annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

SELVA GARDENA Vecchia funivia Agudio del Ciampinoi

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • lucians85
    Curioso
    • Jun 2005
    • 138
    • Genova
    • Lucio!

    SELVA GARDENA Vecchia funivia Agudio del Ciampinoi

    Ciao ragazzi,

    sono sempre io, quel rompiscatole che ha rigenerato la discussione sulla funivia del boè.

    Beh...sono di nuovo qui perchè oltre a quella del boè di funivia non ho mai potuto prendere neanche quella del Ciampinoi...secondo me una delle più azzeccate!

    Se qualcuno può mi potrebbe dare un po' di informazioni e magari immagini a riguardo di questo capolavoro del passato...mi sembra tra l'altro il tracciato sia simile a quello del boè e non vorrei dire una stupidata ma mi sa che la funivia è anche questa Agudio!

    Ringrazio anticipatamente...ora sto cercando un video completo che ho fatto da bambino al viaggio sia di andata che di ritorno sul primo tronco del Seceda ante rinnovamento non solo ma anche del Mont Seuc!!! Se lo trovo lo posto ;-)

    Grazie ancora a tutti.
    Davide.
  • lucky_luke
    Curioso
    • Oct 2006
    • 12

    ^ #2
    Visto che non ti risponde nessuno, forse qualcosa posso dirtela io.
    Da bambino ero molto attratto dagli impiantia fune, e poiché andavo tutti gli anni 1 mese d'estate in vacanza con mia madre in val gardena (a partire dal 1972) passavo le mie giornate ad osservarli da terra, perché purtroppo mia mamma non aveva i soldini per farmici salire tutti i giorni, come invece io avrei voluto! I gestori degli impianti allora mi conoscevano quasi tutti, qualche volta mossi a compassione mi offrivano un giro gratis... Oggi continuo ad andare in valle a sciare, ormai li hanno sostituiti tutti, tranne la cestovia del sassolungo. Pero' me li ricordo tutti molto bene, alcuni li ho visti costruire e poi anche sostituire, come la mitica dantercepies agudio 4 posti dell'estate del 72.
    La funivia Selva-Ciampinoi era una Agudio, come quella del Boé e quella di Porta Vescovo. La costruzione é anteriore al 72, ma non credo di molto, pochi anni probabilmente perchè quando la vidi nel 72 la prima volta era pressochè nuova, e molto moderna rispetto a tutte le altre. Era bellissima. Le volte che ci sono salito, poche per la verità perché di solito salivo con la Ceretti e Tanfani da S. Cristina, e poi con la seggiovia, mi sembrava la più veloce di tutte quelle della valle. Aveva due piloni verdi in traliccio, l'incontro delle cabine era subito prima del secondo pilone, alla fine del bosco, poi l'ultima campata, la più lunga. Aveva cabine rosse caratterizzate, nella parte inferiore da pneumatici rivolti verso l'esterno per attutire e ridurre l'attrito all'entrata della cabina in stazione. Era dotata di cancelli elettrici automatici in stazione che scorrevano verso il basso automaticamente, quando la cabina entrava nella fossa. La stazione motrice era a monte, con l'apparato motore e l'argano che faceva bella mostra di sé dietro una grande vetrata davanti al marciapiede di imbarco della stazione. Credo sia stata sostituita con l'attuale telecabina agli inizi degli anni 90, forse in occasione della revisione generale dei venti anni. Puo' darsi che abbia una foto su qualche depliant della valle dell'epoca, ma non ne sono sicuro. Ricordo anche che mi piaceva cosi' tanto che comprai una cartolina, ma non ho idea di che fine abbia fatto.
    Se vuoi altre info a memoria degli impianti della valle ho molti ricordi....
    Ciao.

    Commenta

    • Paolo
      ADMIN
      • Jul 2003
      • 23118
      • FVG

      ^ #3
      Io dovrei averne varie, il tempo di scannerizzarle...

