Regolamento   ●   Registrati al forum   ●   Non riesci ad accedere ad alcune sezioni?   ●   Funicard la carta per gli appassionati   ●   Sostieni Funivie.org   ●   Pubblicità   ●   Assistenza
Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 61 a 89 di 89

Discussione: Ferrovie a Cremagliera

  1. Top | #61
    MODERATORE
    Data Registrazione
    Aug 2003
    Località
    Lugano, Svizzera
    Messaggi
    347
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Anche i treni modello sono treni veri :-) (a differenza di molti modelli di aereo, che non volano, o di navi, che non galleggiano)
    http://www.milanotrasporti.org/
    http://funivie.fotopic.net/

  2. Top | #62
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Oct 2006
    Località
    chiavari
    Messaggi
    57
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Precisazione sulle linee F.S.

    Le linee a scartamento ordinario armate su alcune tratte con cremagliera erano due, Saline - Volterra e Paola - Cosenza, sulle quali prestavano servizio oltre alle locomotive a vapore le automotrici ALn56 ed ALn64 a completa aderenza. Le automotrici, a differenza delle locomotive a vapore, viaggiavano in aderenza naturale ed utilizzavano la cremagliera soltanto per l'eventuale freno di emergenza.

    C'era però anche una rete F.S. a scartamento ridotto nella Sicilia Occidentale. Anche qui erano presenti diverse tratte acclivi armate con cremagliera.
    Come nello scartamento ordinario, anche qui c'erano locomotive a vapore, del gruppo R305, ed automotrici, del gruppo RALn60. E come per lo scartamento ordinario, le automotrici a differenza delle locomotive a vapore viaggiavano ad aderenza naturale anche sulle tratte armate con cremagliera.

  3. Top | #63
    New entry
    Data Registrazione
    Nov 2006
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    43
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Una foto della ALn64 sulla Paola - Cosenza.

  4. Top | #64
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    torino
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Io ho costruito (e costruisco) plastici e diorami di cremagliere, funivie, funicolari, ecc. in scala HO (1/87). Chi è venuto a Novegro a Expomodell 2009, ha potuto osservare il plastico di mt. 6,50 con tutti questi mezzi perfettamente funzionanti come al reale. E' ambientato in svizzera e completamente innevato!. Potete, se volete, osservare alcune foto su Funigallery (diorami di paolo viganò). Ciao a tutti!

  5. Top | #65
    Curioso
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Paolo, Complimenti!!..è stupendo il tuo diorama..e il pilone a traliccio della cabiovia e perfetto nei minimi dettagli!
    Ancora complimenti

  6. Top | #66
    Curioso
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Roma
    Messaggi
    5
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Paolo..complimenti,veramente bello!!

  7. Top | #67
    * Utente GOLD *
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    43
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Non so se ripeto un'informazione gia' presente nella discussione.
    La piu' vecchia funivia a cremagliera in grado di percorrere delle curve e' quella di Mount Washington in New Hampshire (USA). che e' ancora in funzione a 150 dalla prima apertura; la trazione e' a vapore ed i binari corrono su tralicci in legno.
    Ovviamente l'impianto e' stato modificato ed aggiornato piu' volte, ma mantiene l'aria ottocentesca e le vetture in legno.

  8. Top | #68
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Per chi passasse da Capolago, capolinea inferiore della Ferrovia del Monte Generoso, segnalo che sul piazzale del deposito/officina, sono esposti tutti i tipi di cremagliera in uso: Abt, Riggenbach, Strub, Locher. La Ferrovia del Monte Generoso ha una cremagliera su tutta la linea del tipo "Abt", doppia lungo la linea, semplice nelle stazioni, quadrupla nei passaggi a livello.

  9. Top | #69
    MODERATORE L'avatar di filippomacugnaga
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Macugnaga (VB)
    Messaggi
    634
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Ho letto in alcuni interventi che l'alimentazione di questa cremagliera è in corrente alterntata trifase, 2 fasi prese dai due pantografi e una dalle rotaie.




