annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

CAMPIGLIO Vecchia funivia Grosté

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Paolo
    ha risposto
    Ricordo di mantenere l'ordine, funivia in questo topic e non nel topic della cabinovia.

    Lascia un commento:


  • Dami93
    ha risposto
    Le due seggiovie parallele sulla pietraia del Grostè erano due seggiovie biposto che sono state sostituite nel 2004 da una seggiovia ad agganciamento automatico a sei posti (la "Express Grostè" appunto).
    La Nube d'Argento e la Boch sono nomi di due seggiovie esistenti, la prima va da Campo Carlo Magno alla zona di Malga Montagnoli, sullo Spinale, e sicuramente è ancora la seggiovia che hai visto/ricordi tu... (idem per la Nube d'Oro, che è la sua continuazione per la cima dello Spinale in pratica, solo che questa verrà sostituita il prossimo anno da un'altra seggiovia, c'è la discussione relativa nel forum: http://www.funiforum.org/funiforum/s...ad.php?t=13250).
    La seconda, da triposto, è diventata nel 2011 una quadriposto automatica, e serve in pratica da "collegamento" tra Grostè e Spinale.

    Lascia un commento:


  • BrunoMetalli
    ha risposto
    Splendide foto, la mitica Funivia Grostè! 2 tronconi con coincidenza nella stazione intermedia. Esiste ancora quell'edificio o è stato demolito? Ricordate per caso se le cabine del primo troncone della funivia erano gialle? Probabilmente confondo con la Pradalago o la 5 Laghi. Tralicci altissimi, sembrava di essere in volo, partenze in estate ogni 45 minuti con pausa a ora di pranzo e ultima corsa della giornata attorno alle 17 perchè dopo, precisa come un orologio svizzero arrivava una nebbia fittissima dall'altro versante del passo.
    Si vede anche il Rifugio Graffer originale, fu ampliato o forse ricostruito da zero negli anni 80.

    In una foto si vedono sullo sfondo dei piloni appaiati di una seggiovia, ma avevano un aspetto strano: oltre ad essere appaiati erano anche inclinati verso l'esterno. Che seggiovia era? Ricordo due impianti paralleli sulla pietraia e due nomi, Nube d'Argento e Boch. Esistono ancora o sono state demolite. Nell'elenco degli impianti attivi, oltre la cabinovia, vedo solo una "Express Grostè", ma la cosa strana è che contrariamente a quanto ricordo, la Boch e le 2 Nubi portano verso lo Spinale anzichè verso il Grostè.

    Lascia un commento:


  • lucampiglio
    ha risposto
    I tronchi della Funivia sono sempre stati 2:

    1° tronco: Loc. Fortini (Partenza TC 6 attuale) - Calchera di Boch (Partenza Seggiovia Rododendro e Vagliana attuali)

    2° tronco: Calcehera di Boch (vedi sopra) - Passo del Grostè

    PS Non è stata l'installazione della nuova Rododendro a far togliere il Betulla ma è stata la nuova Rododendro ad essere messa su quella linea per togliere il Betulla che creava grandi problemi (vista la sua pendenza) e se si fosse "confermata" la linea della vecchia Rododendro (Nascivera 2 posti) si toglievano un sacco (direi tutti) di utenti alla Vagliana (che quando va è una gran bella pista) perchè dopo non c'era modo di andare da qualche parte se non con i piani di Pozza Vecia e se ne toglievano anche alla pista Lame per gli stessi motivi
    Ultima modifica di lucampiglio; 26-03-2007, 15:25. Motivo: Aggiunta di precisazioni

    Lascia un commento:


  • Firewall
    ha risposto
    Ho sempre saputo che fossero due...,mah...

    Lascia un commento:


  • Avatar ospiti
    Replica dell'ospite
    Io sono stato alla fine degli anni 70, non avevo neanche 10 anni,
    ma se la memoria non mi tradisce mi sembra che tronchi erano tre e non due.

    Lascia un commento:


  • bifune67
    ha risposto
    Chiedo scusa, mi ero perso il fatto che la Rododendro è stata rifatta su tracciato diverso, sostituendo la vecchia Rododendro e lo skilift Betulla insieme, e ora effettivamente parte dov'era l'intermedia delle funivie.