      Commenta

      • lucians85
        Curioso
        • Jun 2005
        • 138
        • Genova
        • Lucio!

        ^ #4
        Ciao lucky_luke,

        innanzitutto grazie proprio! Mi hai dato una spiegazione non solo esauriente ma mi hai anche fatto una panoramica notevole della situazione all'epoca! Anche io come te avevo e ho tutt'ora una passione viscerale per gli impianti a fune...anzi diciamo per le va e vieni che sono le uniche secondo me..le regine!

        Mi sa che mi ricordo della cabinovia Agudio che dici...c'era un ovetto appoggiato davanti alla stazione valle dell'attuale cabinovia che ho preso diverse volte sciando!

        Piuttosto mi ha incuriosito una cosa...ma quale è la funivia a cui hai accenanto da S.Cristina...ti riferisci a quella del Piz Sella diventao a doppia portanete e rimodernata recentemente o ad una che io non ho mai visto?

        Però che orrore la cabinovia del Ciampinoi...la vecchia va e vieni aumentava la sensazione di imponenza della dolomiti...le cabinovie sono quallide...però rapide! A seconda di come uno vede la montagna! Un po' come quelli che devono scegliere tra barca a vela o motore!!! A VELAAA!!!

        E' veramente deprimente la scomparsa una ad una delle va e vieni!

        Cmq grazie ancora delle dettagliate e completissime informazioni e grazie anche a te Paolo...se riesci a postarmi qualche foto non è detto che diventino subito il mio desktop ;-))

        Grazie ancora a tutti!
        A presto!
        Se posso contraccambiare...ripeto...sto cercando quei due video sul primo tronco Seceda (va e vieni ovviamente) e sulla funivia del Mont Seuc!!!

        Commenta

        • Paolo
          ADMIN
          • Jul 2003
          • 23118
          • FVG

          ^ #5
          Originariamente inviato da lucians85
          Piuttosto mi ha incuriosito una cosa...ma quale è la funivia a cui hai accenanto da S.Cristina...ti riferisci a quella del Piz Sella diventao a doppia portanete e rimodernata recentemente o ad una che io non ho mai visto?
          No, era la funivia Ruacia Sochers, ora cabinovia Saslong che riutilizza la stazione di valle per il girostazione

