti a fare una cosa del genere. Imho..

    Lascia un commento:


  • noah
    ha risposto
    Dal punto di vista impiantistico è fattibile (vedi funivia Zugspitze Eibsee) che tecnicamente è un'impianto abbastanza ardito.
    Invece dalla parte burocratica non saprei proprio.

    Lascia un commento:


  • Michelangelo421A BCF
    ha risposto
    Oggi quell'impianto, oltre ad essere molto attrattivo dal punto di vista tecnico/scenografico, accorcerebbe di molto i tempi per raggiungere le piste di Andalo; è impensabile ipotizzarne una ricostruzione, magari con cabine moderne in stile retrò (fedeli nell'estetica alle originali)?
    Cosa ne pensate?
    Ciao,
    Michelangelo

    Lascia un commento:


  • bailo
    ha risposto
    Sempre stupenda

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Foto meravigliosa. L'avete notata la teleferica sulla destra?

    Lascia un commento:


  • pojana
    ha risposto
    Collezione Biblioteca Comunale di Trento, Fondo Racioppi



    Lascia un commento:


  • FuniCampo57
    ha risposto
    dal sito archivio Lovisolo guardate un po' cosa c'è dietro ai dirigenti

    Lascia un commento:


  • pojana
    ha risposto
    I piloni erano due, è riportato in questo post ad inizio topic:

    https://www.funiforum.org/funiforum/...2003#post12003

    Lascia un commento:


  • Eric
    ha risposto
    Dalla cartolina si direbbe che i piloni erano 2 e non 1 ... !?

    Lascia un commento:


  • pojana
    ha risposto
    Archivio Istituto Luce: inaugurazione della funivia

    https://patrimonio.archivioluce.com/...paganella.html
    ciao

    Lascia un commento:


  • pojana
    ha risposto
    Solo per mostrarvi questa cartolina dalla collezione della Biblioteca Comunale di Trento

    Lascia un commento:


  • Eric
    ha risposto
    Originariamente inviato da Michele L Visualizza il messaggio
    Alcune bellissime foto dell'impianto:



















    Interessante notare gli orari di funzionamento. Una corsa ogni ora e mezza!
    Le cabine sembrano le stesse della vecchia funivia del Lussari (Valbruna) con le porte a soffietto.

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Originariamente inviato da Paolo Visualizza il messaggio
    Sei passato a bassa quota con l'Airbus?
    Si, in volo rovescio

    Ero sul cessnino qualche mese fa Comunque fa impressione la stazione a monte. Un unico blocco ricoperto da decine di antenne!

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Sei passato a bassa quota con l'Airbus?

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Un paio di foto della stazione a valle, scattate un paio di anni fa svolazzando da quelle parti.



    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Dai laghi di Lamar è possibile arrivare ai plinti del primo sostegno? O la vegetazione rende il tutto impraticabile?

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Ah probabile, una volta non ci badavano tanto, soprattutto da Trento in giù...

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    e chissà se è vera la leggenda del sostegno tagliato e lasciato rotolare giù per le pendici della Paganella....

    Lascia un commento:


  • FuniCampo57
    ha risposto
    saranno andate in fonderia come quasi tutte le cabine delle funivie più belle

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Sapete che fine hanno fatto le cabine?

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    https://www.ilmulo.it/2019/02/25/qua...lla-paganella/

    - - - Aggiornato - - -

    https://www.ildolomiti.it/immagini/c...JsraZQwNeXuQW0

    - - - Aggiornato - - -

    http://www.giornaletrentino.it/foto/...stre-1.1924052

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Il primo appoggio utile per metterci un sostegno dopo la lunghissima campata iniziale.

    Lascia un commento:


  • alexxx
    ha risposto
    Originariamente inviato da Michele L Visualizza il messaggio
    Ed era anche l'unico "appoggio" naturale presente.
    Cosa intendi per unico appoggio naturale?

