annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Vecchia Funivia Val di Nova Monte Ivigna Merano 2000

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • Funivie.org
    MODERATORE GLOBALE
    • Sep 2006
    • 786

    Vecchia Funivia Val di Nova Monte Ivigna Merano 2000

    In sessanta sospesi nel vuoto per 40 minuti
    Momenti di angoscia dentro le cabine e nel piazzale della stazione a valle



    MERANO. Quaranta lunghissimi minuti di paura ed apprensione per una sessantina di sciatori, in massima parte giovanissimi meranesi impegnati nei corsi natalizi, intrappolati all’interno delle due cabine rimaste sospese nel vuoto pochi attimi dopo aver iniziato quello che doveva essere un festoso rientro a casa dopo una spensierata giornata sulle piste.
    Un’angoscia immediatamente estesasi agli almeno altrettanti genitori che li stavano attendendo nel piazzale della funivia di Merano 2000 e che, pur prontamente rassicurati dal personale di servizio, hanno vissuto quei momenti con uno stiletto dentro il cuore.



    Il guasto si è verificato poco dopo le 15, ovvero nel momento di massimo affollamento dell’impianto a fune capace di trasportare 40 persone per ciascuna delle due cabine (la funivia dispone infatti di due tronconi, con una stazione di trasbordo intermedia) in periodo estivo, che diventano una trentina in inverno per via dell’abbigliamento molto più ingombrante. Ieri al 2000, baciato dal sole come tutto il Nord Italia, erano alcune migliaia gli sciatori disseminati lungo le varie piste in funzione, complici anche i tradizionali corsi di sci del periodo natalizio.

    Le cabine erano affollatissime, al massimo della capienza, quando s’è verificato l’incidente. Un improvviso calo di tensione ha fatto scattare in simultanea tutti i dispositivi di sicurezza governati elettronicamente dalla sala comandi.
    Tutte le cabine, che a quel punto si erano staccate appena poche decine di metri dalle rispettive stazioni di partenza, si sono arrestate di colpo, oscillando paurosamente in avanti ed indietro per effetto del contraccolpo, diffondendo un legittimo senso di paura tra gli occupanti, in massima parte giovanissimi di ritorno dalla divertente lezione con il maestro, gli accompagnatori e i nuovi amichetti.

    I manovratori, attesi alcuni istanti necessari per rassicurare i passeggeri, si mettevano in contatto con la sala comando per ragguagli, che non erano purtroppo quelli sperati. L’intero sistema di governo della funivia era andato in stallo per cui necessitava l’intervento del tecnico in quel momento impegnato in altro settore del vasto comprensorio.
    «Il nostro accompagnatore - racconta Roberto S., uno dei passeggeri rimasti intrappolati - dopo aver cercato di tranquillizzarci, ha comunicato che sarebbe stato necessario attendere qualche minuto prima di ripartire.

    A quel punto, tuttavia, è salito sul tetto della cabina ad armeggiare intorno a non so cosa, il che non ha certo contribuito a portare la calma anche se noi, contrariamente agli altri sventurati in quel momento bloccati all’interno della cabina più a valle, fermi sopra un “salto” di almeno 200 metri, vedevamo la terra pochi metri sotto di noi».
    Con il passare dei minuti - ce ne sono voluti 40 prima che l’impianto riprendesse la sua corsa - la tensione è fatalmente cresciuta. «Io - prosegue Roberto - ero uno dei pochi adulti in cabina e mi sono adoperato per calmare i piccoli più agitati ed impauriti. Qualcuno ha anche preso a piangere e ad invocare la mamma. Non so se domani tutti torneranno tranquillamente in funivia per proseguire il corso. È stata un’esperienza terribile. E posso immaginare cosa hanno passato i genitori in attesa nel piazzale della funivia. Hai voglia di raccontare che non è successo niente quando sai che tuo figlio è da più di mezzora sospeso nel vuoto».

    Franz Pixner, direttore degli impianti, spiega l’incidente come una panne elettronica. «Il sistema è andato in tilt, come succede anche ai computer, e andava riavviato - spiega - Come società, abbiamo subito predisposto alcuni autobus per avviare il ritorno a valle degli sciatori ma ben presto l’impasse si è risolta e le cabine hanno ripreso a viaggiare in sicurezza».
    «L’emergenza - aggiunge ancora Franz Pixner - è stata affrontata nel migliore dei modi. L’alternativa era il trasbordo dei passeggeri con il carrello di servizio, ma sarebbe stata una manovra più rischioso che attendere in cabina il ritorno alla piena funzionalità dell’impianto». (Da Giornale Alto Adige)
  • Paolo
    ADMIN
    • Jul 2003
    • 23262
    • FVG

    1968

    Commenta

    • Paolo
      ADMIN
      • Jul 2003
      • 23262
      • FVG

      Cartolina di quando l'impianto era nuovo

      Commenta

      • Eric
        Utente
        • Jul 2007
        • 346
        • Trieste

        La particolarità (forse unica o rara) di quest'impianto è
        che si è in presenza di una stazione intermedia dove
        avviene il trasbordo sull'altra cabina. In pratica ci sono
        due cabine su una portante e due sull'altra. Ciò rappresentava
        per i tempi un grande innovazione come pure lo stile architettonico
        della stazione intermedia e a monte, dove i relativi disegni sono
        visibili presso il museo del turismo dell'Alto Adige a Merano (dove ci
        sono i giardini).
        Interessante anche l'impianto in cima a Merano 2000 (forse smanellato)
        che si trattava di una cabinovia (forse sostituita da nuova cabinovia
        o seggiovia).
        Ultima modifica di Eric; 11-04-2008, 23:05. Motivo: correzione

        Commenta

        • Paolo
          ADMIN
          • Jul 2003
          • 23262
          • FVG

          Segnalo agli appassionati che l'ultima corsa disponibile è domenica 28 febbraio; l'impianto verrà demolito dall'8 marzo.

          Commenta

          • andrea_parigi
            MODERATORE
            • Jul 2005
            • 469
            • Sorridi, domani sará peggio!

            oggi la funivia ha visto il suo ultimo tramonto... attimi di tristezza pura

            appena riesco inserirò online la monografia di questo spettacolo

            Commenta

            • Paolo
              ADMIN
              • Jul 2003
              • 23262
              • FVG

              E' finita....domani arrivano le ruspe.
              Probabile l'installazione di una livecam sul cantiere.

              Monografia sicuramente da pubblicare

              Commenta

              • Paolo
                ADMIN
                • Jul 2003
                • 23262
                • FVG

                L'imponente argano in due foto di Andrea Parigi



                Commenta

                • andrea_parigi
                  MODERATORE
                  • Jul 2005
                  • 469
                  • Sorridi, domani sará peggio!

                  no comment!

                  penso che recuperare degnamente questi capolavori sia proprio il minimo!







                  Commenta

                  • Draghetto73
                    Curioso
                    • Dec 2009
                    • 2


                    Bel panorama,e divertente anche il trasbordo sull'altra cabina,penso che il nuovo impianto sia piu' affascinate,anche perche 'dalle foto i piloni sono molto piu' alti.

                    Commenta

                    NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                    La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                    Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                    Sto operando...
                    X