    Io pensavo alla Rododendro vecchia (biposto Nascivera).

    bifune

    Lascia un commento:


  • Sciatore Misterioso
    ha risposto
    Originariamente inviato da bifune67
    Le stazioni intermedie delle due funivie si trovavano alla partenza della seggiovia Vagliana e dello skilift Betulla, non vicino alla Rododendro, ed erano una di fianco all'altra (a me sembra di ricordare che fossero attaccate e intercomunicanti, ma potrei ricordare male, perché le ho prese solo 2 volte), più in basso dell'attuale intermedia.
    bifune
    Beh l'intermedia della cabinovia grostè ora si trova in prossimità del rifugio Boch cioè più in alto della vecchia partenza ed arrivo delle funivie La vecchia partenza del secondo tronco era al posto della nuova seggiovia rododendro. L'installazione della rododendro ha comportato la rimozione dello skilift betulla ormai dal 98.

    Questa foto è stata scattata dalla pietra grande (sita a sinistra del passo del Grostè)



    P.S. Cerchiamo di limitare questo topic alla sola vecchia funivia del grostè, esistono già parecchi topic su campiglio ed i suoi impianti in genere.

    Lascia un commento:


  • bifune67
    ha risposto
    Ciao; sì, c' erano 2 funivie: la prima partiva da Madonna di Campiglio e arrivava dove adesso pate la seggiovia ad a.a. Rododendro. Da lì, ma in un' altra stazione, partiva la 2° funivia che arrivava al Passo Grostè.
    Entrambi le funivie erano della Ceretti&Tanfani, la prima fu sostituita dall' attuale telecabina ad a.a. a 6 posti della Agamatic nel 1987, mentre la seconda funivie venne sostituita da una seggiovia biposto fissa.
    Mi accorgo solo adesso di questa descrizione, che contiene qualche errore.

    Le stazioni intermedie delle due funivie si trovavano alla partenza della seggiovia Vagliana e dello skilift Betulla, non vicino alla Rododendro, ed erano una di fianco all'altra (a me sembra di ricordare che fossero attaccate e intercomunicanti, ma potrei ricordare male, perché le ho prese solo 2 volte), più in basso dell'attuale intermedia.

    La cabinovia percorre esattamente il tracciato del 1° tronco, mentre il 2° risultava di fianco, per cui è potuto rimanere in funzione (un anno o due, mi pare) in parallelo alla cabinovia, che sostituisce entrambi i tronchi.

    Le seggiovie Rododendro e Grosté permettevano e permettono di raggiungere il Grostè dallo Spinale (e, attraverso lo skilift Betulla, anche dall'intermedia delle Funivie) senza scendere a Campo Carlo Magno a prendere la cabinovia Grostè, ma non si pùò dire che sostituissero il 2° tronco, visto che hanno convissuto con esso per molti anni.

    bifune

    Lascia un commento:


  • Skywalker
    ha risposto
    Ciao ,vi segnalo che ho inviato tra ieri e oggi a Paolo due monografie sulle gloriose funivie di Campiglio ,tutte di marca C&T .
    L'una sul Grostè (e su altre funivie del 1963) ,l'altra sul Pradalago!!!

    Lascia un commento:


  • bifune67
    ha risposto
    Grazie a tutti delle foto, sono bellissime!

    Ma...

    ...sono tutte del secondo tronco!

    Possibile che nessuno ne abbia del primo (con i piloni verde scuro)?

    Bifune

    Lascia un commento:


  • gioto
    ha risposto
    e ancora...





    Ciao!

    Lascia un commento:


  • gioto
    ha risposto
    Originariamente inviato da bifune67
    Giusto per non aprire inutilmente un topic che magari non si riempie:

    Qualcuno ha foto del primo tronco della funivia che c'era prima?

    bifune
    Mi associo a Skywalker...



    Lascia un commento:


  • Skywalker
    ha risposto
    Originariamente inviato da bifune67
    Giusto per non aprire inutilmente un topic che magari non si riempie:

    Qualcuno ha foto del primo tronco della funivia che c'era prima?

    bifune



    Secondo tronco della Funivia Calchera di Boc-Passo del Grostè .