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    ....però toglierebbe flusso di gente ad Andalo e non so come la prenderebbero gli imprenditori locali e gli impiantisti. Sarebbe fantastico realizzare un nuovo impianto sulla stessa linea della Direttissima. Ma ahimè, rimarrà un sogno per noi appassionati.

    Ultima modifica di Michele L; 01-02-2019, 18:37.

    Lascia un commento:


  • Michelangelo421A BCF
    ha risposto
    Ciao a tutti,
    secondo voi sarebbe insensato ipotizzare una futura ricostruzione dell'impianto?
    Per gli sciatori della Domenica diretti al comprensorio sciistico Paganella - Andalo, per coloro hanno la possibilità di sciare solo in giornata, dedicando quindi parecchio tempo al viaggio andata/ritorno, la Direttissima sarebbe davvero una comodità perché accorcerebbe tempo e chilometri, riducendo il traffico e di conseguenza, l'inquinamento in parte anche nell'area protetta del Parco naturale Adamello-Brenta.
    Lo so, è fantascienza, però..

    Ciao,
    Michelangelo

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Benvenuto!!! E se hai foto...

    Lascia un commento:


  • LucaGPS
    ha risposto
    Topic davvero interessante. Con foto stupende. Posso dire di esserci salito, credo circa attorno al 1970, era davvero impressionante il salto di quota.
    Aggiungo un particolare, che mi pare di non aver letto nella discussione.
    Ma la funivia era usata in estate, anche da numerosi arrampicatori, che salivano velocemente e una volta disceso il Canalone Battisti, avevano diversi itinerari di varia difficoltà, per ritornare in vetta.

    In effetti dopo la chiusura dell'Impianto, quelle pareti sono diventate poco accessibili e quasi dimenticate.
    Emozionante era stato ripercorrere la Via Normale nel 1987 e la Diretta, sempre alla Roda, nel '95, non trovando nessuno e pensare a come doveva essere negli anni 60-70, con le numerose cordate che salivano, certo non bastavano questi appassionati per fare cassetta.
    In ogni caso un vero ascensore per le Dolomiti.

    Un saluto al Forum, visto che è anche il mio primo messaggio. ;-)

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Ed era anche l'unico "appoggio" naturale presente. Se non ricordo male il primo sostegno era alto solo 7m. Il secondo invece mi pare che fosse alto una trentina di metri.

    Lascia un commento:


  • alexxx
    ha risposto
    Dal servizio fotografico si nota anche il perchè il pilone 1 fosse stato costruito così basso, passa sotto a una linea elettrica che ne taglia il percorso diagonalmente

    http://www.funivie.org/funigallery/d....php?pid=42723

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Interessante racconto riguardo alla demolizione del secondo sostegno:

    "Per smantellare il secondo pilone si è fatto ricorso alla fiamma ossidrica tagliando le piastre del pilone, poco sopra gli ancoraggi ai plinti. Il pilone caduto a valle lungo la sottostante parete rocciosa si è schiantato nel sottostante bosco innescando un incendio con le parti del plinto ancora incandescenti. Sono intervenuti i viglili del fuoco volontari che hanno spento l’incendio."

    Chissà se poi il sostegno è stato demolito o è rimasto lì...

    https://lafuniviadellapaganella.word...econdo-pilone/

    Coordinate sostegno 2: 46°08'23.2"N 11°03'01.6"E
    Coordinate sostegno 1: 46°08'29.7"N 11°03'46.4"E

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    screenshot da qui

    https://www.youtube.com/watch?time_c...&v=XwXpVdc1RvA

    Lascia un commento:


  • PIEMONTE_FUNIVIE
    ha risposto
    Fantastica sta foto! Dove l'hai trovata?