          Commenta

          • lucky_luke
            Curioso
            • Oct 2006
            • 12

            ^ #6
            Esatto, come dice Paolo proprio quella.
            Tra l'altro le stazioni di partenza e di arrivo con la costruzione della CA12 Leitner sono state modificate pochissimo rispetto all'originale della va e vieni: in quella di valle il girostazione si sviluppa praticamente tutto all'esterno per conservare la biglietteria e la ex sala d'aspetto, che un tempo ospitava la serpentina e anche un sel-service. Se ci passi facci caso, si riconosce ancora bene la struttura della stazione precedente, soprattutto dall'esterno. La stazione motrice era quella di valle. Dal piano di imbarco, esattamente rivolta verso monte, la ex cabina di comando che esiste ancora e oggi ospita i comandi della cabinovia (la intravvedi anche dalla foto in B/N). Tra l'altro ricordo che una volta, con mia grande gioia, il manovratore mi fece assistere a due intere corse: ricordo che era ancora completamente manuale, la velocità delle cabine si regolava con una grossa manopola nera, c'erano due grosse leve verticali con un tasto in cima per i freni, ma se ne usava una solo a fine corsa, mi pare. La posizione delle due cabine era indicata da due indicatori rigorosamente meccanici che si spostavano su una linea che occupava la parte alta del banco di comando. Quando la cabina arrivava a una certa distanza, si accendeva una grossa spia gialla, (erano tutte cosi' allora) l'uomo mi spiego' che se non avesse cominciato a ridurre la velocità sarebbe intervenuto un sistema di sicurezza che avrebbe bloccato tutto. Anche la stazione di monte é rimasta uguale, hanno solo sventrato e coperto la zona che occupava i pozzi dei contrappesi, che erano dove adesso c'è il piano di sbarco e l'uscita.
            Quell'impianto, come altri datati, emettevano un caratteristico suono dei contrappesi che vibravano, che proveniva da sotto il pavimento della stazione a monte, me lo ricordo bene perché in questa lo sentivi persino da sopra la seggiovia, a centinaia di metri.
            Quella che vedi nella foto del link e' la prima versione, cabine rosse e bianche. Dopo dieci anni diciamo intorno agli anni 80 se non ricordo male, le hanno sostituite con altre nuove arancioni e vetri fumé di forma piu' moderna, che poi sono state quasi subito riverniciate in verde, forse per ragioni ambientali. Ricordo anche che in quell'estate fecero l'operazione di sostituzione delle portanti, tirando le vecchie da valle con una specie di argano.
            A proposito di seggiovia: quella che partiva dalla stazione a monte e andava al ciampinoi è stata (mi pare) la prima e per qualche anno unica due posti agganciamento fisso di tutta la valle, seggiolini arancioni a listelli azzurri, un vero cimelio, era anche l'unica allora che poteva rallentare e accelerare durante le normali operazioni di imbarco e sbarco, perché mi avevano spiegato, aveva il motore a corrente continua. Non so chi fosse il costruttore ma non era Leitner, forse dopplemayr. Dopo alcuni anni sono state costruite le dopplemayr del fermeda e del monte seura (oggi anche quelle sostituite) togliendole il primato, é la sochers ciampinoi é stata sostituita con una quattro posti fissa prima, e successivamente, di nuovo, con l'attuale sei posti automatica.
            Le prime cabine della dantercepies sono proprio quelle, sono due se fai caso, la prima è quella a quattro posti più piccola e tondeggiante sostituita a metà degli anni 80 con le Pininfarina squadrate e con i vetri fumé. Pensa che io mi ricordo i lavori di costruzione della prima versione, con tutti i bidoni della vecchia cestovia trojer e le rulliere allineate sul piazzale....Comunque c'é già un thread sull'argomento.
            Se ti interessano le va e vieni della valle puoi approfondire con la mitica va e vieni ortisei-alpe di siusi, con piloni in cemento armato, scomparsa recentemente sostituita da una moderna S2, e quella del seceda, sostituita da qualche anno da una T8 nel primo tratto, e qualche anno prima il secondo tratto rinnovato e diventato a doppia portante (prima era piu' piccola, a singola portante).
            Ciao.

            Commenta

            • lorenzo58
              Curioso
              • Sep 2006
              • 170
              • pistoia-abetone-altabadia

              ^ #7
              Le prime cabine della dantercepies sono proprio quelle, sono due se fai caso, la prima è quella a quattro posti più piccola e tondeggiante sostituita a metà degli anni 80 con le Pininfarina squadrate e con i vetri fumé.
              Domanda: quelle a 4 posti erano della piemonte funivie?

              E' veramente deprimente la scomparsa una ad una delle va e vieni!
              Concordo pienamente, anche a me piacciono gli impianti d'epoca. Certo che per le piste con un forte afflusso di sciatori, o quando l'impianto è un nodo importante per spostarsi in altre zone (v. Ciampinoi), le v.v. creano code pazzesche.

              Commenta

              • campolino
                * Utente GOLD *
                • Feb 2004
                • 1535
                • Firenze Le Regine (PT)

                ^ #8
                La funivia Selva Gardena Ciampinoi venne costruita nel 1970 in occasione dei Mondiali che si disputarono in quella valle, così come la funivia Ruacia Sochers a S. Cristina. Ero bambino ricordo di averle viste in costruzione.