    Quindi dovremmo avere una terza rotaia o si utilizza quella dentata ? sbaglio o i due pantografi sono collegati insieme ?
    Non mi convince come teoria, c'è qualcuno più "elettrico" di me che mi spiega come avviene l'alimentazione ?

    grazie

    fil

  10. Top | #70
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    torino
    Messaggi
    58
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    L'alimentazione trifase è: 2 fasi sui due fili aerei separati (con pantografi separati elettricamente) e la terza costituita dai binari (ritorno) a massa,
    cioè entrambi stessa polarità (come x i tram). Ciao. Paoloviga.

  11. Top | #71
    * Utente GOLD * L'avatar di elettrico11
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    Lecco
    Messaggi
    690
    Mentioned
    4 Post(s)

    Predefinito

    ??? trifase con una fase a massa??? sui tram in continua il meno è a massa ok ma una fase dell'alternata mni sembra un pò strano.

  12. Top | #72
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Trieste
    Messaggi
    111
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    E' proprio così. Di fatto normalmente si usa collegare a terra il neutro ma per definizione basta collegare uno dei "fili" del sistema a terra per avere un riferimento sia per i sistemi di protezione che per la stabilità delle tensioni.
    Nello specifico della trazione elettrica si usano solo le tre fasi per risparmiare un filo che di fatto non servirebbe (come noto ai motori bastano le 3 fasi) e per evidenti motivi di semplicità lo si fa coincidere con il binario.
    Tale sistema, fino al 75' era utilizzato anche dalle FS a ben 3600V!

  13. Top | #73
    MODERATORE L'avatar di filippomacugnaga
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Macugnaga (VB)
    Messaggi
    634
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Silvio Visualizza Messaggio
    E' proprio così. Di fatto normalmente si usa collegare a terra il neutro ma per definizione basta collegare uno dei "fili" del sistema a terra per avere un riferimento sia per i sistemi di protezione che per la stabilità delle tensioni.
    Nello specifico della trazione elettrica si usano solo le tre fasi per risparmiare un filo che di fatto non servirebbe (come noto ai motori bastano le 3 fasi) e per evidenti motivi di semplicità lo si fa coincidere con il binario.
    Tale sistema, fino al 75' era utilizzato anche dalle FS a ben 3600V!
    Quindi, supponendo che il binario non è "alimentato" con una fase ma è messo a terra, ci sono solo i due fili aerei che alimentati con tensione costante ?

  14. Top | #74
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Trieste
    Messaggi
    111
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    La tensione in un qualsiasi sistema polifase è per definizione alternata. Il binario è alimentato e coincide con una delle tre fasi del sistema di alimentazione. Quindi potrò misurare, ad es nel caso ferrovia, 3600V tra i due fili e tra il binario e i fili. La non pericolosità della cosa deriva dal fatto che il binario viene anche contemporaneamente messo a terra e pertanto non c'è differenza di potenziale tra la mia mano che tocca il binario (o il treno sul binario) e i miei piedi che toccano terra.
    Detta moltogrossolanamente, tutti noi diventiamo come l'uccellino sul filo xchè il filo coincide con tutta la terra.

  15. Top | #75
    * Utente GOLD * L'avatar di elettrico11
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    Lecco
    Messaggi
    690
    Mentioned
    4 Post(s)

    Predefinito

    si ai motori bastano tre fili neri e di solito anche uno giallo verde che non serve ma a niente anche se lo stacchi il motore va ma le norme si ostinano a volerlo utilizzare.... incredibile si sta li a farti il pelo nell'uovo per tutto e poi si ammettono certe eccezioni scandalose.(vedi ad esempio le sezioni con cui il fornitore ti fornisce energia e quelle che tu sei obbligato ad usare.)

  16. Top | #76
    MODERATORE L'avatar di filippomacugnaga
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Località
    Macugnaga (VB)
    Messaggi
    634
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    @Silvio
    grazie, ora mi è tutto più chiaro !