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Altra bella foto durante i lavori di costruzione.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Ho restaurato le più belle immagini che [MENTION=32]AGUDIO[/MENTION] aveva pubblicato su Facebook eliminando graffi e polvere, eccole qui
    http://www.funivie.org/funigallery/t....php?album=216

    Lascia un commento:


  • PIEMONTE_FUNIVIE
    ha risposto
    Ecco la foto con una risoluzione migliore in cui si vedono i 3 appoggi

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Una foto con i 3 plinti del secondo sostegno.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Originariamente inviato da Michele L Visualizza il messaggio
    Interessante notare gli orari di funzionamento. Una corsa ogni ora e mezza!
    Ecco perché un impianto 3S a movimento continuo non avrebbe senso. Durante la giornata non ci saliva nessuno, a esclusione di mattina e sera

    Lascia un commento:


  • PIEMONTE_FUNIVIE
    ha risposto
    In realtà ne aveva una in meno era un 3 appoggi anzichè 4 come tutti i piloni a traliccio. Dovrei avere la stessa cartolina, appena torno a casa guardo e nel caso la scansiono e la inserisco con una buona risoluzione.

    Lascia un commento:


  • ste1258
    ha risposto
    Strano il secondo pilone, non avevo mai notato che avesse una gamba in più.

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Altra foto pazzesca di questo impianto. Peccato per la bassissima risoluzione.

    Lascia un commento:


  • Michele L
    ha risposto
    Alcune bellissime foto dell'impianto:



















    Interessante notare gli orari di funzionamento. Una corsa ogni ora e mezza!
    Ultima modifica di Michele L; 01-06-2018, 23:54.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    http://www.ildolomiti.it/societa/dir...n-collegamenti

    Lascia un commento:


  • ciao.ciao
    ha risposto
    Magari poi le foto senza filigrana si possono condividere con chi le richiede agli amministratori e moderatori della funigallery, invitando chi le riceve a citare la fonte qualora dovessero essere inserite in articoli come in questo caso.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Ok ma se perdo le ore a correggere le foto e togliere i graffi dalle cartoline e poi ci metto una filigrana che la rovina più dell'originale che senso ha...
    Allo stesso modo se devo tenerle esclusivamente nel mio pc senza mostrarle a nessuno che senso ha...

    Lascia un commento:


  • ciao.ciao
    ha risposto
    Si però quelle in basso a destra non danno troppo fastidio, basta ritagliare la foto per eliminarla, mentre se metti al centro una scritta come dicevo io non puoi toglierla se vuoi vedere la cartolina o la foto.

    Lascia un commento:


  • SACCASUPERSKY
    ha risposto
    se non sbaglio tutte le foto dei cantieri e di funigallery hanno in basso a destra il logo FUNIVIE.ORG

    Lascia un commento:


  • ciao.ciao
    ha risposto
    Piccolo O.T. Non si potrebbe mettere il logo del forum o una leggera scritta in trasparenza con i bordi molto sottili e leggermente marcati al centro della foto in tutte le foto (sopratutto foto storiche e cartoline) che vengono pubblicate in funigallery?
    Ultima modifica di ciao.ciao; 22-03-2017, 15:50.

    Lascia un commento:


  • PIEMONTE_FUNIVIE
    ha risposto
    Piccolo OT: Paolo questa cosa succede spesso, da qui la mia decisione di pubblicare sempre meno foto che per me è solo un dispiacere (come a me piace che gli altri condividano le loro immagini/cartoline per poterle vedere e arricchire le nostre conoscenze, ho sempre pensato di fare la stessa cosa anche io) fine OT.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Ancora una volta abbiamo il sospetto (soprattutto per la corrispondenza di alcune macchie nelle cartoline storiche) che per realizzare l'articolo http://www.ildolomiti.it/cultura-e-s...e-lo-sherpa-di siano state utilizzate immagini e dati presi in gran parte da questo sito, più precisamente della collezione privata di immagini di [MENTION=35]PIEMONTE_FUNIVIE[/MENTION].

    Non abbiamo le prove certe, e in ogni caso non avremmo richiesto denaro per la pubblicazione dei dati, ma nel caso questa condizione sia realmente vera, una citazione sarebbe stata doverosa e rispettosa verso chi fa questo lavoro per passione e non per vendere copie.

