annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

GORIZIA Vecchia Funivia Monte Santo

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi
  • Paolo
    ADMIN
    • Jul 2003
    • 23254
    • FVG

    GORIZIA Vecchia Funivia Monte Santo



    Io sono andato l'anno scorso a Nova Goriza convinto di trovarla e invece non ho trovato niente ......quando è stata smantellata e perchè?
  • Avatar ospiti
    eric

    Io ci sono salito circa 33 anni fa e da quello che mi ricordo è andata fuori uso intorno ai primi anni 80.
    Il perchè è che con la macchina si arriva fino a sotto il santuario.
    Ora tuttavia hanno rimesso completamente a nuovo la stazione a valle. Se passo di li invio una foto.
    Per quella a monte ancora nulla. Tuttavia forse ci sono dei progetti di rimetterla a nuovo.
    Aspettiamo qualche notizia da qualche amico sloveno.

    Commenta

    • Paolo
      ADMIN
      • Jul 2003
      • 23254
      • FVG

      Costruzione Ceretti Tanfani?

      Commenta

      • andre72
        MODERATORE
        • Nov 2005
        • 1788
        • Trieste

        Si conoscono le caratteristiche della linea (almeno lunghezza e dislivello)?
        Forse non ci sarebbe abbastanza convenienza a ricostruirla per via della relativa facilità con cui si raggiunge il antuario in auto.

        Commenta

        • markus83ts
          Curioso
          • Jul 2006
          • 179
          • Trieste

          Esattamente. Credo sia proprio questo il motivo.
          Del resto la funivia è in disuso da parecchio tempo.. ci passo almeno una volta all'anno per far visita a dei parenti a Tolmino e da quando ho memoria ricordo che era sempre dismessa. Possiamo quantificare in una ventina d'anni.. ma probabilmente l'hanno chiusa molto prima. Ormai in auto si arriva molto agevolmente fino al santuario e mantenere un impianto del genere credo nn abbia molto senso.
          Ricordo nei primi anni che rimanevo sempre molto affascinato da quella funivia.. Si vedevano le stazioni di monte e valle ancora perfettamente integre, con i sostegni lungo la linea e le cabine nelle fosse, come pronte a partire.. Ma poi alzando lo sguardo si vedeva l'assenza delle funi e si intuiva facilmente che nn sarebbero più partite.. :-(
          E poi col passare del tempo è tutto progressivamente scomparso.. Cabine, stazioni, ruderi..
          E ormai resta un ricordo di quando ero bimbo..

          Commenta

          • gioto
            * Utente GOLD *
            • Sep 2003
            • 343
            • Verona
            • Giovanni T.

              "vuolsi così colà ove si puote ciò che si vuole, e più non dimandare"

            Ecco il percorso (in bianco)



            http://www.funivie.org/pagine/earth/...ad.php?file=60

            Commenta

            • Paolo.T
              Curioso
              • Dec 2007
              • 14
              • Nord est Italia

              A chi interessa ho disponibile un articolo di qualche anno fa su un giornale locale che descrive la funivia di Montesanto scritto da un ingeniere della facoltà di Strade & Trasporti dell' università di Trieste.

              Commenta

              • andre72
                MODERATORE
                • Nov 2005
                • 1788
                • Trieste

                Originariamente inviato da Paolo.T Visualizza il messaggio
                A chi interessa ho disponibile un articolo di qualche anno fa su un giornale locale che descrive la funivia di Montesanto scritto da un ingeniere della facoltà di Strade & Trasporti dell' università di Trieste.

                Si che interessa, riesci a postare l'articolo? Di solito qui facciamo così :-) .