                Commenta

                • lucky_luke
                  Curioso
                  • Oct 2006
                  • 12

                  ^ #9
                  Lorenzo, siamo OT, comunque la cabinovia dantercepies del 72 era Agudio, non so le cabine chi le faceva, ma erano molto moderne per l'epoca, avevano già le porte automatichee i vetri azzurrati. Bisognerebbe aver voglia di andarci a guardare, magari dentro c'e' ancora la targhetta. Negli anni 80 hanno canbiato solo le cabine, forse la fune e el rulliere e le guide basse in stazione, l'impianto era lo stesso. E' stato completamente sostituito da una T6 leitner nel 92, e già si mormora di una futura nuova sostituzione T8 oppure TS2. Per me é una follia, ma si faranno i loro conti... (con i soldi dei nostri ski pass!)

                  Commenta

                  • Paolo
                    ADMIN
                    • Jul 2003
                    • 23118
                    • FVG

                    ^ #10
                    Storia della Dantercepies qui:
                    http://www.funiforum.org/funiforum/viewtopic.php?t=1578

                    Commenta

                    • lucians85
                      Curioso
                      • Jun 2005
                      • 138
                      • Genova
                      • Lucio!

                      ^ #11
                      Ciao lucky_luke,

                      scusa se rispondo ora ma è l'unico momento che ho trovato per dedicarmi un po' alla mia grande passione! Innanzitutto grazie ancora di nuovo...sei veramente una fonte di informazioni notevole a riguardo e mi complimento veramente con te e ti dico se eventualmente ti servono informazioni dettagliato su impianti della Val Badia...valle dove solitamente trascorro le vacanze di Natale...sarà più che lieto di dartele!!!

                      Per quanto riguarda l'ovetto in questione concordo...erano due ed una era la classica Pininfarima (mi pare) che ha spopolato negli ammorsamenti automatici Agudio anni '80! Confesso che però secondo me la pruima con i vetri azzurri fumè era qualcosa di spettacolare...si integrava benissimo con le sembianze della montagna in inverno!

                      Un grazie ancora per la spiegazione dsulla vecchia funivia da S.Cristina...ma sai che non l'avevo mai vista...mi piacerebbe vedere su una vecchia cartina dell'epoca come erano distribuiti questi impianti...ma credo questo impossibile!

                      Nel leggere la tua discussione mi sono notevolmente incuriosito al riferimento che hai fatto sul rumore dei contrappesi...probabilmente l'ho sentito anche io diverse volte...ovviamente non su quella...però mi potresti specificare come fa così vediamo se mi ricordo? E' mica quel rumore tipo bottiglie rotte o roba del genere?

                      Un grazie anche a campolino per le informazioni cronologiche.

                      Le foto sono super-bene-accette ;-)

                      Grazie ancora lucky_luke mi ha svelato numerose question interessanti!
                      A presto.
                      Davide.

                      Commenta

                      • Paolo
                        ADMIN
                        • Jul 2003
                        • 23118
                        • FVG

                        ^ #12
                        Una immagine molto pesante ma che era un peccato ridurre per rendere omaggio a questo impianto che ho amato tanto da piccolo:

                        Commenta

                        • BALLA77
                          MODERATORE
                          • Jan 2005
                          • 3149
                          • Piacenza

                          ^ #13
                          Quel rumore "di bottiglie rotte" in realtà era il suono (per me magico) delle catene di compensazione attaccate al contrappeso della fune zavorra. Si tratta di catene marine, quelle delle grandi navi per intenderci, il cui singolo anello può essere sollevato solo da due persone!! Servivano per ammorbidire i movimenti del contrappeso e soprattutto costituivano una zavorra aggiuntiva che rendeva praticamente più pesante il contrappeso più veniva sollevato. Quando sarà ultimato il mega speciale sulla "vita" della funivia di Bormio avrete la possibilità di vedere e capirne bene il funzionamento.

                          Commenta

                          • pmghisalberti
                            MODERATORE
                            • Jun 2004
                            • 4323
                            • Provincia di Bergamo

                            ^ #14
                            La presi per la prima volta la Pasqua del 75 una settimana dopo il mitico parallelo di Ortisei per me la Val Gardena ero il luogo più affascinante del mondo.
                            Ultima modifica di pmghisalberti; 28-01-2008, 09:56.