    Ricordo che tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported che obbliga alla citazione della fonte.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto

    Lascia un commento:


  • alessio_baroni
    ha risposto
    E incredibile come abbiano smontato tutto lasciando la fune a se stessa.....Auguro buon lavoro a chi sta cercando di rimediare.

    Lascia un commento:


  • mvero
    ha risposto
    I plinti sembrerebbero proprio quelli che hai individuato tu, le funi sembra di capire che siano in parte nel canalone subito sotto a dove si trovava il sostegno 2.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Da flashearth (che è il più definito) non sono riuscito a individuare qui plinti...

    - - - Aggiornato - - -

    Sono questi??
    http://www.flashearth.com/?lat=46.13....6&r=0&src=msa

    - - - Aggiornato - - -

    Per smaltellare il secondo pilone si è fatto ricorso alla fiamma ossidrica tagliando le piastre del pilone, poco sopra gli ancoraggi ai plinti. Il pilone caduto a valle lungo la sottostante parete rocciosa si è schiantato nel sottostante bosco innescando un incendio con le parti del plinto ancora incandescenti. Sono intervenuti i viglili del fuoco volontari che hanno spento l’incendio.
    Erano gli stessi del Tonale?

    - - - Aggiornato - - -

    Ma le funi sono al palo 1 o 2?

    Lascia un commento:


  • mvero
    ha risposto
    Questa vecchia (e purtroppo piccola) foto conferma la presenza della teleferica durante la costruzione.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Proprio prima pensavo a cosa fosse rimasto in linea...avere un pezzo di quella fune sarebbe un cimelio storico...potremmo mandare su Krisu

    Lascia un commento:


  • mvero
    ha risposto
    Segnalo due siti dove poter trovare altre foto, quali quelle del 1° sostegno e delle funi rimaste in un canalone:

    http://tridentecars.jimdo.com/l-azienda/
    https://lafuniviadellapaganella.wordpress.com/

    Ciao.

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    Direi di si...forse per la costruzione

    Lascia un commento:


  • ste1258
    ha risposto
    Ma c'è una teleferica parallela?

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto


    Notate il sostegno, ha 3 appoggi, non 4

    Lascia un commento:


  • AndrewMag
    ha risposto
    Di recente ho notato che il video di funivie.org dell'inaugurazione di questo magnifico impianto non c'è più, perchè?
    Si sa nulla di nuovo riguardo l'impianto?Non c'è interesse di nessuno a ricostruirla?

    Lascia un commento:


  • Roberto curti
    ha risposto
    Curiosando su Google Earth in prossimità del secondo pilone di questa funivia c'è una didascalia fotografica "cavi funivia dismessa". Si vedono chiaramente, dei cavi metallici arrugginiti probabilmente riconducibili alla direttissima della Paganella.

    www.panoramio.com/m/photo/64613152

    Lascia un commento:


  • Dietmar
    ha risposto

    ecco un foto fatta dalla ciclabile dove si possono vedere molto bene le 2 campate della funivia.

    Lascia un commento:


  • albj
    ha risposto
    http://www.youtube.com/watch?v=-JTag...ature=youtu.be

    Lascia un commento:


  • iw3bti
    ha risposto
    non voglio fare polemica.... ma senza quelle "orrende antenne" non avrei potuto postare quella foto, e forse non avrei potuto conoscere questo forum.....
    Ultima modifica di Sporty; 06-04-2012, 11:47. Motivo: quote messaggio appena precedente non necessario

    Lascia un commento:


  • andre72
    ha risposto
    Altra meraviglia perduta, insieme alla bellezza della cima pesantemente deturpata da quelle orrende antenne

    Lascia un commento:


  • Sting
    ha risposto
    Impressionante e spettacolare!

    Lascia un commento:


  • iw3bti
    ha risposto
    Ciao a tutti vi posto una foto fatta dal tetto dell'arrivo.