    @elettrico11
    ricordati che siamo in italia !

    ciao

    fil

  17. Top | #77
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Trieste
    Messaggi
    111
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da elettrico11 Visualizza Messaggio
    si ai motori bastano tre fili neri e di solito anche uno giallo verde che non serve ma a niente anche se lo stacchi il motore va ma le norme si ostinano a volerlo utilizzare.... incredibile si sta li a farti il pelo nell'uovo per tutto e poi si ammettono certe eccezioni scandalose.(vedi ad esempio le sezioni con cui il fornitore ti fornisce energia e quelle che tu sei obbligato ad usare.)
    Attenzione, il giallo verde è il conduttore di protezione ed è fondamentale per la sicurezza! Nel caso della ferrovia che dicevo prima io, il "giallo verde" manca perchè di fatto coincide con uno dei fili neri e quindi i requisiti di sicurezza sono simili ma assolti in maniera diversa.

  18. Top | #78
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Altra linea con alimentazione trifase, in Svizzera, è la celebre Ferrovia della Jungfrau (Jungfraubahn) che porta sulla stazione più alta d'Europa ("Top of Europe"). La complessità del sistema (alimentazione aerea bifilare) in ferrovie come queste, con velocità ridotte e pochi scambi, non costituisce un gran problema (come lo era invece per le linee in trifase in Italia).

  19. Top | #79
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Località
    Trieste
    Messaggi
    111
    Mentioned
    1 Post(s)

    Predefinito

    Effettivamente una delle motivazioni per cui il trifase è stato abbandonato era proprio l'enorme complessità (e quindi potenziale fonte di guasti e incidenti) di scambi e incroci.

  20. Top | #80
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Per me il "trifase" è un bel ricordo delle vacanze al mare sulla Riviera dei Fiori (Sanremo). Il cambio sistema (1955) era nella stazione di Voghera, poi negli anni successivi venne portato a Tortona, poi a Genova e, infine, credo a Savona Letimbro. Un vero spettacolo il passaggio serale di due loc (E431/E432) a velocità sostenuta sugli scambi. Il contatto dei trolley con la linea d'alimentazione non provocava scintille... ma lunghe "fiammate". Altri tempi davvero!

  21. Top | #81
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Per tornare alle ferrovie a cremagliera. In Svizzera vi sono parecchie linee a "cremagliera integrale" (pendenza max 25%) e altre a "cremagliera parziale" (pendenza che non supera di solito l'11%). Queste ultime non sono tipicamente turistiche ma vere "Vollbahnen" (ferrovie complete) con solo limitati tratti a cremagliera. Segnalo la MGB (Matterhorn-Gotthard-Bahn) che va da Disentis (Cantone dei Grigioni), passa da Andermatt (Cantone di Uri) e arriva a Zermatt (canton Vallese). Sul suo percorso circolano i Glaciers Express oltre ai regionali con orario cadenzato. La cremagliera, dove c'è, è del sistema "Abt" (due lamelle parallele, con denti sfalsati).

  22. Top | #82
    Utente
    Data Registrazione
    Sep 2005
    Località
    Napoli
    Messaggi
    201
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Tra le ferrovie a cremagliera è da segnalare anche molti tratti della Lagonegro-Spezzano, ex ferrovie calabro-lucane a scartamento ridotto:

    [YOUTUBE]69xBNFISboU&feature=related[/YOUTUBE]

  23. Top | #83
    MODERATORE
    Data Registrazione
    Aug 2003
    Località
    Lugano, Svizzera
    Messaggi
    347
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mario Realini Visualizza Messaggio
    Per chi passasse da Capolago, capolinea inferiore della Ferrovia del Monte Generoso, segnalo che sul piazzale del deposito/officina, sono esposti tutti i tipi di cremagliera in uso: Abt, Riggenbach, Strub, Locher. La Ferrovia del Monte Generoso ha una cremagliera su tutta la linea del tipo "Abt", doppia lungo la linea, semplice nelle stazioni, quadrupla nei passaggi a livello.
    È una cremagliera Abt a due lame, anche se in piano se ne usa una sola, e due coppie di rotaie dentate affiancate ai PL.