                            Commenta

                            • Paolo
                              ADMIN
                              • Jul 2003
                              • 23118
                              • FVG

                              ^ #15
                              Originariamente inviato da BALLA77
                              Servivano per ammorbidire i movimenti del contrappeso e soprattutto costituivano una zavorra aggiuntiva che rendeva praticamente più pesante il contrappeso più veniva sollevato.
                              Quindi una semplice catena appesa sotto al contrappeso che si appoggiava al pavimento quando il contrappeso era basso?

                              Commenta

                              • pmghisalberti
                                MODERATORE
                                • Jun 2004
                                • 4323
                                • Provincia di Bergamo

                                ^ #16
                                Una precisazione: la funivia (ora telecabina) Ruacia Sochers è sita in comune di Selva di Val Gardena.

                                Commenta

                                • BALLA77
                                  MODERATORE
                                  • Jan 2005
                                  • 3149
                                  • Piacenza

                                  ^ #17
                                  Dicesi catene di compensazione....



                                  scusate l'effetto del flash

                                  Commenta

                                  • lucians85
                                    Curioso
                                    • Jun 2005
                                    • 138
                                    • Genova
                                    • Lucio!

                                    ^ #18
                                    Quell'impianto, come altri datati, emettevano un caratteristico suono dei contrappesi che vibravano, che proveniva da sotto il pavimento della stazione a monte, me lo ricordo bene perché in questa lo sentivi persino da sopra la seggiovia, a centinaia di metri.
                                    Ciao a tutti,

                                    scusate il ritardo ma non ho avuto modo di collegarmi prima di adesso!!!
                                    Innanzituto un grandissimo grazie a balla77 che mi ha tolto un bel dubbio a riguardo di quello che io chiamavo "rumore di bottiglie rotte"...anche per me è un rumore eccezzionale! Io sono di Genova ed un impianto dove lo senti veramente insistente è alla stazione di valle della funivia di Rapallo per il Santuario di Montallegro! Veramente interessante la questione della catena di compensazione...anzi direi una trovata eccezionale e molto semplice!
                                    Però...rompo ancora un po' le scatole...come diavolo è il suono dei contrappesi come specificato nella citazione??? Sono proprio curioso di saperlo...chissà quante volte l'avrò sentito e non vi ho fatto caso!
                                    Grazie anche a te Paolo per la splendida foto...è diventata il mio avatar su msn!!!

                                    Ciao a tutti.
                                    Davide.

                                    Commenta

                                    • BALLA77
                                      MODERATORE
                                      • Jan 2005
                                      • 3149
                                      • Piacenza

                                      ^ #19
                                      Non tutti i contrappesi sono rumorosi, solo quelli della Agudio di questo tipo (anche lei ha poi abbandonato questo sistema). Per farti un idea ti suggerisco un sistema alquanto gogliardico ma esplicativo: prendi due bottiglioni di vino e falli cozzare tra di loro e con il pavimento il rumore è lo stesso. Se vuoi puoi ripetere l'esperimento a bottiglioni vuoti. Come svuotarli lo lascio decidere a te!

                                      Commenta

                                      • Paolo
                                        ADMIN
                                        • Jul 2003
                                        • 23118
                                        • FVG

                                        ^ #20

                                        Commenta

                                        • Paolo
                                          ADMIN
                                          • Jul 2003
                                          • 23118
                                          • FVG

                                          ^ #21

                                          Commenta

                                          • Paolo
                                            ADMIN
                                            • Jul 2003
                                            • 23118
                                            • FVG

                                            ^ #22
                                            La funivia in costruzione

                                            Commenta

                                            • Fraggo
                                              Utente Sapiens
                                              • Jun 2015
                                              • 685
                                              • Lombardia

                                              ^ #23

                                              Si vede ancora la gru della costruzione

                                              Commenta

                                              NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                                              La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                                              Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                                              Sto operando...
                                              X