    Lascia un commento:


  • benito99
    ha risposto
    Cercando notizie ho trovato quella che sembra essere la vera causa per la chiusura della funivia

    LAVIS. «Voglio mettere la parola fine a quanto si va dicendo, da troppo tempo ormai, in merito alla fune traente delle funivia Direttissima della Paganella che, quando fu cambiata nel 1976, sarebbe stata tagliata 15 metri più corta del necessario. Si tratta di una vera e propria fandonia».
    A parlare è Giuseppe Cielo, per anni caposervizio della funivia. L’ex responsabile chiede che sia fatta definitivamente chiarezza su una voce che - dice - è assolutamente infondata. Una voce che si è diffusa a tal punto da trasformarsi in «verità», agli occhi di molti. Ma così non fu, nella realtà storica. «Tanto è vero - spiega Cielo - che le cabine della capienza di 34 persone poterono funzionare regolarmente dal 1977 al maggio del 1979». Altre furono le ragioni che portarono allo smantellamento della storica Direttissima. «C’è da dire invece - continua Giuseppe Cielo - che la chiusura definitiva dell’impianto a fine maggio di quello stesso anno, fu dovuta alla mancata sostituzione della fune della cabina di soccorso, che non venne mai ordinata e che aveva allora un costo di 70 milioni di lire». (a.m.)
    http://ricerca.gelocal.it/trentinoco...DPO_AND02.html

    e quella che sembra essere la pietra tombale sulla possibile ricostruzione dell'impianto.

    «Un sogno d'altri tempi, che oggi sarebbe fuori bilancio»

    lavis..+-
    LAVIS. Alberto Pedrotti, già presidente degli impiantisti trentini, ha della Direttissima della Paganella un ricordo da ragazzino: «Ero un giovanissimo turista milanese che veniva a sciare in Bondone. Quell'impianto in Paganella era noto come un'impresa formidabile: non dimentichiamo che a quei tempi la strada da Mezzolombardo a Fai della Paganella era una forestale e bisognava fare il giro da Cavedago per salire sull'altopiano». Eppure quell'impianto "formidabile" non avrebbe storia nemmeno ai tempi nostri, proprio per come è strutturato: «C'era già allora il problema di tutti gli impianti di arroccamento, con gli utenti che la mattina salgono in maniera dilazionata ma la sera sono lì che fanno la fila per scendere. E poi la mancanza di una pista per la discesa: al turista piace fare l'ultima discesa con gli sci ai piedi e non apprezza il fatto di dover salire in funivia per tornare all'auto. Infine, se non ricordo male, la scommessa della funivia della Paganella venne persa definitivamente quando costruirono a San Michele (e non vicino alla partenza dell'impianto) il casello autostradale dell'A22». Secondo Pedrotti una nuova Direttissima lavorerebbe molto poco ("quasi nulla") durante la settimana per riempirsi di passeggeri nei fine settimana, mentre i turisti settimanali salirebbero comunque in auto ad Andalo e Fai. «Una volta - continua - i costi di realizzazione erano in proporzione molto inferiori a quelli attuali. Attualmente un impianto simile costerebbe moltissimo e soldi da buttare via non ne ha nessuno perché la gente - inutile farsi illusioni - vuole arrivare sulle piste da sci con l'auto».
    http://trentinocorrierealpi.gelocal....lancio-2889092

    Lascia un commento:


  • massimo grecchi
    ha risposto
    Perfettamente d'accordo(confermo): me ne parlarono allo stesso modo alcuni parenti di Trento, legatissimi all'area della Paganella. Certe "associazioni continuate d'impresa" non sono solo prerogativa del Sud.