    Grazie al materiale che la Ceretti e Tanfani gentilmente ci ha concesso presto o io o Piemonte Funivie prepareremo una monografia sulle funivie di Madonna di Campiglio!

    Lascia un commento:


  • bifune67
    ha risposto
    Giusto per non aprire inutilmente un topic che magari non si riempie:

    Qualcuno ha foto del primo tronco della funivia che c'era prima?

    bifune

    Lascia un commento:


  • vortex
    ha risposto
    E' identica alle costruzioni che sono rimaste a Sestriere: sul Banchetta, sul Sises e sul Fraiteve...le prime due ora sono state riconvertite ad hotel-bar e bar, l'altra a centrale telecom-rai!
    Ma era l'unico colore che facevano al tempo? Quelle di sestriere hanno la stessa forma e la stessa tonalità di colore, sarà una combinazione?

    Ciao

    Lascia un commento:


  • lorddsy
    ha risposto
    Ebbi l'occasione di andare a sciare a Campiglio l'anno che entrò in funzione la lunga cabinovia del Grostè che appunto sostituiva la vecchia funivia omonima. Quest'ultima non venne demolita tutta ma venne lasciato in funzione il secondo tronco, il cui intermedio era ad una quota più bassa rispetto all'intermedio del nuovo impianto inoltre era decisamente più veloce e quindi più comodo per tornare in cima.

    Lascia un commento:


  • PIEMONTE_FUNIVIE
    ha risposto
    Ciao; sì, c' erano 2 funivie: la prima partiva da Madonna di Campiglio e arrivava dove adesso pate la seggiovia ad a.a. Rododendro. Da lì, ma in un' altra stazione, partiva la 2° funivia che arrivava al Passo Grostè.
    Entrambi le funivie erano della Ceretti&Tanfani, la prima fu sostituita dall' attuale telecabina ad a.a. a 6 posti della Agamatic nel 1987, mentre la seconda funivie venne sostituita da una seggiovia biposto fissa.
    Se vai >QUI< puoi trovare qualche informazione tecnica sulle due funivie.
    Anch' io sono andato a Madonna di Campiglio 2 anni fa, è stato bellissimo, in particolare il Grostè, e stavo anche andando a vedere la stazione vecchia, ma poi per paura che qualcuno mi vedesse (e sgridasse ) sono tornato giù

    L' attuale telecabina ha le seguenti caratteristiche:
    I tronco:
    Stazione motrice: a monte a 2085 m.
    Stazione tenditrice: a valle a 1651 m.
    Dislivello: 433 m.
    Lunghezza: 3320 m.
    Velocità con azionamento principale: 5 m/s
    Velocità con azionamento di riserva: 5 m/s
    Velocità con azionamento di recupero: 1 m/s
    N° Totale veicoli: 154
    Equidistanza minima tra veicoli: 48, 2 m.
    Portata oraria: 2240 p/h
    Potenza massima: 2 x 368 Kw
    Diametro fune: 45 mm.
    N° sostegni di appoggio: 30
    N° sostegni di ritenuta: 5
    Intervia: 4,80 m.
    Tensione idraulica: 270000 N.

    II tronco
    Stazione motrice: a valle a 2085 m.
    Stazione tenditrice: a monte a 2444 m.
    Dislivello: 359 m.
    Lunghezza: 2279 m.
    Velocità con azionamento principale: 5 m/s
    Velocità con azionamento di riserva: 5 m/s
    Velocità con azionamento di recupero 1 m/s
    N° totale veicoli: 110
    Equidistanza minima veicoli: 48,2 m.
    Portata oraria: 2240 p/h
    Potenza dei motori principali: 2x 368 Kw
    Diametro fune: 45 mm.
    N° sostegni di appoggio: 19
    N° sostegni di ritenuta: 2
    Tensione idrulica: 580000 N.

    Lascia un commento:


  • Fabio
    ha iniziato la discussione CAMPIGLIO Vecchia funivia Grosté

    CAMPIGLIO Vecchia funivia Grosté

    [b]Al Passo Grostè di MAdonna di Campiglio, all'arrivo della lunga cabinovia (rifugio Stoppani) c'è questa costruzione. Per caso una volta c'era una funvia? Se si, penso che era lunghissima e che aveva una portata oraria piccolissima.
NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
Sto operando...
X