    Però esistono anche Abt a tre lame sfalsate. Una è una linea merci brasiliana a scartamento di 1600 mm a cui Stadler fornirà 7 locomotive nuove (più 3 in opzione).
    http://www.milanotrasporti.org/
    http://funivie.fotopic.net/

  24. Top | #84
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Domenica 18 luglio è in funzione un convoglio a vapore sulla Ferrovia del Monte Generoso. La locomotiva (H 2/3 "2") è del 1890 (!) e spingerà una carrozza d'epoca lungo i 9 km del percorso con 1'400 metri di dislivello.

  25. Top | #85
    * Utente GOLD * L'avatar di madmax
    Data Registrazione
    Sep 2007
    Località
    lugano-rovio
    Messaggi
    644
    Mentioned
    3 Post(s)

    Predefinito

    Ciao a tutti!

    Per gli appassionati delle cremagliere segnalo la rinata antica ferrovia del Furka.
    Questa tratta è stata sostituita da un'altra ferrovia a scartamento ridotto che collega i cantoni di Uri e Vallese lungo una galleria sotto al Furka, tra Realp o Oberwald....offrendo nel periodo invernale (e non) il servizio navetta per le automobili. Risulta essere il sistema più rapido per raggiungere il Vallese dal Ticino senza uscire dai confini....

    La vecchia ferrovia, la DFB, è stata rimessa in sesto da alcuni appassionati che da alcuni anni offrono la possibilità di tour turistici durante il periodo estivo, normalmente con trazione a vapore ;-) La tratta percorre il fondovalle verso il passo del Furka, arrivando al di sotto del ghiacciaio del Gletsch. Il viaggio è interessante anche per gli appassionati delle opere militari in quanto lungo la tratta si notano diversi ricoveri e depositi militari, si nota la partenza della funivia (smantellata) che collegava la ferrovia ad una fortezza di artiglieria più in alto, si scorge l'antica fortezza della Galenhütten, e per i più attenti si vedono altre opere più recenti dismesse .

    Metto il links a due siti ;-):

    - www.dfb.ch il sito della ferrovia;
    - www.dieselcrew.ch il sito del gruppo che si occupa della tecnica, ossia della manutenzione dei treni e della tratta, compresa la ragguardevole impresa della rimozione della neve e del montaggio del ponte "pieghevole".
    Guardate le loro gallerie fotografiche
    Per i più interessati trattano anche argomenti tecnici!
    Per la rimozione della neve guardate anche la discussione frese Peter cingolate

    Ciaooo!

  26. Top | #86
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da madmax Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti!

    Per gli appassionati delle cremagliere segnalo la rinata antica ferrovia del Furka.
    Questa tratta è stata sostituita da un'altra ferrovia a scartamento ridotto che collega i cantoni di Uri e Vallese lungo una galleria sotto al Furka, tra Realp o Oberwald....offrendo nel periodo invernale (e non) il servizio navetta per le automobili. Risulta essere il sistema più rapido per raggiungere il Vallese dal Ticino senza uscire dai confini....

    La vecchia ferrovia, la DFB, è stata rimessa in sesto da alcuni appassionati che da alcuni anni offrono la possibilità di tour turistici durante il periodo estivo, normalmente con trazione a vapore ;-) La tratta percorre il fondovalle verso il passo del Furka, arrivando al di sotto del ghiacciaio del Gletsch. Il viaggio è interessante anche per gli appassionati delle opere militari in quanto lungo la tratta si notano diversi ricoveri e depositi militari, si nota la partenza della funivia (smantellata) che collegava la ferrovia ad una fortezza di artiglieria più in alto, si scorge l'antica fortezza della Galenhütten, e per i più attenti si vedono altre opere più recenti dismesse .