    Lascia un commento:


  • magoo
    ha risposto
    finanziamento per cambio portante

    Salve, per caso ho trovato questa vecchia discussione, e sempre per caso proprio quest'estate, parlando con mio zio gli ho chiesto notizie sulla vecchia funivia che io, da bambino, usavo per andare a sciare sulla Paganella ( era conveniente perchè avevamo anche gli sconti SAT :-)). Mio zio è stato per molti anni sindaco di Lavis, e si era preso a cuore il mantenimento di questa opera, orgoglio del Trentino e della Nazione. Mi ha raccontato di essere riuscito a raccogliere, girando di comune in comune della vallata, pressochè tutti i fondi necessari per il cambio della fune portante. Il problema, mi disse, fu politico, con la palese avversione del comune di Trento, affinche si completasse la sostituzione. Con un colpo di mano Trento vendette a privati e così, nonostante il miliardo di lire ( circa) garantito dal buon negozio dello zio, tutto andò a monte ( o a valle ? ) . Questi sono ricordi di chiacchere agostane con lo zio, quindi non garantisco di essere stato assolutamente preciso, ma penso che chiedendo in comune, ci sia traccia o memoria di questa azione. Di mio chiederò allo zio se avesse voglia di riparlarne sul forum ............ saluti. So anche chi fu a far tagliarela fune e creare il disastro ambientale, uno che aveva interessi negli apparati televisivi sulla cima .... ma è meglio glissare..

    Lascia un commento:


  • bailo
    ha risposto
    si, il vecchio rifugio cesare battisti e chiuso completo, in questa zona ci sono solo antenne, invece dall altra parte, come si vede in questa foto

    e presente il rifugio La roda e la stazione di meteotrentino, ci si arriva o a piedi, o con seggiovia doppelmayer da molveno o con seggiovia divisa in tre tronconi da fai della paganella. Da fai, in circa 20 minuti sei in vetta, noi residenti paghiamo in estate il biglietto 6.25 euro andata e ritorno a testa.

    byez

    Lascia un commento:


  • Paolo
    ha risposto
    E' tutto chiuso lassu? Anche le case vicine? Era un rifugio?
    Certo che stare li è come fare una radiografia completa...

    Lascia un commento:


  • bailo
    ha risposto
    qualche foto dell ultima volta che sono andato su



    davanti


    la stazione a valle e quel rettangolo grande in basso vicino al fiume adige....






    e da dove sono di lavoro ultimamente una vista, in basso a destra la stazione a valle di profilo.....


    saluti

    Lascia un commento:


  • bailo
    ha risposto
    gia, sono a lavorare li vicino a valle da qualche mese, e piu ci penso che hanno demolito un pezzo di storia del genere mi vien male..... oltretutto il viaggio doveva essere impressionante... a vederla da sotto non ci si rende tanto conto di quanto era ripida.....

    Lascia un commento:


  • mauroPD
    ha risposto
    E' bellissimo questo video!! E la funivia doveva essere veramente impressionante!

    Lascia un commento:


  • bailo
    ha risposto
    salve gente, segnalo un altro video, dove all'inizio si vede in funzione la funivia

    http://www.youtube.com/watch?v=sxAlCwW1AL8


    ho avuto modo di parlare per lavoro con un tale, nel 76 era stagionale alla funivia, mi ha raccontato di come alle ultime corse, rallentava di molto per il forte vento, si vedevano le corde dondolare parecchio, e a detta sua e di voci che girano, lo scopo della funivia era per la base nato sulla vetta che gestiva i ponti radio americani, una volta andati via è rimasta in servizio fino alla fine e poi lasciata andare purtroppo in rovina....

    sono stato sù qualche settimana fà, appena ho un'attimo posto alcune foto della stazione a monte...

    byez

    Lascia un commento:


  • driver75
    ha risposto
    non penso che gli albergatori abbiano avuto dei danni,in quanto quelli che vengono a sciare per più giorni in albergo ci devono comunque andare,e in valle dell'adige non è che ce ne siano molti.
    per il traffico dei pendolari secondo me sarebbe solo una soluzione,in quanto togli il problema dei parcheggi,e lo skipass devono farlo comunque...

    Lascia un commento:


  • giotto1960
    ha risposto
    Gli albergatori del comprensorio di Andalo e Fai della Paganella avevano perso molti clienti e probabilmente in quegli anni gli altri impianti di risalita erano stati penalizzati per lo stesso motivo. Racconti che hanno più di 20 anni. Anch'io ricordo a fatica.

    Lascia un commento:

NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
Sto operando...
X