                Commenta

                • Paolo.T
                  Curioso
                  • Dec 2007
                  • 14
                  • Nord est Italia

                  Originariamente inviato da markus83ts Visualizza il messaggio
                  Esattamente. Credo sia proprio questo il motivo.
                  Del resto la funivia è in disuso da parecchio tempo.. ci passo almeno una volta all'anno per far visita a dei parenti a Tolmino e da quando ho memoria ricordo che era sempre dismessa. Possiamo quantificare in una ventina d'anni.. ma probabilmente l'hanno chiusa molto prima. Ormai in auto si arriva molto agevolmente fino al santuario e mantenere un impianto del genere credo nn abbia molto senso.
                  Ricordo nei primi anni che rimanevo sempre molto affascinato da quella funivia.. Si vedevano le stazioni di monte e valle ancora perfettamente integre, con i sostegni lungo la linea e le cabine nelle fosse, come pronte a partire.. Ma poi alzando lo sguardo si vedeva l'assenza delle funi e si intuiva facilmente che nn sarebbero più partite.. :-(
                  E poi col passare del tempo è tutto progressivamente scomparso.. Cabine, stazioni, ruderi..
                  E ormai resta un ricordo di quando ero bimbo..
                  Però a memoria la strada era sterrata fino a 30 anni fa e la parte finale non era proprio "praticabile".
                  Poi secondò me bisogna aggiungere un altro "fattore": Nova Gorica è stata costruita dal nulla dopo la II guerra e probabilmente per motivi politici o altro cioè per far vedere la superioriotà Jugoslava hanno costruito la funivia e parallelamente la diga di Salcano (visibile nella foto).

                  Commenta

                  • paolog
                    Curioso
                    • May 2007
                    • 41
                    • udine

                    Se la funivia è del 1940, era ancora italia..... Anch'io la ricordo in funzione fine anni 60 inizio anni 70 al max. Credo sia stata smantellata inizio anni 80. La diga di salcano dovrebbe essere di inizio anni 80

                    Commenta

                    • Eric
                      Utente
                      • Jul 2007
                      • 346
                      • Trieste

                      Superiorità yugoslava?
                      Ma se la funivia fu costruita nel 1940!
                      Poi la Yugoslavia non fece altro che riammodernare l'impianto,
                      distrutto durante il secondo conflitto mondiale.
                      Ma c'è anche una monografia
                      in questo sito. Mah..
                      A proposito, la ferrovia Transalpina per chi non conosce la storia,
                      fu costruita dall'impero austroungarico. Perchè queste terre
                      appartenevano a quest'impero fino a prima dello scoppio della
                      prima guerra mondiale.

                      Commenta

                      • paolog
                        Curioso
                        • May 2007
                        • 41
                        • udine

                        Ieri, passando per Nova Gorica sono arrivato fino alla Diga di Salcano e mi sono fermato nel parcheggio della stazione di partenza della vecchia funivia, che come potete vedere è stata recentemente ben riutilizzata.....

                        Commenta

                        • Paolo
                          ADMIN
                          • Jul 2003
                          • 23254
                          • FVG

                          Commenta

                          • Paolo
                            ADMIN
                            • Jul 2003
                            • 23254
                            • FVG

                            Commenta

                            • Paolo
                              ADMIN
                              • Jul 2003
                              • 23254
                              • FVG



                              Immagini di [MENTION=784]andre72[/MENTION]

                              Commenta

                              • PIEMONTE_FUNIVIE
                                MODERATORE GLOBALE
                                • Oct 2003
                                • 381
                                • Gaggiano - Milano

                                Il video dell'inaugurazione della funivia



                                Qui un articolo di giornale: http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/.../PR_49_01.html
                                Sembrerebbe che la funivia dalla Ceretti & Tanfani sia quella del 1968 e non la prima del 1940.

                                Commenta

                                • andre72
                                  MODERATORE
                                  • Nov 2005
                                  • 1788
                                  • Trieste

                                  Infatti, a questo punto occorre scoprire chi ha costruito il primo impianto

                                  Commenta

                                  • Eric
                                    Utente
                                    • Jul 2007
                                    • 346
                                    • Trieste

                                    Articolo del quotidiano "Il Piccolo" datato 2013:

                                    Non ebbe fortuna la funivia che collegava Monte Santo

                                    Raccontava l'ingegner Domenico Di Santolo, in Borc San Roc n.12, che l'idea della costruzione della funivia per il Monte Santo nacque nel 1938, in occasione della visita del Duce a Gorizia, per il fatto che allora nelle buone stagione, non meno di 100 mila tra turisti e pellegrini salivano al santuario, in cima al monte. L'impianto venne progettato da Franz Gnadlinger, ingegnere altoatesino, autore di funivie nel Bolzanese, e realizzato dall'Impresa goriziana di Edoardo Mattiroli, che nel 1928 eseguì anche il nuovo santuario, progettato dall'architetto Barich. «La più moderna funivia d'Europa che legherà Salcano a Monte Santo» intitolava il Gazzettino del 10 aprile del 1940, descrivendo l'opera destinata a valorizzare turisticamente «il Monte sacro alla gloria delle nostre genti in armi», mentre Il Piccolo riportava che il 13 agosto dello stesso anno il Ministro delle Comunicazioni Host Venturi inaugurava «la nuova funivia del Monte Santo, superba opera che collega la strada statale dell'Isonzo presso Salcano alla sommità del Monte sacro alla religione e alla Patria. Sul Monte Santo sorge infatti il celebre Santuario meta di folle innumerevoli di pellegrini, mentre l'intera zona circostante ricorda ai reduci e alle nuove generazioni l'eroico olocausto dei soldati d'Italia durante la guerra di redenzione. Tra le balze, i camminamenti, le vecchie trincee si erge il Monumento ai Caduti del Monte Santo e quello al prode Generale Cascino». E modernissimo era infatti l'impianto, in quel momento storico che vedeva in Italia solo 21 funivie e che in regione ne avrebbe vista un'altra appena vent'anni dopo, quella del Lussari. Gestito dalla S.A. Funivie e Alberghi degli Altipiani di Gorizia, con principale azionista la Società di autoservizi Ing. Federico Ribi, concessionaria pure del trasporto pubblico urbano, l'impianto si sviluppava lungo 1900 metri, su due campate intervallate da un pilone in calcestruzzo, a superare un dislivello di 580 metri. Due le vetture, una saliva mentre l'altra scendeva, ciascuna da 24 viaggiatori per sei minuti di percorso alla velocità di 25 km, un record per allora, col biglietto da 7 lire, molte rispetto i 30 centesimi del quotidiano. Ma durò poco. Gli eventi del conflitto, iniziato nel giugno ‘40, comportarono l'interruzione del servizio nel ‘43 e gravi danni alle strutture. Passata alla Jugoslavia dopo la guerra, la funivia venne ricostruita e l'esercizio ripristinato nel ‘68, con gestione Autopromet di Nova Gorica. Il nuovo impianto, realizzato dalla ditta milanese Ceretti & Tanfani, comportò il rifacimento in ferro del pilone mediano e le nuove cabine di colore rosso, per 35 viaggiatori a 32 km/ora, nella cartolina della collezione di Roberto Ballaben edita dalla Prospektbiro di Nova Gorica, con la foto di Angelo Nemec. Ma il clima socio politico di quel momento, poco favorevole al pellegrinaggio religioso, unitamente alla mancata programmazione di qualsiasi incentivazione turistica, condusse ai primi anni '80 alla definitiva dismissione dell'esercizio, rimasto unicamente nella nostalgia di chi ebbe la fortuna di ammirare il panorama dall'alto. Di Santolo, concludeva così nel 2000 il suo articolo: «Una speranza viene dall'Ue, molto sensibile ai problemi locali e frontalieri: è forse possibile che tra i fondi europei ‘Interreg' per la realizzazione di opere infrastrutturali a cavallo dei confini extracomunitari venga ricompreso anche il ripristino delle funivia del Monte Santo».Finita l'epoca dell'Interreg, che sia la volta del Getc transfrontaliero?
                                    Diego Kuzmin
                                    02 giugno 2013

                                    Commenta

                                    • andre72
                                      MODERATORE
                                      • Nov 2005
                                      • 1788
                                      • Trieste

                                      Orario funivia primavera-estate 1941:

                                      Commenta

                                      • Paolo
                                        ADMIN
                                        • Jul 2003
                                        • 23254
                                        • FVG

                                        Orario cadenzato questo sconosciuto

                                        Commenta

                                        • Paolo
                                          ADMIN
                                          • Jul 2003
                                          • 23254
                                          • FVG




                                          Commenta

                                          NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione, anche parziale, di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi del forum su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. E' altresì vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported.
                                          La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita, qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile, non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer.
                                          Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
                                          Sto operando...
                                          X