    Metto il links a due siti ;-):

    - www.dfb.ch il sito della ferrovia;
    - www.dieselcrew.ch il sito del gruppo che si occupa della tecnica, ossia della manutenzione dei treni e della tratta, compresa la ragguardevole impresa della rimozione della neve e del montaggio del ponte "pieghevole".
    Guardate le loro gallerie fotografiche
    Per i più interessati trattano anche argomenti tecnici!
    Per la rimozione della neve guardate anche la discussione frese Peter cingolate

    Ciaooo!
    Alla giusta segnalazione dell'amico ticinese vorrei aggiungere che quest'operazione (durata quasi 30 anni !!!) è stata è stata eseguita da centinaia di persone appartenenti al club (che ha avuto un massimo di 12'000 soci). Importanti le sponsorizzazioni e le...banche. Ricordo che le loc a vapore (di costruzione svizzera) erano state rimpatriate dal Vietnam con incredibili e costosi trasporti. Il successo c'è stato ma: ... oltre 100 CHF a testa per il tragitto completo non è certo popolare. Per una famiglia è un colpo non da poco. Francamente: io sceglierei, piuttosto, la ferrovia della Jungfrau (da Interlaken).

  27. Top | #87
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Ferrovia del Monte Generoso
    La più meridionale delle ferrovie turistiche svizzere ha avuto una stagione 2011 da dimenticare. Cedimento dell'albergo in vetta con limitazione delle possibilità di vitto e alloggio, tempo cattivo, una frana con interruzione linea e un vasto incendio causato dalla loc a vapore (H 2/3 "2"). La circolazione dei treni riprenderà nell'aprile 2012.

  28. Top | #88
    Utente Junior
    Data Registrazione
    Nov 2008
    Località
    Genova
    Messaggi
    122
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da krisu Visualizza Messaggio
    In svizzera, furono costruiti molte cremagliere per accedere alla montagna, ad esempio il famoso Righi sul lago dei 4 cantoni che (magari sbaglio) ha dato persino noma alla cremagliera per il righi di genova.
    La funicolare del Righi di Genova non e` una cremagliera: e` un impianto a fune con due cabine (http://www.funiforum.org/funiforum/s...ighlight=Righi). A cremagliera c'e` la funicolare di Granarolo che in questi mesi e` in ristrutturazione (http://www.funiforum.org/funiforum/s...ight=granarolo).

  29. Top | #89
    New entry
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Località
    CH 6932 BREGANZONA / Svizzera
    Messaggi
    15
    Mentioned
    0 Post(s)

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Mario Realini Visualizza Messaggio
    Ferrovia del Monte Generoso
    La più meridionale delle ferrovie turistiche svizzere ha avuto una stagione 2011 da dimenticare. Cedimento dell'albergo in vetta con limitazione delle possibilità di vitto e alloggio, tempo cattivo, una frana con interruzione linea e un vasto incendio causato dalla loc a vapore (H 2/3 "2"). La circolazione dei treni riprenderà nell'aprile 2012.
    Un bel po' di tempo dopo... la linea ferroviaria del Monte Generoso riprenderà il servizio l'8 di aprile prossimo (2017) in occasione dell' inaugurazione del nuovo posto di ristoro in vetta progettato dall'architetto Mario Botta. Nessuna novità prevista per l'esercizio ferroviario basato soprattutto su quattro elettromotrici Bhe 4/8 (11-14) costruite da SLM e con motori Siemens, primi mezzi per la linea appena elettrificata con cc 750 V (1982).

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
NOTA Il forum è un luogo di discussione dove ogni intervento rappresenta il punto di vista del singolo utente che l'ha inserito. Ogni utente è responsabile del contenuto dei propri messaggi; il forum non è pre-moderato, l'amministrazione non si assume quindi nessuna responsabilità sui messaggi inseriti dagli utenti. E' vietata la riproduzione di qualsiasi contenuto digitale o di citazione dei messaggi della community su altri media/web/riviste senza la nostra autorizzazione scritta. Tutti i contenuti di Funivie.org sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Unported. E' vietato l'utilizzo degli stessi per fini commerciali senza nostra autorizzazione scritta.La consultazione di Funivie.org è completamente gratuita. Qualunque testo vi appaia non ha alcun tipo di cadenza predeterminata ne predeterminabile. Non è una testata giornalistica, non esiste editore. Disclaimer. Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Maggiori Informazioni
SITO MOBILE - SITO CLASSICO